14:24 22/07/2020 Lezione 30 Lezione 30

di Luigi Orabona

 

Lezione 30

30.1-Forma Aggettivale dei Derivati Numerici Composti
30.2-Forma Sostantivale dei Derivati Numerici Composti
30.3-Riepilogo dei Derivati dei Numeri Cardinali e Ordinali

____________________________________

30.1-Forma Aggettivale dei Derivati Numerici Composti

1) Forma Aggettivale con Aggettivi Determinativi


La forma aggettivale con aggettivi determinativi si ottiene, premettendo ad essi i prefissi Ani (da an=tutto), Nai (da na=nessuno), Emi (da em=molto), Mei (da me=poco), Eki (da ek=o-gni), Ul (da ul=quale), Opi (da op=quanto), Gi (da gi=alcuni-e). Gli aggettivi formati con ul hanno anche la forma plurale, la quale si ottiene premettendo uli. Inoltre, aggiungendo a tali aggettivi i suffisi del genere e quelli neutri, si hanno le forme personale e neutra, che sono consigliate solo con i numeri fino a nove.

Anific=tutti-e e due i (le); anikid=tutti-e e tre i (le); anilig=tutti e quattro i (le); anibier=tutti-e e cento i (le);
naific=nessuno-a dei (delle) due; naikid=nessuno dei (delle) tre; naibair=nessuno-a dei (delle) dieci; naibier=nessuno-a dei (delle) cento; naibiriek=nessuno-a dei (delle) mille;
emibier=molti dei cento; emimaih=molti dei cinquanta; emibiriek=molti dei mille; emipain=molti dei sessanta;
meikaid=pochi dei trenta; meikied=pochi dei trecento; meimaih=pochi dei cinquanta; meifairiv=pochi dei ventisette;
ekific=ogni due; ekikaid=ogni trenta; ekibier=ogni cento; ekibi-riek=ogni mille; ekibiriop=ogni milione.
Ulkid=quale dei tre / ulikid=quali dei tre; ultiz=quale dei nove / ulitiz=quali dei nove; ulbaikid=quale dei tredici / ulibaikid=quali dei tredici;
opilig=quanti dei quattro; opiraiv=quanti dei settanta; opisix=quanti degli otto; opimaih=quanti dei cinquanta; opipien=quanti dei seicento.
Gitiz=alcuni dei nove; gifaic=alcuni dei venti; gibaimih=alcuni dei quindici; gikaibir=alcuni dei trentuno.

In pratica, avremo:

Anific bavel=tutti e due i libri; anikid elkep=tutte e tre le lezioni;
naific ebloz=nessuno dei due anelli; anikid xaop=tutti e tre i giornali;
anibair levab=tutte e dieci le pagine; nailig lumas=nessuno dei quattro eventi;
naimih muxap=nessuna delle cinque storie; emibier tord=molti dei cento soldati;
meifiec levab=poche delle duecento pagine; ekific dont=ogni due bambini;
ulkid dukeb (revop)=quale dei tre alunni; uliriv dukeb=quali dei sette alunni;
opisix moed=quante delle otto case; gitiz curbem=alcune delle nove ville.

Forma Personale e Forma Neutra

Anificid=tutti e due gli uomini; anificin=tutte e due le donne;
anifìciod=tutti e due i ragazzi; aniligiv=tutte e quattro le cose;
naificid (na mu ficid)=nessuno dei due uomini;
nailigil (na mu ligil)=nessuna delle quattro persone;
naimihion (na mu mihion)=nessuna delle cinque ragazze;
naikidiov (na mu kidiov)=nessuno dei tre fatti (avvenimenti);
emi mu bieriod=molti dei cento ragazzi; emi mu faicion=molte delle venti ragazze;
mei mu baificid=pochi dei dodici uomini; mei mu bairin=poche delle dieci donne;
mei mu faicil=poche delle venti persone; ul mu piniol=quale dei sei ragazzi (misto);
uli mu piniod=quali dei sei ragazzi; opi mu mihil=quante delle cinque persone;
opi mu riviod=quanti dei sette ragazzi; opi mu sixion=quante delle otto ragazze;
gi mu bairid (gi bairid)=alcuni dei dieci uomini; gi mu pinin=alcu¬ne delle sei donne.

