di Luigi Orabona

 

Lezione 24

24.1-Preposizioni Proprie ed Improprie
24.2-I Complementi e lerelative Preposizioni
24.3-Complementi senza Preposizioni
24.4-Riepilogo dei Complementi e delle relative Preposizioni

________________________________

24.1-Preposizioni Proprie e Improprie

1) Preposizioni Proprie

Nella Raubser, la maggior parte delle preposizioni proprie derivano dai vocaboli dei rispettivi complementi. Alcune rappresentano la parte iniziale oppure quella finale degli stessi. Perciò le possiamo definire derivate. Invece quelle che non derivano da alcun vocabolo si definiscono primitive. Le preposizioni si accompagnano sempre con l'articolo, quando non precedono un aggettivo determinativo. Adesso passiamo in rassegna le une e le altre.

Ago=presso, da, in presenza di (primitiva) (Compl. di luogo)
Ank=verso, intorno a (primitiva) (Compl. di tempo determinato)
Apu=verso, nei confronti di, nei riguardi di (da apuod=confronto) (Compl. di relazione e stima o valore)
Are=durante (da arez=durata) (Compl. di tempo continuato)
As=a, in (da aspur=direzione) (Compl. di moto a luogo e tempo continuato)
Asp=diretto a (da aspur=direzione, verso) (Compl. di moto a luogo e tempo continuato)
Ba=da (da bapus=azione) (Compl. di agente e causa efficiente)
Bo=per (da bofac=propensione) (compl. di favore o vantaggio)
Bru=da, di (da brum=origine) (Compl. di origine e provenienza)
Ca=contro (di) (da cafob=avversione) (Compl. di sfavore o svantaggio)
Da=da, di (da dakuz=abbandono di un luogo) (Compl. di moto da luogo, allontanamento/lontananza, distanza, separazione e tempo continuato)
De=senza fare eccezione di, senza prescindere da (da derpas=inclusione) (Compl. d'inclusione)
Def=da parte di, proveniente da (da defuz=provenienza) (specificazione soggettiva).
Du=di, in (da duvrakipus=specificazione) (Compl. di specificazione, abbondanza, privazione, pertinenza e denominazione)
Ecu=secondo, a seconda di (da ecurp=rapporto) (Compl. di relazione o rapporto)
Edo=secondo, stando a, (primitiva) (Compl. di relazione)
Elp=tenendo conto di, considerando, senza prescindere da (da delp=conto, considerazione) (Compl. d'inclusione)
Ep=per, da, in, a (da varep=fine, scopo) (Compl. di fine o scopo)
Ert=con, per, a, in, mediante, tramite, a mezzo (da ertox=mezzo) (Compl. di mezzo/strumento, condanna, prezzo e pena)
Es=per (primitiva) (Compl. di tempo determinato)
Esb=verso (di) (da esbes=meta) (Compl. di moto a luogo)
Eug=circa (da pareug=approssimazione) (Compl. di quantità, stima, prezzo e tempo)
Flo=tra (primitiva) (Compl. di tempo determinato)
Fu=di, da, con (da fuex=qualità) (Compl. di qualità)
Ge=di, su, circa, intorno a (da geas=argomento) (Compl. di argomento)
Ha=a (da haort=termine) (Compl. di termine)
Kor=secondo, come previsto da (da koroup=previsione) (Compl. di relazione)
Lo=per, invece di (da lofus=sostituzione) (Compl. di sostituzione/scambio)
Ma=per, destinato a, (da maurb=destinazione) (Compl. di destinazione)
Mu=di, tra, su (da mub=parte di un tutto) (Compl. partitivo)
Ne=di, in (da nepug=materia) (Compl. di materia)
Om=come, alla guisa di (primitiva) (Compl. di paragone)
On=a, di (primitiva) (Compl. di tempo determinato)
Org=con, in, a, di, da, come (da orgum=modo, maniera) (Compl. di modo o maniera)
Osp=da, per, a, in, come, in conto di (da ospam=predicato) (Compl. predicativo)
Oz=addosso a (da ozeb=addosso) (Compl. di stato in luogo e moto a luogo)
Ple=a parte, a prescindere da, senza tener conto di (da pled=mancanza di considerazione) (Compl. di esclusione)
Po=oltre a, in aggiunta a (da potas=aggiunta) (Compl. d'inclusione)
Pra=anziché, piuttosto che, invece di (da praog=antipatia) (Complem. di avversione)
Pu=di, che (da pudet=paragone) (Compl. di paragone)
Sa=tranne, eccetto, salvo, fuorché, all'infuori di (da sapred=esclusione) (Compl. di esclusione)
Sbe=lungo (primitiva) (Compl. di luogo)
Sku=tra (di) (da skuv=reciproco) (Compl. di relazione)
So=in, nel tempo di (Compl. di tempo determinato)
Spa=entro, prima della fine di (primitiva) (Compl. di tempo e luogo)
Sto=per, da, attraverso (da stoep=attraversamento) (Compl. di moto per luogo)
Ta=da, di, per, a (da tarez=causa) (Compl. di causa, colpa ed accusa)
Tro=malgrado, nonostante (da trouv=concessione) (Frase concessiva)
Tu=riguardo a, in relazione a (da turuf=relazione) (Compl. di relazione)
Tum=verso, incontro a (da tumuz=incontro) (Compl. di moto a luogo)
Uap=per, fino a (da kruap=estensione) (Compl. di estensione, moto a luogo e tempo continuato)
Ub=per, in occasione di (da ubaef=occasione) (Compl. di circostanza)
Un=in, a (da unc=luogo) (Compl. di stato in Luogo)
Urm=di, da, in, per, a, quanto a, (da paurm=limite) (Compl. di limitazione e relazione)
Ut=di, per, a (da cedut=infinito presente) (Preposizione infinitiva)
Vo=con, insieme con, tra (da voaz=in compagnia) (Compl. di compagnia, unione, circostanza e relazione)
Voz=insieme con, in compagnia di (da voaz=in compagnia) (Compl. di compagnia)
Vru=appena (primitiva) (Compl. di quantità, stima, prezzo e tempo)
Xa=a proposito di, in merito a (da xabab=proposito) (Compl. di limitazione e relazione)
Xe=di (da xeuf=quantità) (Compl. di quantità, distanza, misura, peso, prezzo, età e tempo determinato)
Xo=secondo, in dipendenza di, in base a (da xoab=dipendenza) (Compl. di relazione)
Zov=senza (di), senza (la) compagnia) di (primitiva) (Compl. di privazione e modo o maniera)

2) Preposizioni Improprie

Aisu=a più di (da a e isu=più di) (Compl. di distanza e quantità)
Aius=a meno di (da a e ius=meno di) (Compl. di distanza e quantità)
Bim=vicino a, presso, nei pressi di, nelle vicinanze di (da bem=parte vicina) (Compl. di luogo)
Cin=alla superficie di (da cun=superficie) (Compl. di luogo)
Dif=all'inizio di, nella parte iniziale di (da dof=inizio, principio) (Compl. di luogo)
Dis=al di sopra, nella parte sovrastante di (da dus=parte aerea che è al di sopra) (Compl. di luogo)
Fid=alla fine di (da fod=fine, termine) (Compl. di luogo)
Fig=sul lato destro di, alla destra di (da fag=destra) (Compl. di luogo)
Gif=sul lato sinistro di, alla sinistra di, (da gaf=sinistra) (Compl. di luogo)
Gir=al o nel centro di (da gor=centro) (Compl. di luogo)
Hit=in cima a, sulla cima di (da hat=cima) (Compl. di luogo)
Ieug=a circa (da i ed eug=circa) (Complento di distanza)
Ifuex=in qualità di (da i e fuex=qualità) (Compl. predicativo)
Iop=quanto (da i e op=quanto) (Compl. di paragone)
Istem=a distanza di (da i e stem=distanza) (Compl. di distanza)
Isu=più di (da i e su=più) (Compl. di paragone)
Ius=meno di (da i e us=meno) (Compl. di paragone)
Ixir=ai lati, ai fianchi di (da i e xar=parte laterale) (Compl. di luogo)
Ixit=agli estremi di, alle estremità di (da i e xut=parte estrema) (Compl. di luogo)
Ixux=all'età di (da i e xux=età) (Compl. di età)
Kil=(d)avanti a, dinanzi a (da kel=parte antistante) (Compl. di luogo)
Kip=prima di (da kop=parte precedente in ordine di tempo) (Compl. di tempo)
Lik=dietro, a tergo di (da lek=parte retrostante) (Compl. di luogo)
Lim=al di qua, nell’al di qua (di) (da lam=parte citeriore, che è al di qua) (Compl. di luogo)
Mib=lontano (da) (da meb=parte lontana) (Compl. di luogo)
Mil=al di là, nell’al di là (di) (da mal=parte ulteriore, che è al di là) (Compl. di luogo)
Mis=su, sopra (da mos=parte sovrastante) (Compl. di luogo)
Muiek=su ogni (da mu=su e ek=ogni) (Compl. di Distribuzione)
Nic=sul fondo di (da nuc=fondo) (Compl. di luogo)
Niz=dentro (da nez=parte interna) (Compl. di luogo)
Pik=dopo (di) (da pok=parte seguente o posteriore in ordine di tempo) (Compl. di tempo)
Piv=su, in alto (a), nell’alto (di) (da pev=parte alta) (Compl. di luogo)
Puih=che a (da pu=di, che e ha=a) (Compl. di paragone)
Rig=intorno a, nei dintorni di (da rog=luogo circostante, plur. dintorni) (Compl. di luogo)
Rix=di fronte o dirimpetto a (da rax=parte frontale) (Compl. di luogo)
Sid=al di sotto di (da sud=parte che è al di sotto) (Compl. di luogo)
Sim=sotto (di) (da som=parte sottostante) (Compl. di luogo)
Suip=più di, più che (da su=più e pu=di) (Compl. di paragone)
Tih=alla base (di); (da tah=base) (Compl. di luogo)
Tix=tra (da tux=parte mediana) (Compl. di luogo e tempo determinato)
Usip=meno di, meno che (da us=meno e pu=di) (Compl. di paragone)
Vip=in basso a, nel basso di (da vep=parte bassa) (Compl. di luogo)
Xir=di lato a, di fianco a (da xar=parte laterale) (Compl. di luogo)
Xit=all'estremo di, all'estremità di (da xut=parte estrema) (Compl. di luogo)
Zin=fuori, all'esterno di (da zen=parte esterna) (Complementi di luogo)

24.2-Complementi e le relative Preposizioni

I complementi, con le preposizioni che li reggono, vengono riportati in ordine alfabetico.

