di Luigi Orabona

 

Lezione 24

24.1-Affissi, Prefissi e Suffissi di Sostantivi di Persona
24.2-Affissi, Prefissi e Suffissi di Alimenti, di Vegetali e di Animali
24.3-Suffissi di Luogo, di Contenenza, di Quantità e Prefissi di Qualità
24.4-Suffissi di Linea, di Cose, di Nomi Collettivi e Alterati
24.5-Altri Prefissi e Suffissi di Sostantivi)

________________________________________

24.1-Affissi, Prefissi e Suffissi di Sostantivi di Persone

1) Affissi di Sostantivi di Persone

A, E, O, U: facendo seguire singolarmente tali vocali all'ultima vocale di alcuni sostantivi appartenenti alla cultura, alle arti e alle scienze (precisamente, e dopo la a, o dopo la e, u dopo la o, a dopo la u, si ricava il relativo nome di persona maschile. Per ottenere il femminile e il plurale promiscuo di tali nomi, si aggiungiungono a tale derivato rispettivamente i suffissi en e el. Se nei nomi maschili, l'accento segue la regola generale, in quelli femmi-nili e promiscui esso cade sulla quartultima vocale. Ecco alcuni esempi:

Ustax=cronaca / le ustaex=il cronista; pugen=poesia / le pugeon=poeta; ponos=critica / le ponous=il critico (sm); kablud=dramma / le kabluad=il drammaturgo; kuvrob=pubblicità / le kuvroub=il pubblicista.
Le pùgeonen=la poetessa / li pugeon=i poeti (maschi) / li pùgeonen=le poetesse / li pùgeonel=i poeti (promiscui) / pugenik=poetico.

Se nel sostantivo radice (caso poco probabile) l'ultima vocale è preceduta da un'altra vocale, per ottenere da esso i tre generi maschile, femminile e promiscuo, si ricorre rispettivamente ai suffissi ied, ien e iel.

E (affisso asemantico): aggiungendo la vocale e dopo l'ultima vocale di un nome di scuola, si ricava il suo insegnante generico. L'inverso grafico di tale derivato ci dà il nome dello studente generico della scuola. Perciò avremo:

Fuprap=Università / fupraep=docente universitario generico. Da cui si hanno: li fupraep=i docenti universitari (promiscuo) / le fupradep=il docente universitario / li fupradep=i docenti universitari / le fupranep=la docente universitaria / li fupranep=le docenti universitarie;
pearpuf=studente universitario generico. Da cui: li pearpuf=gli studenti universitari (promiscuo) / le pedarpuf=lo studente universitario / li pedarpuf=gli studenti universitari / le penarpuf=la studentessa universitaria / li penarpuf=le studentesse universitarie.

2) Suffissi di Sostantivi di Persona

Ied, Ien, Iel: essi, che sono i suffissi di persona più comuni, derivano da (ned=persona maschia), (den=persona femmina) e (acuel=promiscuo). Aggiunti ad un sostantivo non di persona, fanno ricavare rispettivamente le persone di genere maschile, femminile e promiscuo relative al sostantivo. Essi, quando si aggiungono ad un nome primitivo di persona maschile, perdono la I. I nomi ottenuti con tali suffissi sono invariabili nel numero. Il loro plurale si ottiene con gli articoli li e gi. Da bar=bar abbiamo: le baried=il barista (m.) / li barbaried=i baristi; le barbariel=la barista (f.) / li barbarien=le bariste; li barbariel=i baristi (promiscuo).
Da paguz=città abbiamo: / gu paguzied=un cittadino / gi paguzied=alcuni cittadini; gu paguzien=una cittadina / gi paguzien=le cittadine; gi paguziel=alcuni cittadini (promiscuo).

Con i nomi primitivi di persona, abbiamo:

Beos=re / beosen=regina; buket=zio / buketen=zia; verb=figlio / verben=figlia; broz=nonno / brozen=nonna;
bab=babbo / baben=mamma; foram=fratello / foramen=sorella; brev=padre / breven=madre; gert=marito / gerten=moglie;
marof=cugino / marofen=cugina.

Uar (Da luar=lavorazione): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante la sua lavorazione. Per ricavare le relative persone di genere promiscuo, maschile e femminile, si ricorre agli affissi del genere l, d e n, che si frammettono tra le due vocali del suffisso. Invece, per ricavare gli allievi dei tre generi, si aggiunge l’affisso del genere a (da liad=ragazzo e lian=ragazza) dopo la prima vocale del nuovo suffisso.

Maluf=legno / malufuar=lavorazione del legno, falegnameria. Da cui abbiamo: li malufular=i falegnami (promiscuo) / li malufualar=gli allievi di falegnami / le malufudar=il falegname (m.) / le malufuadar=l’allievo di falegname / le malùfunar=la falegname donna / le malufuanar=l’allieva di falegname.

Uek (Da buek=vendita): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante la sua vendita. Per ricavare le relative persone di genere promiscuo, maschile e femminile, si ricorre agli affissi del genere, come prima. Invece, per ricavare i commessi che collaborano nella vendita dei tre generi, si aggiunge l’affisso a dopo la prima vocale del suffisso.

Panur=frutto / panuruek=vendita della frutta. Da cui abbiamo: li panurulek=i fruttivendoli (promiscuo) / le panurudek=il fruttivendolo / le panuruadek=il commesso fruttivendolo / le panurunek=la fruttivendola / le panuruanek=la commessa fruttivendola.

Oet (Da poet=produzione): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante la sua produzione. Per ricavare le relative persone di genere promiscuo, maschile e femminile, si ricorre agli affissi del genere l, d e n.

