Non importa

Non importa,
se mi sento parte
di un mondo a me estraneo,
che le mie esigenze
tende a ignorare,
quasi io fossi
un autentico alieno.

Non importa,
se la mia esistenza
langue nel grigiore
di speranze svanite,
che hanno disertato
le rosee contrade
del radioso ottimismo.

Non importa,
se dentro di me
ha smesso d’imperare
lo slancio fecondo
dell’afflato poetico,
rendendo avvizzita
ogni forma creativa.

Non importa,
se l’incontrastato tempo
indomito flagella
ogni risorsa vitale
del mio organismo,
mentre buio vi dilaga
l’incerto crepuscolo.

Oramai per me
conta solamente
che questa mia vita,
sprofondando rassegnata
in una lenta agonia,
possa almeno godersi
i suoi ricordi più cari.