Abbondanza: du=di, in (come specificazione).

La campagna abbondava di frutta.=Le zugap ferkies duil panuar.
La (mia) mamma eccede in raccomandazioni.=Aib babien reloziam dui sekor.
La città è ricca di negozi.=Le paguz seiam bonet dui cupoc.
La botte era piena di vino.=Le cesad seies mogup duil puler.
Ella reggeva una bottiglia di acqua.=En bokaries gu nopex duil vebas.
Il bicchiere trabocca di spumante.=Le xepon elpotiam duil haposiag.
Il tuo dipinto è ricco di originalità.=Oif kosez seiam bonet duil onetias.
Il mio cuore era colmo di felicità.=Aib efer seies lorap duil proezias.
Il pullman era carico di passeggeri.=Le rohat seies cosok dui garfed.
Il lago è abbondante di pesci.=Le maxuk seiam ferkiz dui obep.

Accusa: vedi Compl. di Causa.

Agente e Causa efficiente: ba=da (da bapuc=azione).

Gli alunni sono stati lodati dal maestro.=Li revop seiam seit feokit bail pover.
Il naufrago venne salvato dal proprio cane.=Le oblavied seiok boertit ba cup lutak.
Egli è stato aiutato dalla fortuna.=Ud seiam seit medosit bail lakoat.
Il pranzo è stato offerto dalla ditta.=Le fusep seiam seit netavit bail vodeg.
Le cantine erano state invase dai topi.=Li xerben seies seit masonit bai lueraf.
Sarete puniti dalla (vostra) mamma.=Erz seiur vodafit ba eirz babien.
La casa venne travolta da una valanga.=Le moed seiok tatemit baig rulhaf.
Tu fosti colpito dal sasso.=Of seiok sorokit bail masak.
Il campanile è stato raggiunto da un fulmine.=Le koraun seiam seit beronit baig topek.
Il paese rimase distrutto dal terremoto.=Le kefap poburiok vasapit bail blados.
Il gatto fu investito da una motocicletta.=Le tagop seiok enovit baig cobok.

Allontanamento/Lontananza: da (come moto da luogo); mib=lontano da.

Non vi allontanate troppo da casa.=Irziv meabiusti ieul dail moed.
Essi furono banditi dalla (loro) patria.=Udr seiok gerufit da uidr horp.
Le mie opinioni discordano dalle tue (da quelle tue).=Aibi doveb purabiam da uori oif.
È meglio stare lontano da lui.=Seixam bulef pusi mibid (mebik daid).
Il distacco dalla propria casa è doloroso.=Le mevad da cup deom seiam peadip.
Bisognerebbe (forse bisogna) astenersi dal fumo.=Etu ofalixam ganti dail sanef.
Poche persone sono esenti da pregiudizi.=Mei hoel seiam mebenik dai korp.
Nessuno (nessuna persona) è immune da difetti.=Naiel seiam rebaz dai sexor.
L’esercito nemico era stato avvistato lontano dalla città.=Le drot rusel seies seiet ruopovit mibil (mebik dail) paguz.

Argomento: ge=di, su, circa, intorno a (da geas=argomento)

Egli mi riferì le sue idee circa il progetto.=Ud praziok hib uidi sult geil gezov.
Parliamo un po' di noi.=Lariplust gime geipl.
Mio zio ha scritto un libro sulla fantascienza.=Aib buket ebiam duepit gu bavel geil rousul.
Essi discussero intorno alle origini dell’uomo.=Udr natrebiok gei brum duil hues.

Avversione: pra=anziché, piuttosto che, invece di (da praog=antipatia).

Berrò l’acqua piuttosto che il vino.=Ab voliur le vebas prail puler.
Ella preferirebbe la mozzarella, anziché il formaggio.=En karalink le feodam prail gemuk.
L’ospite accettò il tè invece del caffè.=Le rudouz paneviok le mah(iag) prail salef(iag).

Causa, Colpa e Accusa: ta=da, di, per, a, con, a causa di, per colpa di, per motivi di (da tarez=causa).

Voi tremate dal freddo.=Erz treabiam tail talf.
Con (a causa di) tutti quei debiti, egli non potrà (non gli sarà permesso di) andare in ferie.=Itarez ani uor modof, uiv uspixur hid kousi asi eflad.
La vecchia morì di (a causa della) fame.=Le naohien salbiok tail dobar.
Non siamo usciti per la (a causa della) pioggia.=Apl uiv ebiam zenit tail gotar.
A quell’orrendo spettacolo, essi impallidirono.=Ta uor puneb doblek, udr puelkiok.
Ella non è stata puntuale a causa del ritardo del treno.=En uiv seiam seit fasud tail saluob duil bedek.
Per lo sciopero dei traghetti, non potrò (mi sarà permesso di) attraversare lo stretto.=Tail raxes dui nastor, uiv uspixur hib stoepi le lorukic.
Ero felice del tuo arrivo.=Ab seies proez ta eif paen.
Per motivi di studio, essi rimasero a (nella propria) casa.=Tail luob, udr poburiok un cup moed.
La regione era famosa per il suo clima mite.=Le sadar seies dakonip ta aiv rukan sudex.
Gli studenti sono contenti della fine della scuola.=Li luobir seiam beful tail lest-fod.
I due fratelli sono stati denunciati per furto.=Le (li) fic foram seiam seit gapamit tail lubuf.
Lo condannarono (fu condannato) per bancarotta fraudolenta.=Ud seiok suvobit tail gaotrok madour.
Carlo fu ingiustamente accusato di omicidio.=Karlo seiok sumekit vifepatest tail huesiaz.
Quell’uomo è colpevole del reato di estorsione.=Uoried (uor dean) seiok zexubim tail foguz duil paeleb (tail paeleb-foguz).
Sono rimasto deluso dal comportamento di mia sorella.=Ab ebiam poburit tocekip tail (bail) gutas du aib foramien.
Sull’autostrada il traffico è bloccato da un incidente.=Misil kotral le pleur seiam hozatit taig mupob.
Mia madre era costretta su una sedia a rotelle da una malattia.=Aib brevien seies dostekit misig gurkaev taig (baig) pauk.
Il bicchiere è caduto per colpa di mio fratello.=Le xepon ebiam lefudit tail zexub du aib foram.
Il piatto si è rotto per colpa sua (di lei).=Le malap ix seiam rokunit ta ein zexub.

Causa Efficiente: vedi Compl. di Agente.

Circostanza: vo=con; ub=per, in occasione di (da ubaef=occasione)

Siamo dovuti uscire con il maltempo.=Apl ebiam roit zeni voil feldoet.
Ho studiato con il mal di testa.=Ab ebiam luobit voil foukabon.
Per (in occasione del) Natale, mio marito mi regalerà una pelliccia.=Ubil Blaes aib gert geloriur gu pafeot hib.

Colpa: vedi quello di causa.

Compagnia e Unione: vo=con, insieme con (da voaz=in compagnia); voz=in compagnia di.

Fabio è arrivato con tre amici.=Fabio ebiam paenit vo kid lesur.
Ella è uscita con il suo (il proprio) cane.=En ebiam zenit vo cup lutak.
Andrà in ferie con moglie e figli.=Ud kousiur asi eflad voil gertien ec li verb.
Ero partito insieme con la mia ragazza.=Ab ebies neapit vo aib etuokien (voz aibian).
Lucia trascorse la serata in compagnia del suo (proprio) fidanzato.=Lucia seumiok (puroziok le seumeod) voz cup edoup.
Egli ha trascorso il pomeriggio con la sua (propria) musica preferita.=Ud ebiam motetit (ebiam purozit le motet) vo cup lebus karalit.
La mia nonna paterna viveva sola con il suo dolore.=Aib deibrozien dukies treb vo cup pead.
Maria è tornata dal lago con la febbre.=Maria ebiam suokit dail maxuk voil lenup.
Il mio amico è rimasto solo con il suo dramma.=Aib lesur ebiam poburit treb vo cup kablud.
Bisogna mettersi in (=intraprendere il) viaggio con pochi bagagli.=Ofalixam paxeri gu daup vo mei loluef.
Dario viaggia sempre con la sua ventiquattrore.=Dario daupiam texu vo cup dutrus.
Eva va a scuola con lo zaino.=Eva kousiam asil lest voil otrup.
Mio zio cammina sempre con la testa fra le nuvole.=Aib buket femuriam texu voil kabon tixi satez.