Feap=pane / feàpoet=produzione del pane. Da cui abbiamo: li feàpolet=i produttori del pane, panettieri (promiscuo) / le feàpodet=il produttore del pane, il panettiere / le feàponet=la produttrice del pane, la panettiera.

Iul (Da fazul=uso): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante il suo uso. Per ricavare le relative persone di genere promiscuo, maschile e femminile, si ricorre agli affissi del genere l, d e n.

Veop=telefono / veopiul=uso del telefono. Da cui abbiamo: li veopilul=gli utenti del telefono (promiscuo) / le veopidul=l’utente del telefono / le veopinul=la utente del telefono.

Uot (Da dazuot=consumo): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante il suo consumo. Per ricavare le relative persone di genere promiscuo, maschile e femminile, si ricorre agli affissi del genere l, d e n.

Veruz=birra / veruzuot=consumo di birra. Da cui abbiamo: li veruzulot=i consumatori di birra (promiscuo) / le veruzudot=il consumatore di birra / le veruzunot=la consumatrice di birra.

Oab (da xoab=dipendenza): fa ricavare il derivato indicante la dipendenza dal sostantivo da cui esso deriva.

Rev=televisione / revoab=teledipendenza. Da cui abbiamo: li revolab=i teledipendenti (promiscuo) / le revodab=il teledipendente (m.) / le revonab=la teledipendente.

Eus (Da ceus=sport): fa ricavare il derivato indicante lo sport del sostantivo da cui esso deriva.

Dud=bicicletta / dudeus=ciclismo. Da cui: li dudelus=i ciclisti (promiscuo) / le dudedus=il ciclista (m.) / le dudenus=la ciclista.
Altri derivati dello stesso tipo sono:

dulav=cavallo / dulaveus=equitazione; cobok=motocicletta / cobokeus=motociclismo; tahr=automobile da corsa / trahreus=automobilismo.

Uov (Da sotuov=apprendistato / upruov=tirocinio / lenomuov=praticantato): fa ricavare il derivato indicante l'apprendistato, il praticantato o il tirocinio che si effettua per conseguire una determinata qualificazione o specializzazione.

Vozen=stregoneria / vozenuov=apprendistato nell'arte della stregoneria. Da cui abbiamo: li vozenulov=gli apprendisti stregoni (promiscuo) / le vozenudov=l'apprendista stregone maschio / le vozenunov=l'apprendista stregone femmina.

Eak (Da ceak=laurea): fa ricavare il derivato indicante la laurea in una determinata materia di studio.

Kesop=medicina / kesopeak=laurea in medicina. Da cui abbiamo: li kesopelak=i laureati in medicina (promiscuo) / le kesopedak=laureato in medicina (s.) / le kesopenak=la laureata in medicina.

3) Prefissi di Sostantivi di Persona

Dei (Da den=femmina): premesso ad un sostantivo di parentela, fa ricavare il derivato indicante la sua appartenenza alla parte materna.

Broz=nonno / deibroz=nonno materno; buket=zio / deibuket=zio materno; marof=cugino / deimarof=cugino materno;
bobem=parente / deibobem=parente per parte di madre; zorb=nipote (di nonno) / deizorb=nipote materno; fult=orfano /
deifult=orfano di madre.

Nei (Da ned=maschio): premesso ad un sostantivo di parentela, fa ricavare il derivato indicante la sua appartenenza alla parte paterna.

Broz=nonno / neibroz=nonno paterno; buket=zio neibuket=zio paterno; marof=cugino / neimarof=cugino paterno;
bobem=parente / neibobem=parente per parte di padre; fult=orfano / neifult=orfano di padre.

Xi (Da xez=stesso): fa ricavare il derivato indicante l’appartenenza al sostantivo da cui deriva; ma esso richiede anche i suffissi del genere.

Paguz=città / xipaguzied=concittadino (maschile) / xipaguzien=concittadina / xipaguziel=concittadino (promiscuo); horp=patria
/ xihorpied=compatriota (maschile) / xihorpien=compatriota (femminile) / xihorpiel=compatriota (promiscuo);
boak=sangue / xiboakied=consanguineo (maschile) / xiboakien=consanguinea / xiboakiel=consanguineo (promiscuo).

Bi (Da bir=uno): premesso ad un sostantivo o ad un pronome o ad un suffisso del genere, fa ricavare la persona prima in assoluto per importanza o priorità, come appresso:

Doxek=tribù / bidoxek=capotribù; baruof=classe / bibaruof=capoclasse; rautaliel=martire / birautaliel=protomartire;
kesoup=medico / bikesoup=protomedico, archiatra o primario; olkaos=razionalismo / bibolkaos=precursore del razionalismo;
monop=boxe, pugilato / bimonop=campione o asso della boxe; an=tutto / bian=primo-a fra tutti-e;
bied=campione; bien=campionessa; biud=uomo più importante; biun=donna più importante; biul=persona più autorevole;
biez=campione (detto di animali maschi); biex=campionessa (detto di animali femmine).

Zi (Da zia=zeta): premesso ad un sostantivo o ad un pronome o ad un suffisso del genere, fa ricavare la persona ultima per importanza o priorità, come appresso:

Baruof=classe / zibaruof=ultimo della classe; monop=boxe / zimonop=schiappa della boxe; paenit=arrivato / zipaenit=ultimo-a arrivato-a; zian=ultimo-a fra tutti-e;
zied=ultimo, brocco, schiappa, sbercia; zien=ultima, brocca, schiappa, sbercia; ziud=uomo meno importante; ziun=donna meno importante; ziul=persona meno autorevole; ziez=ultimo, brocco, schiappa (detto di animali maschi); ziex=ultima, brocca, schiappa (detto di animali femmine).