2) Forma Aggettivale con Aggettivi Qualificativi

La Forma Aggettivale con Aggettivi Qualificativi si ottiene, premettendo l’aggettivo numerale cardinale (privato della consonante finale) ad un aggettivo qualificativo.

Da asbik=dimensionale, abbiamo: biasbik=unidimensionale;
fiàsbik=bidimensionale; kiàsbik=tridimensionale; liàsbik=quadridimensionale.
Da blasit=nato, abbiamo: biblasit=primogenito; fiblasit=secondogenito;
kiblasit=terzogentito; liblasit=quartogenito; miblasit=quintogenito;
piblasit=sestogenito.
Da furtim=valente (chim.), abbiamo: bifurtim=monovalente;
fifurtim=bivalente; kifurtim=trivalente; lifurtim=tetravalente;
mifurtim=pentavalente; pifurtim=esavalente.
Da xerob=ultimo, abbiamo: fixerob=secondultimo o penultimo;
kixerob=terzultimo; lixerob=quartultimo; mixerob=quintultimo; pixerob=sestultimo

Quanto allo sport, abbiamo:

Ligier (da lig=quattro e bier=cento)=quattro per cento; ligieg (da lig=quattro e lieg=quattrocento)=quattro per quattrocento; nubras ligier=staffetta 4x100.

30.2-Forma Sostantivale dei Derivati Numerici Composti

1) Con Sostantivi Comuni

La Forma Sostantivale con Sostantivi Comuni si ottiene, premettendo l’aggettivo numerale cardinale (privato della consonante finale) ad un sostantivo che non sia una frazione di tempo.

Da cekaf (dente): cekaf=bidente / cekaf=tridente / cekaf=quadridente.
Da durpir (comandante): durpir=comandante in capo o supremo / durpir=comandante in seconda.
Da broz (nonno): fibroz=bisnonno / kibroz=trisnonno.
Da zorb (nipote di nonno): fizorb=bisnipote / kizorb=trisnipote.
Da ald (angolo): kiald=triangolo; liald=quadrangolo; miald=pentagono; piald=esagono; riald=ettagono; siald=ottagono; tiald=ennagono; biald=decagono; baifald=dodecagono; baimald=pentadecagono.
Da ong (faccia): liong=tetraedro;
Da bucok (vocale): fibucok=dittongo; kibucok=trittongo; libucok=quadrittongo.
Da demul (via, strada generica): demul=bivio / demul=trivio / demul=quadrivio.
Da esk (sillaba): biesk=monosillabo (sm) / bieskik=monosillabo, monosillabico (agg.); fiesk=bisillabo (sm); kiesk=trisillabo (sm); liesk=verso di quattro sillabe (quadrisillabo); miesk=verso di cinque sillabe (quinario); piesk=verso di sei sillabe (senario); riesk=verso di sette sillabe (settenario); siesk=verso di otto sillabe (ottonario); tiesk=verso di nove sillabe (novenario); baiesk=verso di dieci sillabe (decasillabo); baibesk=verso di undici sillabe (endecasillabo); baifesk=verso di dodici sillabe (dodecasillabo).
Da odez (giogo): fiodez=biga / liodez=quadriga / piodez=sestiga.
Da hoel=persona: kioel=terziglia / lioel=quadriglia.
Da noced (numero): ficed=ambo / kiced=terno / liced=quaterna / miced=cinquina.
Da zoev (cosa): foev=coppia, paio (insieme di due cose) / foevik=binario; koev=terna o terzina / koevik=ternario; loev=quaterna (insieme di quattro elementi) / loevik=quaternario.
Da vohar (foglio): mihar=quinterno / miehar=risma.
Da zueber (verso): fiber=distico / kiber=terzina / liber=quartina / piber=sestina / siber=ottava.
Da haort (termine): biort=monomio; fiort=binomio; kiort=trinomio; liort=quadrinomio.
Da kaur (fila): kàurib=in fila per uno / kàurif=in fila per due / kàurik=in fila per tre.
Da badat (colonna): fidat=distilo; midat=pentastilo; pidat=esastilo.
Da batof (apertura): fitof=bifora; kitof=trifora; litof=quadrifora.
Da ceab=coltivazione: kideab=terzeria; ligeab=quarteria; miheab=quinteria.
Da cozaep=equazione: cozaepib=equazione di primo grado / cozaepif=equazione di secondo grado; cozaepik=equazione di terzo grado.