Condanna: vedi Compl. di Mezzo o Strumento.

Convenienza: vedi Compl. di Pertinenza.

Denominazione: du=di (Come Compl. di Specificazione).

Nel mese di agosto andrò in vacanza.=Onil mel du suxat (onil suxatiel) kousibur asil hafas.
Le è stato dato il nome di Federica.=Il nome di Federica è stato dato a lei.=Le sobuv du Federika seiam seit noekit hin.
La città di Milano è molto caotica.=Le paguz du Milan seiam iem meafip.

Destinazione: ma=per, diretto a, destinato a (da maurb=destinazione)

Finalmente mi hanno portato i mobili per la cucina.=Xupuek ebidram oremit li oltur mail ekuapic hib.
Mia sorella è partita per (diretta a) Roma.=Aib foramien ebiam neapit ma Roma.
Mi hanno consegnato una lettera per (destinata a) te.=Ebidram bofepit hib gu baleg maif (maurbit hif).

Distanza: xe=di (da xeuf=quantità); eug=circa; ieug=a circa; da=da; xeug=di circa; flo=tra; isu=più di; ius=meno di; aius=a meno di; aisu=a più di; flius=tra meno di; istem=a distanza di; sted=distante da (da stem=distanza e da=da).

Mio fratello ha una villa a pochi passi da qui (distante da qui pochi passi).=Aib foram ebiam gu curbem aimei dorl da uz (sted uz mei dorl).
La casa del mio amico è a due minuti di auto dalla città (dista dalla città due minuti di automobile).=Le moed du aib lesur seiam aific bep du tahor dail paguz (stemiam dail paguz fic bep du taohr).
L’automobile si guastò a due chilometri da casa (mia).=Le taohr ix vonusiok aific bein da aib moed.
Varese dista cinquanta chilometri da Milano.=Varese stemiam maih bein da Milano.
Roma dista da noi dai venti ai trenta (venti-trenta) chilometri.= Roma stemiam faic-kaid bein daipl.
Essi si trovavano (stavano) a circa cento metri dalla (prima della) piazza.=Udr pusies ieug bier neov dail (kipil) enes.
Tra venti chilometri incontreremo il lago.=Flo faic bein apl tumuziur le maxuk.
Tra circa tre chilometri, scorgeremo il castello.=Flo eug kid bein, apl kavutiur le fupok.
La città distava dal mare più di dieci chilometri.=Le paguz stemies isu bein dail kepur.
La tua casa dista dal centro meno di un chilometro.=Oif moed stemiam iusig bein dail gor.
A meno di tre chilometri da (dopo di) qui, ci aspettano i nostri amici.=Aipli lesur vaboliam ipl aius kid bein dauz.
Noi ci troviamo a più di due chilometri dalla (prima della) chiesa.= Apl pusiam aisu fic bein dail (kipil) vaduac.
Tra meno di quattro chilometri dovremmo scorgere il campanile del paese.=Apl roink kavuti le koraun duil kefap flo ius lig bein.
Fra le due città c’era una distanza di trenta chilometri.=Gu stem xe kaid bein pusies tixi fic paguz.
Ci separa una distanza di circa tre metri.=Gu stem xeug kid nev funobiam ipl.
Il cane è ritornato a casa nostra a distanza di molti anni.=Le lutak ebiam suokit as aipl moed istem emi por.

Distribuzione: mu=su, muiek=su ogni; gli altri casi vanno tradotti con i derivati numerici ottenuti nelle Lezioni 29 e 30.

I ragazzi sfilavano in corteo a due a due.=Li salar (liol) kaurbies unil tufos ficirb.
Gli alunni camminavano in fila per due.=Li revop femuries kaurif.
Ho azzeccato tre risposte su cinque.=Ab ebiam ofuasit kid tabel mu mih.
Hanno vinto (superato) il concorso tre su ogni dieci concorrenti.=Kid muiek bair dametir ebiam pobelit le dameut.
Oggi verrà disputata (si disputa) la staffetta quattro per cento.=Ead luhesixam le nubras ligier.
Sedici per cinque fa (dà) ottanta.=Baipin ov mih noekiam saix.
Il pesce costa dieci euro al (=ogni) chilo.=Le obep epuziam bair eur ek zom.
La stoffa costava cinque euro al (=ogni) metro.=Le selcas epuzies mih eur ek neov.
L’antibiotico va assunto ogni otto ore.=Le cabr roiam sei mosorit ek six fok.
Il venti per cento della merce è rimasto invenduto.=Le faiciuf rekaf ebiam pofemit vibuekit.

Esclusione: sa=tranne, eccetto, salvo, fuorché, all’infuori di, ad eccezione di (da sapred=esclusione); ple=a parte, a prescindere da, senza tener conto di (da pled=mancanza di considerazione).

Svolgerei qualsiasi professione, tranne quella del medico.=Ab nokemink eaf punaz, sa uor duil kesoup.
Tutti hanno aderito alla mia proposta, eccetto mio cugino.=Anil ebiam genafit haib tebak, sa aib marof.
All’infuori del nonno, tutti noi partecipammo al matrimonio.=Anipl mubariok hail mafot, sa aib broz.
Ogni persona presente mi fece gli auguri, fuorché mio zio.=Ekiel feum matiok li guzev hib, sa aib buket.
Ad eccezione di mia cugina, tutti hanno superato l'esame.=Sa aib marofien, anil ebiam pobelit le topah.
A parte la sua eleganza, ella è una donna affabile.=Ple ein lunalias, en seiam guin kloas.
Senza tener conto del suo talento, egli resta lo stesso (=ugualmente) un uomo affascinante.=Ple uid mublot, ud poburiam vazest gu dean (gied) kedaziz.
A prescindere dalla sua ignoranza, quell’uomo è davvero antipatico.=Ple uid xosev, uoried seiam basedest zubahip.

Estensione: uap=per, fino a (da kruap=estensione).

Il campanile s’innalzava per trenta metri.=Le koraun ix pevrozies uap kaid nev.
La pianura si estendeva fino a molti chilometri.=Le koat ix kruapies uap emi bein.
Le autostrade corrono per migliaia di chilometri.=Li kotral felokiam uapi beix bein.

Età: xe=di; xeug=di circa, sui; ixux=all'età di (da xux=età). Va anche tradotto con uno dei derivati numerici ottenuti mediante i vocaboli di Frazioni di Tempo riportati al titolo 31.2.

Nicola si è diplomato (ha conseguito il diploma) a diciotto anni (quando aveva diciotto anni)=Nikola ebiam tusonit le kaec) ho ebies baisix por.
C’era un vecchio di ottant’anni.=Ic pusies gu naoh xe saipor (saiporix).
La polizia ha arrestato un giovane di circa (sui) vent’anni.=Le hauz ebiam ronepit gu hoan xeug faipor.
All’età di trent’anni, mio padre partì per la (per andare in) guerra.= Ixux kaid por (hokaipor) aib brev neapiok ut kousi asil suap.

Favore: vedi quello di vantaggio.

Fine o Scopo: ep=per, da, in, di, a, allo scopo di, al fine di (da varep=fine, scopo); ivarep=a fine di, a scopo di.

I soldati combattevano per la patria.=Li tord surafies epil horl.
Le tue parole mi mi hanno recato un grande conforto.=Oifi decon ebiam kedonit gu dret napet.
Lo trovarono (egli fu trovato) in una sala da gioco.=Setalihrok id (ud seiok setalit) unig soxet epil eguv.
Ella ricevette un libro in dono.=En keoniok gu bavel epil lokup.
Fu lasciato un migliaio di soldati a difesa della città.=Gu beix tord seiok fexobit epil soblet duil paguz.
Molti film sono realizzati a scopo d’istruzione.=Emi orm seiam palotit epil vutos.
Il suo interessamento è sempre a fin di lucro.=Uid nusotipus seiam texu epil pond.
Lo dissero per scherzo.=Lezidrok iuv epil lelop.

Frase Concessiva: tro=malgrado, nonostante.

Nonostante il forte caldo, sono rimasti in (sulla) spiaggia.=Troil fez flat, udr ebiam poburit misil kofrel.
Malgrado le minacce, non ho ceduto al ricatto.=Troi vuxed, abiv ebiam gulerit hail rosap.

Inclusione: po=oltre a, in aggiunta a (da potas=aggiunta); de=senza fare eccezione di (da derpas=inclusione); elp=tenendo conto di, considerando, senza prescindere da (da delp=conto, considerazione ).

Oltre agli applausi, noi ricevemmo anche un premio.=Poi favul, apl keoniok orbig (orb gu) luxos.
In aggiunta allo sconto, il libraio mi regalò anche un libro.=Poil kovap, le baveludek geloriok hib orbig bavel.
Il mio messaggio è diretto a tutti, senza fare eccezione di nessuno.=Aib rokam seiam asp anil, de naiel.
Ogni norma va osservata (deve essere osservata) senza prescindere da tutte le altre.=Ek trob roiam sei kabrezit elp anadi.
Ti comporterai, tenendo conto dei suoi consigli.=Gutasiur of elp uidi corob.
Valuterai il problema, considerando anche le sue osservazioni.=Puloziur of le bafum elp orb uidi kafas.