Spi (Da spuot=che è il più alto in carica e che precede gli altri per importanza), premesso ad un sostantivo, fa ricavare la persona o la cosa superiore ad un'altra, come appresso:

tusaruc=diocesi / spitusaruc=arcidiocesi; tusar=vescovo / spitusar=arcivescovo; fevor=angelo / spifevor=arcangelo;kafaz=duca / spikafaz=arciduca; kafazuc=ducato / spikafazuc=arciducato.

Tri (Da trueik=ex, di una volta, di un tempo): premesso ad un sostantivo, fa ricavare la persona che non ha più la carica o la qualità che esso rappresentava. Per cui il sostantivo diventa quello di una volta, ossia un ex.

Bied=campione / tribied=ex campione; bien=campionessa / tribien=ex campionessa; monopied=pugile / trimonopied=ex pugile;
surafir=combattente / tribsurafir=ex combattente; faut=capo / trifaut=ex capo; durpir=comandante / tridurpir=ex comandante;
aib triseatir=il mio ex insegnante; oif trimoed=la tua ex casa.

Fri (Da fraed=aspirazione): premesso ad un sostantivo, fa ricavare la persona che aspira ad esso.

Bied=campione / fribied=aspirante campione; kesoup=medico / frikesoup=aspirante medico; bimonop=campione di boxe / fribimonop=aspirante al titolo mondiale di boxe.

Pri (Da prusk=vice, vicario): premesso al sostantivo, fa ricavare il derivato indicante la persona che lo rappresenta, cioè il suo vice.

Beos=re / pribeos=viceré; pribivaluan=vicesegretario; faut=capo / prifaut=vicecapo; peteod=presidente / pripeteod=vicepresidente; petedir=preside / pripetedir=vicepreside; nosteriel=direttore / prinosteriel=vicedirettore.

24.2-Affissi, Prefissi e Suffissi di Alimenti, di Vegetali e di Animali

1) Suffissi di Alimenti

Oc (Da umoc=macello): aggiunto ad un nome di animale o ad altro vocabolo, fa ricavare il derivato che ne indica la carne macellata.

Dulav=cavallo / dulavoc=carne equina; kenev=pollo / kenevoc=carne di pollo; xasad=coniglio / xasadoc=carne di coniglio; sufokez=tacchino / sufokezoc=carne di tacchino; zutos=trito / zutosoc=carne trita; maiale=kafuez / kafuezoc=carne di maiale.

Uap (Da ekuap=cucina): aggiunto ad un sostantivo o ad un’azione, fa ricavare il derivato che indica la carne cucinata mediante esso o ricorrendo ad esso.

Xotup=carbone / xotupuap=carbonata;< cabok=cervello / cabokuap=cervellata; sarpor=bollitura / sarporuap=bollito, carne bollita; fosup=lesso / fosupuap=lesso, carne lessa; varaf=spezzato / varafuap=spezzatino.

Om (Da garom=vivanda): aggiunto ad un sostantivo o ad un’azione, fa ricavare il derivato che ne indica il relativo alimento.

Torcaf=sfoglia / torcafom=sfogliata; kegen=crosta / kegenom=crostata; pusov=frittura / pusovom=frittura, ciò che è stato fritto; noec=gelo / noecom=gelato; tevrop=taglio / tevropom=tagliatella; boak=sangue / boakom=sanguinaccio; rekuc=giunco / rekucom=giuncata; varam=mandorla / varamom=mandorlato.

Ag (Da morag=bevanda): aggiunto ad un sostantivo di frutto o di altro, fa ricavare il derivato che ne indica la relativa bevanda.

Kazer=arancia / kazerag=aranciata; hokam=limone / hokamag=limonata; obaf=gas / obafag=gassosa; mah=tè / mahag=tè (bevanda); hapos=spuma, schiuma / haposag=spumante; upez=orzo / upezag=orzata; buneoc=anice / buneocag=anisetta.

Ux (Da nomux=succo): aggiunto ad un sostantivo di frutto, fa ricavare il derivato che ne indica il relativo succo.

Kazer=arancia / kazerux=succo di arancia; hokam=limone / hokamux=succo di limone; zorab=mela / zorabux=succo di mela; aradok=albicocca / aradokux=succo di albicocca.

1) Suffissi di Vegetali

Eac (Da ceac=luogo di coltivazione): aggiunto al nome di un prodotto agricolo, fa ricavare il derivato indicante il luogo dove esso. La stessa cosa vale anche per le piante e gli alberi che non danno prodotti.

Kaxep=agrume / kaxepeac=agrumeto; eboet=abete / eboeteac=abetaia; verak=pesca / verakeac=pescheto; lesurat=patata / lesurateac=campo coltivato a patate; caped=grano, frumento / capedeac=granaio.

Eut (Da seut=raccolta), aggiunto al nome di prodotto agricolo, fa ricavare il derivato che ne indica la raccolta.

Panur=frutto / panureut=raccolta di frutta. Da cui abbiamo: panureuti=raccogliere la frutta / li panurelut=i raccoglitori di frutta / panuredut=raccoglitore di frutta (m.) / panurenut=raccoglitrice di frutta.

Isp (Da tusp=fiore): aggiunto al nome di un vegetale, fa ricavare il suo fiore.

Zoraeb=melo / zoraebisp=fiore del melo; veraek=pesco / veraekisp=fiore del pesco; kazeor=arancio / kazeorisp=fiore dell'arancio, zagara.

If (Da maluf=legno): aggiunto al nome di un vegetale, fa ricavare il suo legno.

