Presentimento

Dall’inconscio profondo
una sensazione fuori tempo
giunse al mio animo,
come se volesse avvisarmi
che qualcosa di arcano
stava per accadermi.

Per questo non potevo
che mettermi in ansia,
lasciandomi sorprendere
da un’agitazione spasmodica,
mentr’ero costretto a subire
le sferzate dell’ignoto.

Domande, che palesavano
l’incertezza del momento,
iniziarono a bersagliarmi,
volendo esse avere spiegato
dal mio fragile essere
i fatti in me ancora assenti.

Io non mi opponevo
alla loro smania di sapere
ciò che mi sarebbe successo,
poiché essa questa volta
era molto preoccupata
per la mia futura esistenza.

La scorgevo in pericolo,
sicuro che un mare di guai
presto sarebbero arrivati
e l’avrebbero fatta annegare
nella loro dura inclemenza
senza nessuna pietà.