Limitazione: urm=di, in, per, a, quanto a; (da paurm=limite); edo=secondo, stando a, a giudicare da (primitiva); xa=a proposito di, in merito a (da xabab=proposito).

Il babbo è diminuito di peso (è diventato meno pesante).=Aib bab ebiam temolit urmil pab (ebiam luit us pabiz).
Mio figlio va bene in matematica.=Aib verb belkousiam urmil mutez.
Il mio amico è famoso per la sua eleganza.=Aib lesur seiam dakonip urm uid lunalias.
Mio suocero sta bene a soldi.=Aib fumor belpusiam urmi ulzob.
Tuo genero è ricco di (=quanto a) idee.=Oif romuf seiam bonet urmi sult.
Suo nipote (di lui) è degno di stima.=Uid zorb seiam kleon urmil latus.
Sua madre (di lei) è bella d’aspetto.=Ein brevien seiam buor edoil foroap.
Il povero ragazzo era cieco da un occhio.=Le tenob salar (le tenobiad) seies sopaz urmig pour.
A giudicare dalle apparenze, quella coppia è molto felice.=Edoi fared, uor ficiel seiam iem proez (proezius).
A proposito dell'articolo, il mio parere è positivo.=Xail kepuom, aib lesus seiam leput.
In merito all'argomento, preferisco tacere.=Xail geas, ab karaliam zebri.
Stando alle sue affermazioni, tutti sono disonesti.=Edo uidi pocet, anil seiam vimosatik.
Secondo certe (=alcune) persone, egli è un mafioso.=Edo gil, ud seiam gu lofuakied.
A giudizio di molti, tu sei molto generoso.=Edoil orp du emil of seiam iem fuabus.
A mio giudizio, egli è un genio.=Edo aib orp ud seiam ezad.

Complementi di luogo

Stato in Luogo: un=in, a (da unc=luogo); oz=addosso a (da ozeb=addosso); sbe=lungo; ago=presso, da (esprime interno di luoghi); bim=vicino a, presso, nei pressi di (esprime vicinanza di luoghi); mib=lontano, lungi da; tix=tra, in mezzo a; niz=dentro; zin=fuori, all’esterno di; mil=oltre, al di là di; mis=su, sopra; sim=sotto; xek=accosto, accanto (a); xir=di lato, allato a, accanto a.

Il mio soggiorno in città è stato breve.=Aib xautr unil paguz seiam seit zuer.
Al teatro tutti avevano fischiato il cantante.=Unil kufalic anil ebies luvafit le subelir.
La paura era addosso ad ognuno (a ogni persona).=Le tumep pusies oz ekiel.
Quel bambino mi è sempre addosso.=Uor dont pusiam texu ozib.
La chiesa sta lontano dalla piazza.=Le eganic pusiam mibil enes.
I due amici discutevano lungo il fiume.=Li fic lesur natrebies sbeil kuxam.
Ieri sono stato presso la segreteria della scuola.=Fux ebiam pusit agoil valuan duil lest.
Da (in casa di) mio zio c'è sempre (un')aria di festa.=Gu roez duil febum pusiam texu ago (unil moed du) aib buket.
Ci fermammo presso lo (=nei pressi dello) stadio.=Apl sodiok ipl bimil cemub.
L’alunno veniva interrogato vicino alla cattedra.=Le dukeb (revop) seies locafit bimil kaduev.
I pidocchi si annidano tra i capelli sporchi.=Li soles radeciam is tixi frev roah.
Egli fu colpito in mezzo alla fronte.=Ud seiok sorokit tixil rex.
Il gatto si nascose dentro l’armadio.=Le tagop remupiok is nizil veroz.
I bambini giocano all’interno del vecchio mulino.=Li dont eguviam nizil vun mulfon.
Il babbo si trovava (stava) fuori città.=Aib bab pusies zinil paguz.
L’esercito era accampato all’esterno delle mura.=Le drot pusies kabupit zini kucaes (zin dui kucaes).
La mamma poggiò la collana sul (sopra il) tavolo.=Aib babien sofueriok le arbaur misil lepes.
Sulla mia scrivania c’è sempre molto disordine.=Em vifaev pusiam texu mis aib duepiov.
La gatta miagolava sotto il letto.=Le tagopix pogaties simil dozar.
I miei amici abitano oltre (=al di là del) il fiume.=Aibi lesur dugefiam vilil kuxam.
Dentro la fortezza i soldati preparavano la difesa.=Li tord sorbenies le soblet nizil geroen.
Il gatto è saltato sul (sopra il) letto.=Le tagop ebiam lesodit misil dozar.
Il ferito è stato dichiarato fuori pericolo.=Le nofabited (lied nofabit=l’uomo ferito) seiam seit nolevit zinil mofeb.
Egli ha dimostrato un coraggio fuori del (=oltre il) consueto.=Ud ebiam lotrazit gu pemut vilil sefoziuv.
Io ero da lui (a casa sua).=Ab pusiam agoid (un uid moed).

Moto a Luogo: as=a, in, da (da aspur=direzione); esb=verso, alla volta di (da esbes=meta); uap=fino a, fino in; asp=per, diretto a, in direzione di (da aspur=direzione); tum=incontro a (da tumuz=incontro). Per ago, bim, mib, niz, zin, tix, mil ed altri dello stesso tipo, vedi Stato in Luogo.

Lisa è partita per il mare.=Lisa ebiam neapit aspil kepur.
Domani andremo a Pescara.=Xuf apl kousiur as Peskara.
Gli alunni entrarono in aula.=Li dukeb (revop) neziok asil ogap.
Il mio amico viene spesso da me (presso di me / a casa mia).=Aib lesur goabiam mugox agoib (as aib moed).
L’aereo volava in direzione dei monti.=Le broez dukafies aspi taok.
Mio nipote correva verso di me.=Aib zorb felokies esbib.
Noi salimmo fino al quinto piano.=Apl buziok uapil mihiex bofoez.
Lo scalatore arrivò fino in vetta.=Le mulatir paeniok uapil fuelok.
Corsi incontro ai miei genitori.=Ab felokiok tum aibi cekof.
Gli sono piombate addosso molte disgrazie.=Emi pozak ebiam pocubit ozid.
L’elicottero è precipitato sui binari della ferrovia.=Le elfot ebiam kolefit misi fecoub duil desouf.
Ci rifugiammo tra gli alberi del bosco.=Apl sadesiok tixi kuz duil holep.
Il gatto s’infilò sotto la coperta del letto.=Le tagop mobuefiok is simil hosuat duil dozar.
Il treno era diretto al lago.=Le bedek seies aspil maxuk.
Il nonno si è trasferito fuori provincia.=Aib broz ebiam dozubit is zinil torop.
Giungemmo vicino ad un lago.=Apl epuokiok bimig maxuk.
Suo zio è stato convocato presso la Questura.=Uid buket seiam seit gemobit agoil Ketepic.
Il corteo giunse presso la Prefettura.=Le tufos epuokiok bimil Potauric.

Moto da Luogo: da=da, di (da dakuz=abbandono di un luogo); uap da=fin da; da bim=da presso, dai pressi di (vicinanza di luoghi); da ago=da presso (interno di luoghi); dout=via da (di).

I bambini uscivano sorridenti dalla scuola.=Li salar zenies bofoliz dail lest.
Ella usciva presto di casa (da casa sua).=En zenies mucez da ein moed.
Quando torna tuo padre dal lavoro?=Ho oif brev suokiam dail lur?
Proprio adesso sto ritornando da lui (da casa sua).=Eut ave ab seiam suokiz daid (da uid moed).
Mia zia è andata via di casa (famiglia).=Aib buketien ebiam kousit out dail (ebiam doutit) deom.
Egli ritornava dal Tribunale, dove era stato convocato.=Ud suokies da agoil Ruxuob, za seies seit gemobit.
L’autobus parte dalla stazione ferroviaria.=Le hoabat neapiam da bim le (dail) dotrev desoufik.
Mia sorella mi ha annoiato fin da casa.=Aib foramien ebiam parenit ib uap dail moed.

Moto per Luogo: sto=per, da, attraverso (da stoep=attraversamento); ago=da, per (interno di luoghi).

Passammo per il bosco.=Apl orupiok stoil holep.
Ugo è entrato dalla finestra.=Uho ebiam nezit stoil xertal.
Annibale giunse in Italia attraverso i monti.=Annibal epuokiok as Italia stoi taok.
Sono passato fra mille difficoltà.=Ab ebiam orupit sto biriek sufoep.
Al ritorno passeranno da Pisa.=Onil suok udr orupiur sto Pisa.
Quando puoi (hai la possibilità), cerca di passare da mio fratello.=Ho ebiam le paopias, alkiust ut orupi ago aib foram.
Vorrei sapere (venire a conoscenza) se passi per (vicinanza) l’ospedale.=Ab vuink kolpi ev orupifam stoil halev.
Ella passò dall’ospedale (interno) per ritirare una cartella clinica.=En orupiok agoil halev ut pefobi gu fuelav ertubik.

N.B. Per quanto riguarda Le Preposizioni Improprie di Luogo, consultare il paragrafo 2) del precedente titolo 24.1 .

Materia: ne=di, in (da nepug=materia); o aggettivando il sostantivo con il suffisso ig.

Le colonne erano di porfido.=Li badat seies neil uprof (uprofig).
Le posate sono in argento.=Li palam seiam neil tobulur (tobulurig).
Quell’uomo aveva una faccia di bronzo.=Uoried ebies gu debal neil taukog (taukogig).
Hai davvero un cuore di pietra.=Ebifam basedest gu efer neil sacuk (sacukig).