Tabeon=noce / tabeonif=legno di noce; aradouk=albicocco / aradoukif=legno di albicocco; aboun=pino / abounif=legno di pino; rafeos=castagno / rafeosif=legno di castagno; ledefax=frassino / ledefaxif=legno di frassino; sabep=pioppo / sabepif=legno di pioppo; aferat=quercia / aferatif=legno di quercia; radeluk=ebano / radelukif=legno di ebano; ferag=faggio / feragif=legno di faggio.

Is (Da tus=seme): aggiunto al nome di un vegetale, fa ricavare il suo seme.

Abuaf=finocchio / abuafis=seme del finocchio; okeoz=corbezzolo / okeozis=seme del corbezzolo; oreod=aglio / oreodis=seme dell’aglio; naraes=nespolo / naraesis=seme del nespolo.

2) Affisso di Vegetali

A, E, O, U: aggiungendo all'ultima vocale del nome di un prodotto agricolo la vocale che segue in ordine alfabetico (e dopo la a, o dopo la e, u dopo la o), a dopo la u) si ricava il nome del vegetale da cui esso deriva.

Amarena=horab, (vegetale) horaeb; ananas=(prodotto) sures, (vegetale) sureos; albicocca=aradok, (vegetale) aradouk; carota=(prodotto) zabuk, (vegetale) zabuak.

Al contrario, se si conosce il nome del vegetale, per ricavare il suo prodotto alimentare è sufficite eliminare la sua ultima vocale.

Horaeb=amareno / horab=fragola.

5) Suffissi di Animali

Ous (Da tebous=verso di animale adulto): aggiunto al nome di animale fa ricavare il derivato indicante il suo verso. Esso è verbalizzabile.

Laben=elefante / labenous=barrito / labenousi=barrire; tanum=leone / tanumous=ruggito / tanumousi=ruggire.

N.B. Il suffisso dell’animale adulto si ottiene anche con l’inverso grafico del nome, come appresso:

Laben=elefante / nebal=barrito / nebali=barrire; tanum=leone / munat=ruggito / munati=ruggire; tagop=gatto / pogat=miagolio / pogati=miagolare.

Uk (Da bocuk=verso del piccolo di animale): aggiunto ad un animale, fa ricavare il derivato indicante il verso del suo piccolo.

Xetak=tigre / xetakuk=verso del tigrotto / xetakuki=verbo del verso del tigrotto;
talup=lupo / talupuk=verso del lupacchiotto / talupuki=verbo del verso del lupacchiotto.

Eot (Da pafeot=pelliccia): aggiunto al nome di un animale, fa ricavare il derivato indicante la sua pelliccia.

Lutaev=volpe / lutaeveot=pelliccia di volpe; tabuos=visone / tabuoseot=pelliccia di visone; buotaz=zibellino / buotazeot=pelliccia di zibellino; rador=castoro / radoreot=pelliccia di castoro; huleos=opossum / huleoseot=pelliccia di opossum.

24.3-Suffissi di Luogo, di Contenenza, di Quantità e Prefissi di Qualità

1) Suffissi di Luogo

C (Da unc=luogo): aggiunto all’infinito presente di un verbo, fa ricavare il derivato indicante il suo luogo di azione.

Luobi=studiare / luobic=studio; ekuapi=cucinare / ekuapic=cucina; donuozi=curare / donuozic=casa di cura, clinica; lexali=visitare / lexalic=ambulatorio; raxuvi=dormire / raxuvic=dormitorio.

Ic (Da unc=luogo): aggiunto ad un sostantivo di persona, fa ricavare il derivato indicante il luogo in cui egli esercita la sua professione.

Tomev=avvocato / tomevic=studio legale; mokel=notaio / mokelic=studio notarile; kesoup=medico / kesoupicstudio medico, ambulatorio.

Iac (Da dasac=bottega): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante il suo luogo di riparazione. Per ricavare le relative persone di genere promiscuo, maschile e femminile, si ricorre agli affissi del genere l, dn
Tahor=automobile / tahoriac=autofficina. Da cui abbiamo: li tahòrilac=quelli che lavorano nell’autofficina (promiscuo) / le tahòridac=colui che lavora nell’autofficina / le tahòrinac=colei che lavora nell’autofficina.

Ios (Da cupos=negozio): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante il suo luogo di vendita.

Ludot=lana / ludotios=negozio di lana, laneria; feap=pane / feapios=panetteria; kleuz=colore / kleuzios=colorificio (negozio); gurpuog=materiale elettrico / gurpuogios=negozio di tale materiale; ehez=salume / ehezios=salumeria; ludap=calzatura / ludapios=negozio di calzature.

Iuc (Da sopuc=fabbrica): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante il suo luogo di produzione.

Tahor=automobile / tahoriuc=fabbrica di automobili; ludap=calzatura / ludapiuc=calzaturificio; kleuz=colore / kleuziuc=colorificio (fabbrica); gurpuog=materiale elettrico / gurpuogiuc=fabbrica di tale materiale.

Uc (Da bromuc=territorio): aggiunto ad un nome di persona, fa ricavare il derivato indicante il territorio su cui essa ha l’autorità.

Beos=re / beosuc=regno; rasut=cardinale / rasutucc=cardinalato; foduer=principe / fodueruc=principato; botrek=parroco / botrekuc=parrocchia.

Eoc (Da breoc=estrazione): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante il luogo in cui esso si trova in natura.

Zefros=sabbia, arena / zefroseoc=arenile; masak=sasso / masakeoc=sassaia; funtal=ghiaia / funtaleoc=ghiaieto; tukrat=oro / tukrateoc=miniera aurifera; sezof=petrolio sezofeoc=pozzo petrolifero; odubom=stagno / odubomeoc=cava di stagno.