2) Con Frazioni di Tempo

1) Premettendo gli aggettivi numerali cardinali da 1 a 999 (privati della loro consonante finale) ad un vocabolo di frazione di tempo, si ottengono i seguenti sostantivi verbalizzabili:

vax (secondo) / fivax=durata di due secondi; bep (minuto) / bibep=durata di un minuto; fok (ora): lifok=durata di quattro ore; kus (giorno) / mikus=durata di cinque giorni; lom (settimana) / pilom=durata di sei settimane; mel (mese) / fimel=bimestre / kimel=trimestre / limel=quadrimestre; por (anno) / fipor=biennio / kipor=triennio / lipor=quadriennio / mipor=quinquennio, lustro / baipor=decennio / faipor=ventennio; ruc (secolo) / siruc=durata di otto secoli; sah (millennio) / tisah=durata di nove millenni.

La forma verbale di tale derivato assume il seguente significato:

Kaivaxi=durare trenta secondi; limeli=durare quattro mesi; kiruci=durare tre secoli; tisahi=durare nove millenni.

La forma aggettivale di tale derivato assume il seguente significato:

Kiporik=triennale, che dura tre anni; kirucik=che dura tre secoli; fimelik=bimestrale, che dura due mesi; fisahik=che dura due millenni.

2) Premettendo al derivato 1) il prefisso hoi (da ho=quando), si ottiene il seguente nuovo derivato:

Hoifipor=a due anni, all’età di due anni, quando aveva due anni; hoilimel=all’età di quattro mesi, quando aveva quattro mesi; hoikilom=quando aveva tre settimane; hoimikus=quando aveva cinque giorni.

3) Premettendo al derivato 1) il prefisso foi (da fod=fine, termine), si ottiene il seguente nuovo derivato:

Foipimel=al termine dei sei mesi; foikipor=al termine dei tre anni; foilikus=al termine dei quattro giorni; foifilom=al termine delle due settimane.

4) Premettendo al derivato 1) il prefisso ei, si ottiene il seguente nuovo derivato:

Eifilom=in due settimane; eibibep=in un minuto; eikivax=in tre secondi; eilikus=in quattro giorni; eimipor=in cinque anni; eipimel=in sei mesi.

5) Aggiungendo al derivato 1) il suffisso ig (da galb=ricorrenza ), si ottiene il seguente nuovo derivato:

Biporig=anniversario; birucig=centenario; firucig=bicentenario; bisahig=millenario; biporigik=che avviene o ricorre ogni anno; birucigik=che avviene o ricorre ogni secolo; bikusigik=che avviene o ricorre ogni mese.

6) Mettendo l'affisso xe (da xeb=volta) nel derivato 1), prima della frazione di tempo, si ottiene il seguente nuovo derivato:

Fixelom=due volte la (ogni) settimana; kixepor=tre volte all’anno; mixemel=cinque volte al (ogni) mese; lixefok=quattro volte ogni ora.
Fixelomik=bisettimanale, che avviene due volte la settimana; kixeporik=che avviene tre volte all’anno; lixemelik=che avviene quattro volte al mese.