Mezzo/Strumento, Condanna/Pena: ert=di, con, per, a, in, mediante, tramite (ertox=mezzo).

L’insegnante (maschio) lo ricoprì di (con le) lodi.=Le seatir hosueriok id erti feok.
La sua venuta mi ha colmato di (con la) gioia.=Uid goab ebiam lorapit ib ertil daep.
Il silo fu riempito di (con il) grano.=Le gucefuac seiok mogupit ertil caped.
Essi caricarono il carro di (con la) legna.=Udr cosokiok le regak ertil maluaf.
Ti darò notizie per telefono.=Noekibur li solez hif ertil veod.
Mi venne a prendere con la motocicletta.=Ud goabiok ut dobuzib ertil cobok.
Egli gli spedì la lettera a mezzo posta.=Ud kaseviok le baleg hid iertox le post.
Ella mi mandò il libro mediante suo fratello.=En telubiok hib le bavel ert ein foram.
I miei genitori viaggeranno in treno.=Aibi cekof daupiur ertil bedek.
La stanza era adorna di fiori finti.=Le texos seies cafep erti sedut tefah.
Egli mi minacciò a gesti.=Ud vuxediok ib erti ferkov.
Ti invierò la radio tramite mio padre.=Lavofibur hif le ver ert aib brev.
L’uxoricida (marito) venne condannato all’ergastolo.=Le daromidaz seiok suvobit ertil benuak.
Lucio è stato punito con un’ammenda.=Lucio seiam seit vodafit ertig vanok.
Lo studente fu punito con la sospensione.=Le luobir seiok vodafit ertil lusam.
Il ladro è stato condannato a otto mesi di (=nel) carcere.=Le mulen seiam seit suvobit ert six mel unil bend.

Misura: senza preposizione; xe=di; eug=circa; xeug=di circa, sui; uap=fino a; vru=appena.

Quel balcone è lungo quindici metri.=Uor kagap seiam cauv baimih nev.
La base misurava dieci centimetri.=Le tah neavies bair niux.
In palestra c’era una pertica di cinque metri.=Gu saduep xe mih nev pusies unil kouc.
Il monumento era alto circa sei metri.=Le ruasuf seies pev eug pin nev.
Era (esso era) un edificio (sui) di circa dodici metri.=Seives gu datuc xeug baific nev.
L’anaconda è un serpente lungo fino a otto metri.=Le mezatued seiam gu hemax cauv uap six nev.
La statua era alta appena un metro.=Le peruf seies pev vruig neov.
La pianta è di appena due metri.=Le zuk seiam xe vru fic nev.

Modo/Maniera: org=con, in, a, di, da, come (da orgum=modo, maniera); zo=senza.

I miei alunni studiano con passione.=Aibi dukeb luobiam orgil baged.
Mi ascoltava in silenzio.=Ud soedies ib orgil bof.
Gli uccelli volavano ad ali spiegate.=Li fovev dukafies orgi bugar fukerit.
Alla notizia (dopo la notizia) ella rimase di sasso.=Pikil solez, en poburiok orgil masak.
Esse andarono a piedi al santuario.=Udr kousiok eiraf asil bezumic.
Nella (durante la) battaglia egli si comportò da (come un) eroe.=Areil katef, ud gutasiok orgig melok.
Gli scalatori salivano in fila indiana.=Li mulatir buzies kaurex.
Avete agito come volgari delinquenti.=Erz ebiam bapusit orgi zesuk laprenird.
Tuo nonno si esprime alla maniera degli antichi sapienti.=Oif broz is xopeliam orgi nerub pugar.
Egli avanzava senza paura.=Ud kelies zoil tumep.
I bambini camminavano in fila.=Li dont femuries eikaur (kauries).

Origine e Provenienza: bru=da, di (da brum=origine); da=da (come Moto da Luogo); ta=per, a causa di.

La mia famiglia è originaria della Puglia (ha origini pugliesi).=Aib ruxet ebiam li brum pujik.
Tre figli maschi sono nati da mia sorella e da mio cognato.=Kid verb den ebiam duakit bru aib foramien ec aib zubeg.
Leonardo da Vinci era un genio.=Leonardo bru Vinci seies gu ezad.
Il dissesto dell’azienda derivò da quella truffa.=Le fortud duil gornuf dolebiok bru uor talpos.
La guerra di (riguardo a) Troia ebbe origine dal (a causa del) rapimento di Elena.=Le suap tuil Troia ebiok brum (brumiok) tail nugem du Elen.
Bevo soprattutto vini del Monferrato.=Ab voliam elcob li puler bruil Monferrato.
Molto carbone venne estratto dalla miniera.=Em xotup seiok breocit dail lofroc.

Paragone: pu=di, che (da pudet=paragone); puih=che a; suip=più di / che; usip=meno di / che; om=come; iop=quanto.

La lepre è più veloce del (che il) cane.=Le sadap seiam su dorp puil lutak.
La lepre è veloce più del (che il) cane.=Le sadap seiam dorp suipil lutak.
Carlo è meno generoso di (che) Mario.=Karlo seiam us fuabus pu Mario.
Carlo è generoso meno di (che) Mario.=Karlo seiam fuabus usip Mario.
Brescia è più vicina a Verona (è vicina a Verona più) che a (di) Milano.=Brexa seiam baem ha Verona suip Milano.
Egli è più onesto che intelligente.=Ud seiam su mosat pu komutip.
Essi erano stati così buoni come voi.=Udr seies seit eg blef omirz.
Tu sei tanto saggio quanto intelligente.=Of seiam iaz kugev iop komutip.
Io ho parlato tanto (=tanto ho parlato) quanto te.=Ab iaz ebiam larit iopif.
La mia motocicletta è più nuova della (di quella) tua.=Aib cobok seiam su nuv pu uoroif.
La mia motocicletta è nuova più della tua.=Aib cobok seiam nuv suip uoroif.
Tu parli meno a bassa voce di me.=Of lariam us veposev puib.
Tu parli a bassa voce meno di me.=Of lariam veposev usipib.
Egli scrive più correttamente di me.=Ud duepiam su cufest puib.
Egli scrive correttamente più di me.=Ud duepiam cufest suipib.

Partitivo: mu=di, tra, su (da mub=parte).

Vendetti alcuni dei miei appartamenti.=Ab buekiok gi mu aibi (gaibi) duekef.
Il più eloquente degli oratori romani fu Cicerone.=Le su poxel mui sebakied romik seiok Ciceron.
Su cento concorrenti solo quattro (solo il quattro per cento dei concorrenti) superarono il concorso.=Mubier dametir erf lig (erf le ligiuf mui dametir) pobeliok le dameut.
Due tra (dei) i miei amici mi hanno tradito.=Fic mu aibi lesur ebiam tulforit ib.
Una parte dell’esercito è stata trucidata.=Gu mub muil drot seiam seit tufrepit.
Ho compiuto la metà dei lavori.=Ab rbiam larubit le fucox mui lur.

Pena: vedi quello di mezzo.

Pertinenza: du=di (come Compl. di Specificazione); ha=a (come Compl. di Termine).

È dovere del maestro insegnare agli alunni.=Seixam ror duil pover seati hai revop.
È compito degli alunni studiare la lezione.=Seixam fonat dui dukeb (revop) luobi le elkep.
Spetta a te decidere.=Sucopixam hif olabi.
Conviene a tutti noi rispettare i patti.=Exatixam hanipl faputi li elkos.
È proprio delle bestie l’istinto di conservazione.=Le zarm duil bruac seiam cup dui seot.

Peso: senza preposizione; xe=di; eug=circa, sui; xeug=di circa; vru (appena).

Il pesce pesava circa diciotto chilogrammi.=Le obep pabunies eug baisix zom.
Era (esso era) un pesce di circa sedici chilogrammi.=Seivex gu obep xeug baipin zom.
Gli fu recapitato un pacco di venti chili.=Gu duzet xe faic zom seiok vesakit hid.
La busta pesa appena venti grammi.=Le zelab pabuniam vru faic zieb.
Comperammo un cocomero di circa quindici chili.=Apl keubiok gu lebak xeug baimih zom.

Predicativo: osp=da, per, a, in, come, in conto di (da ospam=predicato); ifuex=in qualità di.

Si presentò alla gente come messaggero di pace.=Ud is xapariok hail hoelb ospil rokamied duil paus.
In qualità di ammiraglio, egli ebbe il comando della flotta.=Ifuexil hovas, ud ebiok le durp duil bunakiav.
Egli mi ha in simpatia.=Ud ebiam ib ospil goarp.
Scelsi il mio amico a mio (come) difensore.=Ab lecuniok aib lesur osp (osp aib) sobletird.
In quell’occasione il tuo amico agì da villano (da persona villana).=On uor ubaef oif lesur bapusiok ospig mateliel.
Riuscii ad entrare per primo.=Ab onasiok ut nezi ibirev.
Lo tenevo in conto di (lo stimavo come) grande amico.=Ab latusies id ospig dret lesur.

Prezzo: senza preposizione; ert=per, a, con (come mezzo); xe=di, da; eug=circa, sui; xeug=di circa; vru (appena).