Uac (Da bruac=conservazione): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante il suo luogo di conservazione. Per ricavare le relative persone di genere promiscuo, maschile e femminile, si ricorre agli affissi del genere l, d e n.

Bavel=libro / baveluac=biblioteca. Da cui abbiamo: li bavelulac=i bibliotecai (promiscuo) /le baveluadc=il bibliotecaio (m.) / le bavelunac=la bibliotecaia.

Ouc (Da kouc=palestra): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante il luogo in cui si pratica il suo sport.

Tahr=automobile da corsa / tahrouc=autodromo; dud=bicicletta / dudouc=velodromo; lutak=cane / lutakouc=cinodromo; kesbat=boccia / kesbatouc=bocciodromo; monop=boxe / monopouc=palestra di pugilato; napas=nuoto / napasouc=piscina; horul=pattino / horulouc=luogo dove si pratica il pattinaggio; tocap=ballo / tocapouc=sala da ballo.

Aec (Da raec=nido): aggiunto ad un sostantivo di uccello o di insetto o di piccolo rettile, fa ricavare il derivato indicante il suo nido.

Folfed=rondine / folfedaec=nido di rondine; fovev=uccello / fovevaec=nido di uccello; sorupaz=formica / sorupazaec=formicaio o nido di formiche.

Uop (Da basuop=tana): aggiunto ad un sostantivo di mammifero o di grosso rettile, fa ricavare il derivato indicante la sua tana o il suo covo.

Lutaev=volpe / lutaevuop=tana di volpe; xasad=coniglio / xasaduop=tana di coniglio; luotam=orso / luotamuop=tana di orso; talup=lupo / talupuop=tana di lupo; omeguk=vipera / omegukuop=covo di vipere.

2) Suffisso di Contenenza e Suffisso di Quantità

Uaf (Da zuaf=contenenza): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante il recipite che lo contiene.

Orol=olio / oroluaf=oliera; kraul=ago / krauluaf=agoraio; kespan=insalata / kespanuaf=insalatiera; dapal=scarpa / dapaluaf=scarpiera; mah=tè / mahuaf=teiera; babr=sale / babruaf=saliera; capab=zucchero / capabuaf=zuccheriera; bavel=libro / baveluaf=libreria (di casa).

Iuf (Da xeuf=quantità): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante la quantità di qualcosa in esso contenuta.

Far=mano / fariuf=il contenuto del cavo di una mano; racun=cucchiaio / racuniuf=il contenuto di un cucchiaio; mucom=mestolo / mucomiuff=il contenuto di un mestolo; raoxeb=tazza / raoxebiuf=il contenuto di una tazza; kocof=tasca / kocofiuf=il contenuto di una tasca; ostav=fazzoletto / ostaviuf=il contenuto di un fazzoletto; targef=carriola / targefiuf=il contenuto di una carriola; letroc=staio / letrociuf=il contenuto di uno staio.

3) Prefissi di Qualità

Tli (Da tlug=finto): premesso al sostantivo, fa ricavare il derivato che ne indica un’analogia esteriore o una qualità apparente o una semplice somiglianza puramente estrinseca. Insomma, traduce l’italiano “pseudo”.

Sobuv=nome / tlisobuv=pseudonimo; vuobem=membrana / tlivuobem=pseudomembrana; copenias=sensibilità / tlicobenias=pseudestesia;
tecaz=testo / tlitecaz=testo apocrifo, spurio; lelap=documento / tlilelap=documento apocrifo; tarosiel=profeta / tlitarosiel=pseudoprofeta.

Gul (Da gult=autentico): premesso ad un sostantivo, fa ricavare il derivato che ne indica l’autenticità o l’originalità.

Kosez=dipinto / gulkosez=dipinto originale; belod=firma / gulbelod=firma autentica; krab=opera / gulkrab=opera autentica, non contraffata; sort=copia / gulsòrt=copia autentica.

Vu (Da vureb=gusto): premesso al sostantivo, fa ricavare il derivato che ne indica il gusto.

Hokam=limone / vuhokam=gusto di limone / vuhokam=al gusto di limone;
lukap=pistacchio / vulukap=gusto di pistacchio / vulukap=al gusto di pistacchio;
ralufen=nocciola / vuralufen=gusto di nocciola / vuralufen=al gusto di nocciola;
xukas=cioccolato / vuxukas=gusto di cioccolato / vuxukas=al gusto di cioccolato;
lucem=crema / vulucem=gusto di crema / vulucem=al gusto di crema.

24.4-Suffissi di Linea, di Cose, di Nomi Collettivi e Alterati

1) Suffisso di Linea

Oub (Da foub=linea): aggiunto ad un sostantivo o ad un aggettivo o ad un verbo, fa ricavare il derivato indicante la relativa linea geometrica.

Teguf=vertice / tegufoub=(linea) verticale; poesal=perpendicolare / poesaloub=(linea) perpendicolare;
sorav=parallelo / soravoub=(linea) parallela; pluof=trasversale / pluofoub=(linea) trasversale;
laseop=orizzontale / laseopoub=(linea) orizzontale; dolam=retto / dolamoub=(linea) retta; malod=curvo / malodoub=(linea) curva.

2) Suffissi di Cose

(I)al (Da zomal=oggetto): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante l'oggetto ad esso relativo.

Deos=orecchio / deosial=orecchino; raf=piede / rafial=pedale; arb=collo / arbial=collana; lauv=pancia / lauvial=panciera; salef=caffè / salefial=caffettiera; pour=occhio / pourial=occhiale; far=mano / faral=manetta / farali=ammanettare.

