Desideri

Desiderio di una dolce esistenza,
senza più il rumoroso trambusto
che c’impone la nostra vita quotidiana,
è avvertito in me come un'esigenza
di cui oggi non posso fare a meno.

Desiderio di un intenso amore,
vissuto con la massima passione,
si agita fremente nel mio cuore
e reclama le piacevoli emozioni
che da esso mi deriverebbero di sicuro.

Desiderio di una pace senza fine
tra i popoli del nostro pianeta,
per scorgerli una volta per sempre
dediti solo al lavoro e al sorriso
e non più falcidiati dalla guerra.

Desiderio di vedere sconfitte
le ingenti tormentose malattie
che mietono ogni giorno fra la gente
un numero esorbitante di morti,
decimando la travagliata umanità.

Desiderio di fratellanza universale,
la sola che possa spingere gli uomini
a considerarsi della stessa famiglia,
mettendo da parte rancori e vendette
e attuando un solidale consorzio.

Desiderio di coltivare la poesia
nel suo lirismo più puro e fantastico
per vedere così provenirmi da essa
quei palpiti di sublime ispirazione,
capaci di attuare in me la catarsi.