La villa costava duecentomila euro.=Le curbem epuzies fiecek eur.
Ella ha comperato le scarpe per cinquanta euro.=En ebiam keubit li dapal ert maih eur.
Ho acquistato la casa con trecentomila euro.=Ab ebiam pukolit le moed ert kiedek eur.
Vendevano (veniva venduta) la carne a dieci euro il (=ogni) chilogrammo.=Le haet seies buekit ert bair eur ek zom.
Il box vale sui diecimila euro.=Le epec furiam eug bairek eur.
Egli ha vinto un’auto di ventimila euro.=Ud ebiam feboekit gu tahor xe faicek eur.
Ella mi ha offerto un gelato da due euro.=En ebiam netavit hib gu noecom xe fic eur.
La casa aveva un valore di circa trecentomila euro.=Le moed ebies gu pulz xeug kiedek eur.

Privazione: du=di, in (come specificazione); zo=senza (di) (da zov=da solo, senza compagnia).

Il naufrago era privo di forze.=Le oblavied seies kref dui feaz.
Il fungo è un vegetale senza foglie.=Le ravav seiam gu konuv zoi ducov.
Lo scolaro difetta nella lettura.=Lied revop sexouriam duil peud.
Mi presentai senza il mio amico.=Ib xapariok zo aib lesur.
Essi uscirono senza l’ombrello.=Udr zeniok zoil ustez.
L’intingolo è povero di sale.=Le ruhaot seiam tenob duil babr.

Provenienza: vedi Origine.

Qualità: fu=di, da, con (da fuex=qualità).

Lodovico è un ragazzo di (dal) carattere forte.=Lodoviko seiam gu salar (giad) fuil lalep fez.
Giuseppe aveva una camicia di colore blu.=Guseppe ebies gu gemuan fuil kleuz astub (astubeuz).
Linda è una bella ragazza, ma di bassa statura (ma bassa di statura).=Linda seiam gu buor salarien (gian buor, gu buorien), aek vep fuil gobas.
Era (esso era) un cavallo dal mantello bianco.=Seives gu dulav fuil burpat favet.
Mia nipote aveva una bambola con i capelli rossi.=Aib zorbien ebies gu meplan fui frev pebbor.
Aveva un volto dagli zigomi sporgenti.=Ud ebies gu debal fui zemux voprafiz.

Quantità: senza preposizione; xe=di, (da xeuf=quantità); eug= circa, sui (da pareug=approssimazione); xeug=di circa, sui; isu=più di, oltre; ius=meno di; vru (appena).

L’esercito contava trentamila soldati.=Le drot hefozies kaidek tord.
Incontrammo un gruppo di cinque ragazzi (promiscuo).=Apl tumuziok gu hemar xe mih salar (gu mihiol).
In piazza c’erano circa duemila scioperanti.=Eug ficek raxesir pusies unil enes.
Il console romano arruolò un esercito sui (di circa) centomila soldati.=Le festob romik espaliok gu drot xeug bierek tord.
In aula c’erano più di venti alunni.=Suifaic revop pusies unil ogap.
Nel cortile giocavano meno di trenta bambini.=Unil abuev eguvies usikaid dont.
Una comitiva di oltre venti amici faceva baldoria nelle strade.=Gu kelbap xe suifaic lesur maties rokral uni fac.
Un capannello di meno di dieci persone discuteva in piazza.=Gu reboc xe usibair hoel natrebies unil enes.
Nell’aula c’erano appena tre alunni.=Vru kid revop pusies unil ogap.
Il libro era di appena cento pagine.=Le bavel seies xe vru bier levab.

Rapporto: (vedi Relazione)

Reciproco: sku=tra, tra di (da skuv=reciproco).

Quei due amici litigano sempre fra di loro.=Uor fic lesur lugekiam texu skuidr.
Non è bello litigare tra di noi.=Uiv seixam buoriof lugeki skuipl.

Relazione: tu=riguardo a, in relazione a (da turuf=relazione); apu=verso (di), nei confronti di (da apuod=confronto); ecu=secondo, a seconda di, in rapporto a (da ecurp=rapporto); edo=secondo, stando a (primitiva); sku=tra (di) (da skuv=reciproco); xo=secondo, in dipendenza da, in base a (da xoab=dipendenza); kor=secondo, come previsto da (da koroup=previsione); xa=a proposito di, in merito a (da xabab=proposito); urm=quanto a; vo (come Compagnia).

Riguardo all’accaduto, non so dirti altro (altre cose).=Tuil gomufiuv, abiv nafiam lezi hif adiv.
Egli ha espresso (il proprio) parere contrario nei miei confronti (verso di me).=Ud ebiam xopelit cup lesus cob apuib.
Procederemo a seconda dei risultati conseguiti da lui.=Apl xuvoriur exui stutr tusonit baid.
Secondo mio zio, l'inverno sarà molto freddo.=Edo aib buket, le sevor seiur iem talf.
Stando alle sue affermazioni, Nicola ci ha traditi.=Edo uidi pocet, Nikola ebiam tulforit ipl.
Vi metterete d'accordo tra di voi.=Skirz molaesiur.
Ci metteremo d'accordo con loro.=Ipl molaesiur voidr.
Agiremo in base alle prove che acquisiremo.=Apl bapusiur xoi bamol ke patreli(pl)ur.
A proposito del libro, l’ho ritrovato.=Xail bavel, ab ebiam bezerit iv.
Comportatevi come previsto da regolamento.=Gutasiusti koril tulaox.
In merito alla questione, dovrò approfondire le indagini.=Xail sartan, ab roiur rodi li evus.
Quanto al nostro accordo, non c’è altro da aggiungere (ogni cosa è stata detta).=Urm aipl molaes, ekiev diseiam lezit.
Abbiamo dei gravi contrasti con Enrico.=Apl ebiam gi polaf salom vo Enriko.
Non voglio avere più a che fare con lui.=Non voglio avere di nuovo qualche rapporto con lui.=Abiv vuiam ebi neo agus ecurp void.
Fra amici di solito prevale molta intesa.=Moltest em freal balteriam skui lesur.
Mio suocero corrisponde con molte persone illustri.=Aib fumor tezudiam vo emi hoel reples.
Ognuno (ogni persona) dovrà pagare secondo le proprie possibilità.=Ekiel roiur koredi ecu cupi paopuas.
I bambini devono rendere in rapporto alle proprie capacità.=Li dont roiam colusi ecu cupi cunafuas.

Separazione: da (come moto da luogo).

Lo hanno (egli è stato) separato dalla madre.=Ud seiam seit funobit da uid brevien.
Vive separato dalla moglie.=Ud dukiam funobit da uid gertien.
Quella donna ha divorziato dal (da suo) marito.=Uorien ebiam tofamit da ein gert.

Sfavore: vedi quello di Svantaggio.

Sostituzione/Scambio: lo=per, invece di (lofus=sostituzione).

Il tuo amico ha preso lucciole per lanterne.=Oif lesur ebiam dobuzit li sluesol loi tablod.
Giacomo si sacrificò al posto di tutti noi.=Gakomo is oruziok lo anipl.
Ti avevo scambiata per tua sorella.=Ab ebies freukit if lo oif foramien.
Preferisco bere la birra invece del vino.=Ab karaliam voli le veruz loil puler.
Ti darò la torta in luogo del gelato.=Ab noekiur hif le memof loil noecom.

Specificazione Dichiarativa: du=di (da duvrak=specifico).

Il testo di fisica è molto costoso.=Le tecaz du xead (xead-tecaz) seiam iem epuzip.
Ettore fu lo strenuo difensore di Troia.=Ektor seiok le neder sobletir du Troia.

Specificazione Attributiva: du=di; aggettivo qualificativo.

I nostri soldati travolsero la resistenza dei nemici (=nemica).=Aipli tord tatemiok le relcov dui rusel (ruselik).
Bisogna fare la volontà di Dio (divina).=Ofalixam mati le vuav du Dov (dovik).

Specificazione Possessiva: du=di.

La giacca di Pietro è elegantissima.=Le ralted du Pietro seiam lunalius.
Le sculture di Michelangelo sono perfette.=Li dazeb du Mikelangelo seiam puatip.

Specificazione Soggettiva: def=da parte di, proveniente da (da defuz=provenienza).

La riconoscenza dei figli verso i (propri) genitori è doverosa.=Le duvaeb defi verb apu cupi cekof seiam roelik.
La nostalgia di Francesco era grande.=Le duvof def Francesko seies dret.
L’aiuto degli amici non deve mai (mai deve) mancare.=Le medos defi lesur uxet roiam ferpasi.

Specificazione Oggettiva: infinito presente sostantivato; du=di; def=proveniente da.

Il ricordo di Marco tormentava Valeria.=Le kucet du Marko garukies Valeria.
Tutti hanno un grande desiderio di pace.=(Tutti desiderano grandemente la pace.)=Anil ebiam gu dret mant duil paus. (Anil mantiam deret le paus.)
Alberto è sempre memore dei miei consigli.=(Alberto ricorda sempre i miei consigli.=Alberto seiam texu fleax du aibi corob. (Alberto kucetiam texu aibi corob.)
Il timore dei (=provato dai) nemici era grandissimo.=Le lamub dui rusel (ruselik) seies doret.
Il timore dei (=proveniente dai) nemici ci angosciava.=Le lamub defi rusel kordalies ipl.

Stima/Valore: senza preposizione; xe=di; eug=circa, sui; isu=più di; ius=meno di; apu=verso, nei confronti di, nei riguardi di (da apuod=confronto); vru (appena).

