Forse vorrei...

Mi sento barcollare
e divenire preda di pensieri
che tremolano in una mente
confusa e vacillante.

M'intravedo indeterminato
in una massa tenebrosa,
che mi nega uno spiraglio
di decisione e di fermezza.

Un barbaglio di memoria,
quasi sinistro e livido,
mi tempesta la coscienza
di fulminanti ricordi.

Assisto alla lenta agonia
della mia anima moribonda,
che seguita a lottare
senza nessuna speranza.

Precipita la mia esistenza
in una sicura disfatta,
che non promette allori
ma soltanto disinganni.

Amareggiato e rassegnato,
non mi resta che accettare
quello che oggi si presenta
l'insuccesso della mia vita.

Ma forse sarebbe meglio
spegnermi come essenza
e fare proprio come se io
non fossi mai esistito!