La paura

Non sempre la paura
è qualcosa di tangibile
che possiamo imputare
a un fatto concreto;
essa il più delle volte
è conseguenza aspecifica
di un recondito impulso
che ha origine dal subconscio.

Perciò non siamo in grado
di dare ad essa un nome
o di motivarla almeno in parte
con un fatto determinato;
sorge in noi improvvisa
e ci assale in modo oscuro,
inoculandoci nell'animo
segni evidenti di malessere.

Immediatamente dopo allora
non siamo più noi stessi,
né possiamo rispondere,
anche in minima parte,
di nessuno dei nostri atti;
viene in noi ad instaurarsi
quella che in campo medico
si è soliti definire fobia.

Quando nel nostro animo
compare un tale panico
immotivato e incontrollato,
bisogna fare il possibile
per mantenere la calma,
convincendoci con fermezza
che esso, essendo ingiustificato,
non deve per niente allarmarci!