Il quadro è stato stimato trecentomila dollari.=Le femak seiam seit latusit kiedek dokul.
Le è stato regalato un anello di grande valore.=Gu eblaz xeig dret pulz seiam seit gelorit hin.
La collana valeva sui (circa) diecimila euro.=Le arbaur furies eug bairek eur.
La tua casa è stata valutata più di centomila euro.=Oif moed seiam seit pulozit isu bierek (suibierek) eur.
Il televisore è costato meno di seicento euro.=Le revav ebiam epuzit ius pien (usipien) eur.
Egli manifesta poca stima verso l’amico.=Ud lufapiam me latus apuil lesur.
Ella mostra molto rispetto nei confronti dei (propri) genitori.=En pumeriam em xupuz apu cupi cekof.
Devi avere più stima dei (nei riguardi dei) tuoi insegnanti.=Roifam ebi su latus apu oifi seatir.
Il suo (di lui) vestito vale appena trecento euro.=Uid lopeot furiam vru kied eur.

Strumento: vedi quello di Mezzo.

Svantaggio/Sfavore: ca=contro di (da calb=danno); ha=a, per; icalb=a danno di.

Egli si è schierato contro di noi.=Id ebiam hesuetit is caipl.
La dittatura è contro la democrazia.=Le gapor seiam cail pecuzoes.
La proposta di legge è a danno delle donne.=Le dembak seiam icalb li dean.
Il fumo è dannoso per (all') l’organismo.=Le sanef seiam calbim hail vomeuz.
L’opinione pubblica è sfavorevole alla tua proposta.=Le doveb nodar seiam viboacik hoif tebak.

Tempo: ank=verso, intorno a; are=durante, di, a, in (da arez=durata); as=a; da=da; eug=circa, su; flo=tra; spa=entro, prima della fine di; uap=per, fino a; xu=per (tempo continuato); on=a, di, in (tempo determinato); so=in, nel tempo di (tempo determinato); es=per (tempo determinato); kip=prima di; pik=dopo di; tix=tra; derivati numerici.

Gli (i miei) zii arriveranno verso le (intorno alle ore) nove.=Aibi buketiel paeniur anki fok tiz.
Durante l’estate molta gente abbandona la propria città.=Areil roves em hoelb subadiam cup paguz.
A gennaio il freddo è rigido.=On baref le talf seiam pream.
Di notte tutti dormono.=Areil taun (hotaun) anil raxupiam.
In (quando è) primavera cominciano a sciogliersi i ghiacciai.=Onil dorez (hoidorez) li zoabec dofiam ut lehosix.
La commedia dura sulle (circa) dieci ore.=Le klav areziam eug bair fok (baifok).
Ogni cosa sarà fatta in (entro la) giornata=Ekiev seiur matit spail nuateod.
Di domenica le strade sono deserte.=Onil ratev (hoiratev) li fac seiam tres.
Lavoriamo dal lunedì al sabato.=Luriplam dail bekal asil posut.
Nevica dall’altroieri.=Dulekixam da kifux.
Piove da circa una settimana.=Gotarixam da eugig lom.
Camminarono per (fino a) tre ore.=Udr femuriok uap kid fok (kifok).
Tra un mese partiremo per la (diretti alla) montagna.=Floig mel apl neapiur bruil taok.
Entro venerdì termineremo il lavoro.=Spa mores apl fodiur le lur.
Resteremo a casa tua fino a mercoledì prossimo.=Apl poburiur un oif moed uap pukemup.
Le guerre si sono succedute dall’antichità ai giorni nostri.=Li suap ix seiam pokit dail nerueb as aipli kus.
Egli mi ha aiutato da quando ero bambino.=Ud ebiam medosit ib da ho ab seiam dont.
Lavorammo per nove mesi intorno al progetto.=Apl luriok xu tiz mel (xutimel) geil gezov.
Faremo il trasloco in autunno.=Matiplur le punc onil zerod (hoizerod).
Possiamo completare il lavoro in tre giorni.=Paiplam nemufi le lur so kid kus (eikikus).
L’incontro è stato fissato per sabato venturo.=Le tumuz seiam seit fodrit es pu posut.
Lo (mio) zio venne assassinato tre giorni prima di Pasqua.=Aib buket seiok resofit kid kus kipil Kristalt.
Arrivammo al traguardo un’ora dopo di loro.=Apl paeniok asil tekav gu fok pikidr.
A tre mesi dall’attentato, già (già tre mesi dopo l’attentato,) più nessuno ne parla.= Oag kid mel pikil pohef, cu naiel lariam geiv.
A due giorni dal Carnevale, già (già due giorni prima del Carnevale,) si avverte ovunque un’aria di festa.=Oag fic kus kipil Naodap, gu roez duil febum seiam curezit ekunc.
Noi fummo svegliati nel mezzo della notte.=Apl seiok vouzit tix duil taun.
In quale giorno della settimana ricorre il Natale?=On ul lomikus le Blaes galbiam?
In quali giorni del mese sono stati fissati gli incontri?=On uli melikus li tumuz diseiam fodrit?

Termine: ha=a (da haort=termine).

Per il (in occasione del) suo onomastico, regalai un libro alla mia amica.=Ub ein bezumuv, ab geloriok gu bavel haib lesuren.
Gli ho riferito ogni cosa.=Ab ebiam prazit hid ekiev.
Il babbo mi ha comperato un orologio.=Aib bab ebiam keubit hib gu lulet.
Dissi allo (a mio) zio che sarei andato a trovarlo.=Ab leziok haib buket be ebink kousit ut beuti id.

Unione: vedi quello di Compagnia.

Valore: vedi quello di Stima.

Vantaggio/Favore: bo=per (da boac=favore).

Le madri fanno molti sacrifici per i (propri) figli.=Li brevien matiam emi okuz bo cupi verb.
Raccolgono (vengono raccolte) offerte per le missioni africane.=Gi netav seiam seutit boi rovup afrekik.
Ogni cosa è a nostro vantaggio.=Ekiev seiam bo eipl icolp.
La guerra fu (si svolse) a vantaggio dei nostri nemici.=Le suap ix nokemiok bo aipli rusel.
È stata varata una legge a favore degli agricoltori.=Gu demar seiam seit elvabit boil boac du nemalil.
Bisogna combattere in difesa della democrazia.=Ofalixam surafi boil soblet duil pecuzoes.
Quanto è stato fatto è solamente in tuo favore.=Ogni cosa è stata fatta solamente a favore di te.=Ekiev seiam seit matit erf bo oif boac.

Vicinanza: bim=vicino a, nei pressi di.

Lo ammazzarono (egli fu ammazzato) vicino alla chiesa.=Ud seiok sabrepit bimil eganic.
Il ladro fu arrestato nei pressi del mercato.=Le mulen seiok ronepit bimil rekaof.
Essi discutevano animatamente presso la fontana.=Udr natrebies sehitest bimil kebun.

24.3-Complementi senza Preposizioni

I complementi senza preposizioni, cioè quelli che non sono retti da preposizioni o che possono fare a meno di esse, modificando la loro espansione, sono i seguenti:

1) Complemento Oggetto, retto da nessuna preposizione.

Tu leggesti il libro.=Of peudiok le bavel.
Ella mangiava la focaccia.=En lovies le kolref.
Io berrò il vino.=Ab voliur le puler.
Un mio parente odia la lettura.=Gu aib bobem temiam le peud.
Essi non intendevano mangiare la minestra.=Udriv gobeties lovi le doprem.
Ho deciso di saltare la lezione.=Ab ebiam olabit ut lesodi le elkep.
Faremo senz’altro una corsa.=Ute apl matiur gu felok.
Dovrei studiare la matematica.=Ab roink luobi le mutez.

2) Complemento di Esclamazione

Ahi, che (=quanto) dolore!=Ueh, op pead!
Ahimè=Uehib! (Povero me!=Surfib!)
Povero-a te!=Surfif! (E così per gli altri pronomi personali complemento).
Oh, che (=quanta) gioia!=Oh, op daep!
Beato-a (fortunato-a) me!=Frusib! (E così per gli altri pronomi personali compl.).
Guai a chi (=colui che, quello che) mente!=Uzak keied tamutiam!
Guai a te!=Uzakif! (E così per gli altri pronomi personali complemento).
Benedetta (sia) la verità!=Belux (seiust) le bas!
Benedetti-e voi!=Beluxirz! (E così per gli altri pronomi personali complemento).
Maledetta (sia) la menzogna!=Xuleb (seiust) le tamut!
Maledetti loro!=Xulebidr! (E così per gli altri pronomi personali compemento).
Accidenti al mio dolore!=Zeil aib pead!
Accidenti a lei!=Zein! (E così per gli altri pronomi personali complemento)

3) Complemento di Vocazione, che non è retto da alcuna preposizione e si presenta separato con una o due virgole dal resto della proposizione.

Amici miei, venite ad aiutarmi!=Aibi lesur, goabiusti ut medosib!
Vai, figlio mio, e ritorna presto!=Kousiust, verb aib, ec suokiust mucez!
Padre mio, perdonami!=Brev aib, fobuniust ib!
Maurizio, vieni subito da me!=Maurizio, goabiust asib sos!

4) Complemento di Specificazione, che è retto dalla preposizione du e che a volte può essere sostituito da un aggettivo qualificativo o dalla trasformazione della sua espansione, come appresso indicato:

La casa del padre.=Le moed duil brev. / Le moed brevik. / Le brev-moed.
La resistenza del nemico.=Le relcov duil rusel. / Le relcov ruselik. / Le rusel-relcov.
I cittadini di Roma.=Li paguzil du Roma. / Li paguzil romik.