Iev (Da zoev=cosa): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante il nome di cosa ad esso relativo.

Lupoz=gomma / lupoziev=gomma (per cancellare); matas=gesso / matasiev=gessetto (per scrivere su lavagna); celur=cera / celuriev=ceretta.

Uog (da nepuog=materiale): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante il materiale ad esso relativo.

Datev=edilizia / datevuog=materiale edile; gurp=elettricità / gurpuog=materiale elettrico; lest=scuola / lestuog=materiale scolastico.

3) Affissi di Cose

A, E, O, U: facendo seguire tali vocali come affissi all'ultima vocale di un sostantivo (e dopo a, o dopo e, u dopo o, a dopo u), fanno ottenere i sostantivi di cosa non contenitori, come i seguenti:

Nogur=abito / noguar=appendiabiti; far=mano / faer=corrimano; kaxep=agrume / kaxeop=spremiagrumi; obaf=gas / obaef=accendigas.

4) Suffissi di Nomi Collettivi

Iar (Ar) (Da hemar=gruppo, insieme di persone): aggiunto ad un sostantivo o ad un verbo, fa ricavare il derivato indicante il collettivo del sostantivo di persona.

Paguz=città / paguziar=cittadinanza (l’insieme dei cittadini); lest=scuola / lestiar=scolaresca; luobi=studiare / luobiar=studentesca; seati=insegnare / seatiar=corpo docenti o insegnanti; dugefi=abitare / dugefiar=l’insieme degli abitanti; voert=compagno / voertiar=compagnia; zoar=attore cinematografico / zoariar=cast degli attori; daceuz=sacerdote / daceuziar=l’insieme dei sacerdoti.

Iup (Up) (Da treup=accozzaglia): aggiunto ad un sostantivo di persona, fa ricavare il derivato indicante il suo collettivo spregiativo

Hoelb=gente / hoelbiup=gentaglia; veorf=plebe / veorfiup=plebaglia; dafer=prete / daferiup=pretaglia; salar=ragazzo / salariup=ragazzaglia.

Oz (Da gexoz=branco): aggiunto ad un sostantivo di animale, fa ricavare il derivato indicante il suo collettivo.

Kenev=pollo / kenevoz=pollame; seot=bestia / seotoz=bestiame; lutak=cane / lutakoz=muta; talup=lupo / talupoz=branco di lupi; cakap=montone / cakapoz=gregge; dulav=cavallo / dulavoz=mandria di cavalli.

Aev (Da gumaev=insieme di cose): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante il suo collettivo.

Bunak=nave / bunakaev=flotta;
rouzot=aeroplano / rouzotaev=squadriglia di aerei; bortal=cristallo / bortalaev=cristalleria; porvet=coltello / porvetaev=coltelleria; befaf=scatola / befafaev=scatolame; tobulur=argento / tobuluraev=argenteria.

Iug (Da vamug=insieme di cose vecchie): aggiunto ad un aggettivo, fa ricavare il derivato indicante il suo collettivo spregiativo.

Vun=vecchio / vuniug=vecchiume, insieme di cose vecchie; sabeof=lurido / sabeofiug=luridume, insieme di cose luride; tulek=marcio / tulekiug=marciume, insieme di cose marce; zutos=trito / zutosiug=tritume, insieme di cose trite.

At (Da mortat=categoria): aggiunto ad un sostantivo di persona, fa ricavare il derivato indicante la sua categoria.

Seatir=insegnante / Seatirat=Categoria degli insegnanti; bonetil=ricchi (sost.) / Bonetilat=Categoria dei ricchi; lurir=lavoratore / Lurirat=Categoria dei lavoratori.

Uof (Da baruof=classe): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante la sua classe.

Dufouz=nobile (sost.) / dufouzuof=classe dei nobili; krabil=operai / krabiluof=classe Operaia; nosterir=dirigente / nosteruof=classe dirigente.

Ep (Da marsep=associazione): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante la sua associazione.

Seatir=insegnante / Seatirep=Associazione Insegnanti; fuzeok=industriale (sost.) / Fuzeokep=Associazione Industriali.

Ab (Da narmab=federazione): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante la sua federazione.

Lesakil=esercenti / Lesakilab=Federazione Esercenti; muneus=braccianti / muneusab=Federazione Braccianti.

Uad (Da nobuad=corporazione): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante la sua corporazione.

Rekafil=mercanti / Rekafiluad=Corporazione dei Mercanti; punazil=professionisti / Punaziluad=Corporazione dei Professionisti.

5) Suffissi di Nomi Alterati

Irl (Da hurl=minuto, fine): aggiunto ad un sostantivo o ad un aggettivo o ad un avverbio, fa ricavare il derivato indicante il relativo diminutivo o vezzeggiativo.

Zeor=vento / zeorirl=venticello; dret=grande / dretirl=grandicello; memof=torta / memofirl=tortina; feleb=male / felebirl=maluccio; terd=piccolo / terdirl=piccolino, piccoletto; xepon=bicchiere / xeponirl=bicchierino; ustez=ombrello / ustezirl=ombrellino.

Iog (Da brog=grosso): aggiunto ad un sostantivo o ad un aggettivo o ad un avverbio, fa ricavare il derivato indicante il relativo accrescitivo.

Naed=uomo / naediog=omone; belef=bene / belefiog=benone; nopex=bottiglia / nopexiog=bottiglione; lobuk=grasso / lobukiog=grassone; seot=bestia / seotiog=bestione; pour=occhio / pouriog=occhione; kopuf=torre / kopufiog=torrione.