7) Aggiungendo ad un vocabolo di frazione di tempo (mediante il gruppo vocalico ie) una consonante numerica, si ottiene il seguente derivato:

Porief=per il secondo anno; meliek=per il terzo mese; lomiel=per la quarta settimana; rucier=per il settimo secolo.

30.3-
Riepilogo dei Derivati dei Numeri Cardinali ed Ordinali

I Derivati dei Numeri Cardinali ed Ordinali vengono qui presentati, ricorrendo al numero due=fic (anche se a volte esso risulta inadeguato), quale esempio per tutti i restanti numeri che lo possono sostituire senza restrizioni nella formazione dei derivati. Per il solo derivato relativo al nome delle figure geometriche si è ricorso (per ovvie ragioni) al numero tre=kid.

Anific=(da fic e an=tutto) tutti e due / anific bavel=tutti e due i libri
Eifipor=(da ei, fic=due e por=anno) in due anni
Ekific=(da ek=ogni e fic=due) ogni due
Emific=(da em=molto e fic=due) molti dei due (invariabile nel genere)
Faic=(da fic=due e affisso a) venti
Fiasbik=(da fic=due e asbik=dimensionale) bidimensionale
Fiber=(da fic=due e zueber=verso) distico, strofa di due versi
Fiblasit=(da fic=due e blasit=nato) secondogenito
Fìbroz=(da fic=due e broz=nonno) bisnonno
Fiesk=(da fic=due ed esk=sillaba) bisillabo, parola di due sillabe / fieskik=bisillabico
Ficed=(da fic=due e noced=numero) ambo (sm)
Ficiek=(da fic=due e suffisso ek=000) duemila
Ficekaf=(da fic=due e cekaf=dente) bidente
Fìciex=(da fic=due e faex=ordine) secondo / ificiex=per secondo
Ficiexeb=(da ficiex=secondo e xeb=volta) seconda volta; ificiexeb=per la seconda volta
Ficiexied=(da ficiex=secondo e ied=suffisso di uomo) secondo uomo
Ficiexidr=(da ficiex e idr=loro) (il) secondo di loro
Ficiez=(da fic=due e xorbez=moltiplicazione) doppio, due volte più grande; ficiezi=raddoppiare; ficiez pu=due volte più grande di; ius ficiez=meno del doppio; isu ficiez=più del doppio
Ficid=(da fic=due e id=suffisso di uomini) due uomini; le (gu) ficid=la (una) coppia di uomini; ku ficid=chi dei due uomini; anificid=tutti e due gli uomini; naificid=nessuno dei due uomini; meitizid=pochi dei nove uomini; emibierid=molti dei cento uomini; ul ficid=quale dei due uomini; uli ficid=quali dei due uomini; opi sixid=quanti degli otto uomini; us ficid=meno di due uomini; su ficid=più di due uomini; mu ficid=su due uomini; eug ficid=circa due uomini
Ficir=(da fic=due e hemar=gruppo di persone) in due, in numero di due
Ficirb=(da fic=due, hemar=gruppo di persone e xeb=volta) (in) due alla (per) volta; a due a due
Ficipl=(da fic=due e ipl=ci, noi) due di noi
Ficib=(da fic=due e xeb=volta) due volte. Da cui: le (gu) ficib=il (un) paio di volte; ificib=in due volte; fìcib ek mikus=due volte ogni cinque giorni (vedi ek fipor)
Ficiud=(da fic=due e dean=uomo) due degli uomini
Ficiuf=(da fic=due e uf=00) due per cento (di); ficiuk=due per mille; ecc...; ficiuf le salef=due per cento del caffè; ficiuf li dean=due per cento degli uomini
Ficiop=(da fic=due e suffisso op=000.000) due milioni