N.B. 1) Nessuna delle due trasformazioni è ammessa, se il complemento di specificazione è espresso da un sostantivo plurale o da un nome proprio geografico che non sia di città. Con un nome proprio di città, invece, è ammessa la sola trasformazione aggettivale. 2) Nella forma con il trattino, quando l’accostamento delle due lettere interessate risulta eufonico, il trattino può essere omesso, come negli esempi sottoriportati:

Equinozio di primavera=Apuv duil dorez / dorezapuv.
Lingua universale=Ser raubik / Raubser.

5) Complemento di Materia, che è retto dalla preposizione ne, la quale a volte può essere sostituito da un aggettivo qualificativo o dalla trasformazione della sua espansione, come già visto nel complemento di specificazione.

Egli ha una volontà di ferro.=Ud ebiam gu vuav neil souf (soufig o souf-vuav).
Nel parco c’era una statua di marmo.=Gu peruf neil fivapos (fivaposig o fivapos-peruf) pusies unil bolof.
Ella aveva acquistato un orologio d’oro.=En ebies pukolit gu lulet neil tukrat (tukratig o tukrat-lulet).

6) Complemento di Età, che ricorre ad uno dei derivati numerici formati mediante i vocaboli di frazioni di tempo.

Ella aveva sposato un uomo di trent’anni.=En ebies fezetit gu dean kaiporix.
Un vecchio di ottant’anni chiedeva l’elemosina.=Gu naoh saiporix koruvies le sulaz.
Un bambino di tre anni è stato investito da un’automobile.=Gu dont kiporix seiam seit enovit baig taohr.

7) Complemento di Tempo, che a volte non fa uso di preposizioni, perché ricorre ai derivati numerici ottenuti con i vocaboli di frazioni di tempo delle Lezioni 21 e 31.

24.4-Riepilogo dei Complementi e delle relative Preposizioni

Abbondanza: du=di, in (come Compl. di specificazione).
Accusa: vedi Complemento di Causa.
Agente e Causa efficiente: ba=da (da bapuc=azione).
Allontanamento/Lontananza: da (come moto da luogo); mib=lontano da.
Argomento: ge=di, su, circa, intorno a (da geas=argomento)
Avversione: pra=anziché, piuttosto che, invece di (da praog=antipatia).
Causa, Colpa e Accusa: ta=da, di, per, a (da tarez=causa.
Causa Efficiente: vedi Complemento di Agente.
Circostanza: vo=con; ub=per, in occasione di (da ubaef=occasione).
Compagnia e Unione: vo=con, insieme con (da voaz=in compagnia); voz=in compagnia di.
Condanna: vedi Complemento di Mezzo o Strumento.
Convenienza: vedi Complemento di Pertinenza.
Denominazione: du=di (Come Complemento di Specificazione).
Destinazione: ma=per, destinato a, (da maurb=destinazione)
Distanza: xe=di (da xeuf=quantità); eug=circa; da=da; ieug=a circa; xeug=di circa; flo=tra; isu=più di; ius=meno di; aius=a meno di; aisu=a più di; sted=distante da (da stem=distanza e da=da).
Distribuzione: muek=su ogni; gli altri casi vanno tradotti con i derivati numerici.
Esclamazione: nessuna.
Esclusione: sa=tranne, eccetto, fuorché, all’infuori di (da sapred= esclusione); ple=a parte, a prescindere da, senza tener conto di (da pled=mancanza di considerazione).
Estensione: uap=per, fino a (da kruap=estensione).
Età: xe=di; xeug=di circa, sui; ixux=all'età di (da xux=età). Va anche tradotto con uno dei derivati numerici ottenuti mediante i vocaboli di Frazioni di Tempo riportati al titolo 31.3.
Favore: vedi quello di vantaggio.
Fine o Scopo: ep=per, da, in, di a (da varep=fine, scopo).
Inclusione: po=oltre a, in aggiunta a (da potas=aggiunta); de= senza fare eccezione di (da derpas=inclusione); elp=tenendo conto di, considerando, senza prescindere da (da delp=conto, considerazione).
Limitazione: urm=di, in, per, a, quanto a; (da paurm=limite); edo=secondo, stando a, a giudicare da (primitiva); xa=a proposito di, in merito a (da xabab=proposito).
Lontananza: mib=lontano da. (da meb=parte lontana).
Stato in Luogo: un=in, a (da unc=luogo); oz=addosso a (da ozeb=addosso); sbe=lungo; ago=presso, da (esprime interno di luoghi); bim=vicino a, presso, nei pressi di (esprime vicinanza di luoghi); mib=lontano, lungi da; tix=tra, in mezzo a; niz=dentro; zin=fuori, all’esterno di; mil=oltre, al di là di; mis=su, sopra; sim=sotto; xek=accosto, accanto (a); xir=di lato, allato a, accanto a.
Moto a Luogo: as=a, in, da (da aspur=direzione); esb=verso, alla volta di (da esbes=meta); uap=fino a, fino in; asp=per, diretto a, in direzione di (da aspur=direzione); tum=incontro a (da tumuz=incontro). Per ago, bim, mib, niz, zin, tix, mil ed altri dello stesso tipo, vedi Stato in Luogo.
Moto da Luogo: da=da, di (da dakuz=abbandono di un luogo); daibim=da presso, dai pressi di (vicinanza di luoghi); da go=da presso (interno di luoghi); dout=via da (di).
Moto per Luogo: sto=per, da, attraverso (da stoep=attraversamento); ago=da, per (interno di luoghi).
Materia: ne=di, in (da nepug=materia); oppure aggettivando il sostantivo, con il suffisso ig.
Mezzo/Strumento, Condanna/Pena: ert=con, per, a, in, mediante, tramite, a mezzo (ertox=mezzo).
Misura: senza preposizione; xe=di; eug=circa; xeug=di circa, sui; uap=fino a; vru=appena.
Modo/Maniera: org=con, in, a, di, da, come (da orgum=modo, maniera); zo=senza.
Oggetto: senza preposizione.
Origine e Provenienza: bru=da, di (da brum=origine); da=da (come moto da luogo); ta=per, a causa di.
Paragone: pu=di, che (da pudet=paragone); puih=che a; suip=più di / che; usip=meno di / che; om=come; iop=quanto.
Partitivo: mu=di, tra, su (da mub=parte).
Pena: vedi quello di mezzo.
Pertinenza: du=di (come compl. di specificazione); ha=a (come compl. di termine).
Peso: senza preposizione; xe=di; eug=circa; xeug=di circa; vru (appena).
Predicativo: osp=da, per, a, in, come, in conto di (da ospam=predicato); ifuex=in qualità di.
Prezzo: senza preposizione; ert=per, a, con (come mezzo); xe=di, da; eug=circa, sui; xeug=di circa; vru (appena).
Privazione: du=di, in (come specificazione); zo=senza (di) (da zov=senza compagnia, da solo).
Provenienza: vedi origine.
Qualità: fu=di, da, con (da fuex=qualità).
Quantità: senza preposizione; xe=di, (da xeuf=quantità); eug= circa, sui (da pareug=approssimazione); xeug=di circa; isu=più di, oltre; ius=meno di; vru (appena).
Rapporto: (vedi relazione)
Reciproco: sku=tra, tra di (da skuv=reciproco).
Relazione: tu=riguardo a, in relazione a (da turuf=relazione); apu=verso (di), nei confronti di (da apuod=confronto); ecu=secondo, a seconda di, in rapporto a (da ecurp=rapporto); edo=secondo, stando a (primitiva); sku=tra (di) (da skuv=reciproco); xo=secondo, in dipendenza da, in base a (da xoab=dipendenza); kor=secondo, come previsto da (da koroup=previsione); xa=a proposito di, in merito a (da xabab=proposito); urm=quanto a; vo (come Compagnia).
Separazione: da (come moto da luogo).
Sfavore: vedi quello di svantaggio.
Sostituzione/Scambio: lo=per, invece di (lofus=sostituzione).
Specificazione Dichiarativa, Attributiva e Possessiva: du=di (da duvrak=specifico).
Specificazione Soggettiva: de=da parte di, proveniente da (da defuz=provenienza).
Specificazione Oggettiva: infinito presente sostantivato; du=di; de=proveniente da.
Stima/Valore: senza preposizione; xe=di; eug=circa; isu=più di; ius=meno di; apu=verso, nei confronti di, nei riguardi di (da apuod=confronto); vru (appena).
Strumento: vedi quello di Mezzo.
Svantaggio/Sfavore: ca=contro di (da calb=danno).
Tempo: ank=verso, intorno a; are=durante, di, a, in (da arez=durata); as=a; da=da; eug=circa, su; daiho=da quando; flo=tra; spa=entro, prima della fine di; uap=per, fino a; xu=per (tempo continuato); on=a, di, in (tempo determinato); so=in, nel tempo di (tempo determinato); es=per (tempo determinato); kip=prima di; pik=dopo di; tix=tra; derivati numerici.
Termine: ha=a (da haort=termine).
Unione: vedi quello di compagnia.
Valore: vedi quello di Stima.
Vantaggio/Favore: bo=per (da boac=favore).
Vicinanza: bim=vicino a, nei pressi di.

N.B. Per quanto riguarda le preposizioni di luogo improprie, consulta il paragrafo 2) del precedente titolo 24.1.