Iux (Da zupux=disprezzo): aggiunto ad un sostantivo o ad un aggettivo o ad un avverbio, fa ricavare il derivato indicante il relativo dispregiativo.

fuel=carta / fueliux=cartaccia; feleb=male / felebiux=malaccio; bavel=libro / baveliux=libraccio; far=mano / fariux=manaccia; furan=figura / furaniux=figuraccia; cozom=cappello / cozomiux= cappellaccio; fuhed=brodo / fuhediux=brodaccio; beruv=lingua / beruviux=linguaccia; naed= uomo / naediux=omaccio; dean=donna / deaniux=donnaccia; nobak=coda / nobakiux=codazzo.

Isk (da telask=offesa): aggiunto ad un sostantivo di persona o di astrazione, fa ricavare il derivato indicante il relativo spregiativo.

Pugeon=poeta / pugeonisk=poetastro, poetucolo; rocuaf=filosofo / rocuafisk=filosofastro; kesoup=medico / kesoupisk=medicastro, mediconzolo; hoan=giovane / hoanisk=giovinastro; kafol=furbo / kafolisk=furbastro; dozeov=politico (sm) / dozeovisk= politicastro; kenev=pollo (persona ingenua) / kenevisk=pollastro; rocuf=filosofia / rocufisk=filosofesco.

24.5-Altri Prefissi e Suffissi di Sostantivi

1) Altri Prefissi di Sostantivi

Ai (prefisso asemantico): premesso a una Misura Lineare o a una Frazione di Tempo, precisa il luogo o il tempo in cui si svolge un'azione.

Mei boin=pochi chilometri / aimei boin=a pochi chilometri; fic bep=due minuti / aific bep=a due minuti; aimei boin kip aib moed=a pochi chilometri da (prima di) casa mia; aimei bep pik le fod=a pochi minuti dalla (dopo la) fine.

Dai (Da dakub=supporto): fa ricavare il derivato indicante la sua affinità con il sostantivo da cui esso deriva.

Kesoup=medico / daikesoup=paramedico; veduz=militare / daiveduz=paramilitare; po-dos=movimento / daipodos=paracinesi; repof=psicologia / dairepof=parapsicologia.

Nu (Da nuv=nuovo): premesso ad un sostantivo, acquista il significato del prefisso italiano neo.

Etacit=assunto / nuetacit=neoassunto; ceakit=laureato / nuceakit=neolaureato; palerism=realismo / nupalerism=neorealismo; evlosism=classicismo / nuevlosism=neoclassicismo.

Pa (Da parol=scarso): premesso ad un sostantivo, si ricava il derivato che ne indica una penuria o scarsità. (Davanti alla vocale a, esso diventa p).

Zurt=nutrizione / pazurt=denutrizione; pusert=pressione atmosferica / papusert=bassa pressione; dosert=pressione arteriosa / padosert=ipotensione; copenias=sensibilità / pacopenias=iposensibilità, scarsa sensibilità; ertox=mezzo / paertox=scarsità di mezzi.

Lo (Da lorap=colmo): premesso ad un sostantivo, si ricava il derivato che ne indica un eccesso o un’abbondanza. (Davanti alla vocale o, esso diventa l).

Zurt=nutrizione / lozurt=ipernutrizione; naed=uomo / lonaed=superuomo, superman; ab=io / loab=super-ego o super-io; dean=donna / lodean=superdonna; flatipus=riscaldamento / loflatipus=surriscaldamento; coberipus=affollamento / locoberipus=sopraffollamento.

Tro (Da troeb=normale): premesso ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante la normalità del sostantivo da cui esso deriva. (Davanti alla vocale o, esso diventa tr).

Dosert=pressione arteriosa / trodosert=normotensione; buxom=tipo / trobuxom=normotipo; pab=peso / tropab=normopeso.

Pli (Da ploeh=minuscolo): premesso ad un sostantivo, fa ricavare il derivato che lo rende minuscolo o piccolissimo. (Davanti alla vocale i, esso diventa pl).

Kosm=cosmo / plikosm=microcosmo; orm=film / pliorm=microfilm; sadok=onda / plisadok=microonda; fudas=solco / plifudas=microsolco; poman=calcolo (med.) / plipoman=microlito; soruf=flora / plisoruf=microflora.

He (Da heolp=maiuscolo): premesso ad un sostantivo, fa ricavare il derivato che lo rende enorme o grandissimo. (Davanti alla vocale , esso diventa h).

Kosm=cosmo / hekosm=macrocosmo; dabep=colon / hedabep=megacolon; funud=spora / hefunud=macrospora; cufam=esofago / hecufam=megaesofago; dalep=galassia / hedalep=megagalassia.

Mu (Da muac=assenza): premesso ad un sostantivo, fa ricavare il derivato che ne indica la mancanza o l’assenza. (Davanti alla vocale u, esso diventa m).

Sudav=Stato / musudav=apolidia, mancanza di cittadinanza / musudavel=apolide, persona priva di cittadinanza; denomias=moralità / mudenomias=amoralità; vebas=acqua / muvebas=mancanza d’acqua; babir=acido cloridrico / mubabirìa=acloridria.

Ci (Da caum=presenza): premesso a un sostantivo, fa ricavare il derivato che ne indica la presenza.

Vebas=acqua / civebas=presenza d’acqua; saomias=umidità / cisaomias=presenza di umidità; mofeb=pericolo / cimofeb=presenza di pericolo.

Fu (Da fucox=metà): premesso a un sostantivo, fa ricavare il derivato che ne indica la metà. (Davanti alla vocale u, esso diventa f).

