Desideri dell'inconscio

Gli occhi della mia percezione
si mettono a un tratto a spaziare
nel firmamento dei miei desideri
che vi occhieggiano senza sosta,
alcuni come smeraldi luccicanti
e altri simili a timide fiammelle.

M’immedesimo allora con essi
e cerco di attivarli intensamente
con la mia vivida immaginazione
per viaggiare con i loro contenuti,
i quali rispecchiano quasi sempre
i bei progetti che vorrei realizzare.

Così trovo interessante solcare
i sentieri della mia esplorazione;
essi si diramano verso quei posti
che mi risultano più confortevoli,
volendo io soprattutto perseguire
il pieno appagamento del mio spirito.

Infine mi ritrovo ad aggrapparmi,
con gli artigli delle mie brame,
al contenuto di forti stati emotivi
che mi scombussolano la psiche
e apportano alla mia coscienza
accesi fervori di ansie e di sospiri.

Bastano essi a farmi ricaricare
di un modo di volere più incisivo,
ma anche di un tipo di pensare
diverso dalla comune riflessione,
avendo intenzione di scandagliare
l’intero mio universo psichico.