Attimi di furia

Non sempre il nostro animo
ha la fortuna di vivere
situazioni pacate e serene
che gli procurino un’esistenza
senza una turbolenza psichica.

Alcune volte, per vari motivi,
diventa esso il diretto bersaglio
di evenienze incresciose
che si danno, fin dal mattino,
a rovinargli la giornata.

Allora l’azzurro del cielo
diventa fosco ai nostri occhi,
si carica di fenomeni atmosferici
che non presagiscono nulla di buono
alla nostra mente angustiata.

Essa non accetta di buon grado
il nuovo evolversi delle cose
che hanno preso una brutta piega,
poiché riesce solo a turbarla
e a confinarla nella disperazione.

Poco dopo non si fa attendere
la naturale sua fase reattiva
che sembra nascere spontanea
dalle regioni del subconscio,
senza nascondere la sua stizza.

Così diventiamo molto furiosi,
mentre in noi vanno esplodendo
tanto la collera quanto la rabbia,
le quali vorrebbero manifestarsi
con il loro schianto rovinoso.