Ficiox=(da fic=due e zebrox=divisione) un mezzo (usato anche come denominatore di frazione); ficioxi=dividere in due parti; ius ficiox=meno di un mezzo; isu ficiox=più di un mezzo; kid ficiox=tre mezzi; fìcioxid=la metà degli uomini; ius fìcioxid=meno della metà degli uomini; isu fìcioxid=più della metà degli uomini; li fic kidiox naed=i due terzi delle donne; li fic kidiox le feap=i due terzi del pane; ficioxit=diviso in due parti
Ficiut=(da fic e suffisso ut=000.000.000) due miliardi
Ficiuz=(da fic=due e xorbez=moltiplicazione) duplice, composto di due parti; ficiuzi=duplicare
Fidemul=(fic=due e demul=strada) bivio
Fidurpir=(da fic=due e durpir=comandante) comandante in seconda
Fiec=(da fic=due e affisso e) duecento
Fiodez=(da fic=due e odez=giogo) biga; liodez=quadriga; piodez=sestiga
Fixelom=(da fic=due, xeb=volta e lom=settimana) due volte la (ogni) settimana; fixelomik=bisettimanale, che avviene due volte la settimana
Fifurtim=(da fic=due e furtim=valente) bivalente
Fimerob=(da fic=due e merob=ultimo) penultimo, secondultimo
Fiort=(da fic=due e haort=termine) binomio
Fiok=(da fi=102 e ot=potenza) alla seconda (potenza)
Fipor=(da fic e por=anno) biennio, periodo di tempo di due anni; fìporik=biennale; fipori=durare due anni; usifipor=meno di due anni; eius fipor=in meno di due anni: sufipor=più di due anni; eisu fipor=in più di due anni
Fiporig=(da fipor e galb=ricorrenza) ricorrenza biennale; fitètigik=che avviene o ricorre ogni due anni.
Fiporist=(da fipor e ost=fa, addietro, or sono) due anni fa; ius fiporist=meno di due anni fa; isu fiporist=più di due anni fa
Fiporix=(da fipor e xux=età) bienne, di due anni, che ha due anni
Fixerob=(da fic=due e xerob=ultimo) secondultimo o penultimo
Fìzorb=(da fic=due e zorb=nipote di nonno) bisnipote
Flo fipor=(da flo=tra e fic=due) tra due anni
Foev=(da fic=due e zoev=cosa) coppia, paio (di cose)
Foifipor=(da fod=fine, termine e fipor) al termine di due anni
Hoifipor=(da ho=quando e fipor) a due anni, all’età di (quando aveva) due anni
Ificiex=(da ficiex=secondo) per secondo
Kaurif=(da kaur=fila e fic=due) in fila per due
Kiald=(da kid=tre e ald=angolo) triangolo
Kiel=(da kid=tre e hoel=persona) terziglia
Kuific=(da ku=chi e fic=due) chi dei due; kuific dean (kuificid)=chi dei due uomini
Loifìciez=(da lomet=aumento, fic=due e xorbez=moltiplicazione) aumentato del doppio; loificiezi=aumentare del doppio
Loificiox=(da lomet=aumento, fic e zebrox=divisione) aumentato di un mezzo, della metà; loificioxi=aumentare della metà
Meific=(da me=poco e fic=due) pochi dei due (invariabile nel genere)
Moific=(da mos=sovrastante e fic) sopra di due
Muific=(da mu=di, tra, su e fic=due) su due
Naific=(da na=nessuno e fic=due) nessuno dei due
Opific=(da op=quanto e fic=due) quanti dei due (invariabile nel genere)
Porief=(da ficiex=secondo, por=anno) per il secondo anno
Porièfub=(da porief e zadub=consecutivo) per il secondo anno consecutivo
Soific=(da som=sottostante e fic=due) sotto di due
Suific=(da isu=più di, oltre e fic=due) più di due, oltre due
Usific=(da ius=meno di e fic=due) meno di due