Lonak=circonferenza / fulonak=semicirconferenza; tatoaf=paralisi / futatoaf=emiplegia; fosoub=globo terrestre / fufosoub=emisfero;< raruel=circolo / furaruel=emiciclo; kortur=asse / fukortur=semiasse.

Ge (Da getob=opposto): premesso ad un sostantivo, fa ricavare il derivato che ne indica la parte opposta o che ha caratteristiche ad esso opposte. (Davanti alla vocale e, esso diventa g).

Fokuov=meridiano / gefokuov=antimeridiano; nepug=materia / genepug=antimateria; olsak=ciclone / geolsak=anticiclone; unc=luogo / geunc=antipode.

Ca (Da ca=a danno di): premesso ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante contrarietà od opposizione ad esso. (Davanti alla a, esso diventa c).

Kopat=attacco / cakopat=contrattacco; frav=ordine / cafrav=contrordine; Krist=Cristo / cakrist=Anticristo; kosor=incendio / cakosor=antincendio; deduk=ruggine / cadeduk=antiruggine.

Bo (Da bo=a favore di): premesso ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante una certa propensione verso di esso. (Davanti alla vocale o, esso diventa b).

Suap=guerra / bobolur=simpatia per il lavoro; ceus=sport / boceus=promozione dello sport; sokab=caccia / bosokab=difesa della caccia.

Co (Da cotolk=motore): premesso ad un sostantivo, fa ricavare il suo derivato a motore. (Davanti alla vocale o, esso diventa c).

Vem=ruota / covem=ciclomotore; vrek=sega / covrek=motosega; kanub=barca / cokanub=motobarca; bunak=nave / cobunak=motonave.

Ke (Da kel=parte anteriore): premesso ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante una posizione avanzata. (Davanti alla vocale e, esso diventa kel).

Texos=stanza / ketexos=anticamera; kucas=muro / kekucas=antimuro; latr=porta / kelatr=antiporta; ospen=elenco / keeospen / avantielenco.

Le (Da lek=parte posteriore): premesso ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante una posizione arretrata o un movimento all’indietro. (Davanti alla vocale e, esso diventa lek).

Dasac=bottega / ledasac=retrobottega; bromuc=territorio / lebromuc=retroterra; rumef=marcia / lerumef=retromarcia; olk=scena / leolk=retroscena.

Ko (Da kop=parte precedente): premesso ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante precedenza rispetto ad esso. (Davanti alla o, esso diventa kop).

Suap=guerra / kosuap=anteguerra; doblek=spettacolo / kodoblek=avanspettacolo; maut=fatto / komaut=antefatto.

Po (Da pok=parte seguente): premesso ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante posteriorità rispetto ad esso. (Davanti alla o, esso diventa pok).

Suap=guerra / posuap=dopoguerra; bacoed=barba / pobacoed=dopobarba; duepiut=scritto (sm) / poduepiut=poscritto.

Mo (Da mos=parte sovrastante): premesso ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante una posizione sovrastante rispetto ad esso. (Davanti alla o, esso diventa mos).

Heun=posizione / moheun=sovrapposizione; mameb=impressione / momameb=sovrimpressione; mucek=veste / momucek=sopravveste; cap=esposizione / mosocap=sovraesposizione; rolcet=citazione / morolcet=sopracitazione; ospen=elenco / mospen=sopraelenco.

So / (Da som=parte sottostante): premesso ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante una posizione sottostante rispetto ad esso. (Davanti alla o, esso diventa som).

Dozar=letto / sodozar=parte sottostante al letto; mulat=scala / somulat=sottoscala; ospor=titolo / somospor=sottotitolo; orup=passaggio / somorup=sottopasso; faut=capo / sofaut=sottocapo; duep=scrittura / soduep=sottoscrizione; cuzer=banco / socuzer=sottobanco.

La (Da lam=parte che è al di qua): premesso ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante una posizione che è al di qua di esso. (Davanti alla a, esso diventa lam).

Demul=strada (generica) / lademul=l’aldiqua della strada; kuxam=fiume / lakuxam=l’aldiqua del fiume; taok=monte / lataok=l’aldiqua dei monti.

Ma (Da mal=parte che è al di là): premesso ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante una posizione che è al di là di esso. (Davanti alla vocale a, esso diventa ma).

Kepur=mare / makepur=l’aldilà del mare; maxuk=lago / mamaxuk=l’aldilà del lago; cumorb=confine / macumorb=l’aldilà del confine; foub=linea / mafoub=l’aldilà della linea.

Du (Da dus=parte che è al di sopra): premesso ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante una posizione che è al di sopra di esso. (Davanti alla du, esso diventa dus)

Kasup=violetto / dukasup=ultravioletto; taiporix=novantenne / dutaiporix=ultranovantenne; klaub=suono / duklaub=ultrasuono.

Su (da sud=parte che è al di sotto): premesso ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante una posizione che è al di sotto di esso. (Davanti alla u, diventa sud)

Pebbor=rosso / supebbor=infrarosso; klaub=suono / suklaub=infrasuono; kovrat=struttura / sukovrat= infrastruttura.

Come si può osservare, gli ultimi dodici prefissi sono stati ricavati da altrettanti vocaboli di Posizioni di Luogo. Comunque, si può operare allo stesso modo anche con i vocaboli delle altre Posizioni di Luogo, che sono stati riportati al titolo 4.1. Quando il sostantivo inizia con la stessa vocale del prefisso, ad esso si premette l’intero vocabolo di posizione di luogo.

2) Altri Suffissi di Sostantivi

Uaz (da roguaz=sistemazione): fa ricavare il derivato indicante la sistemazione del sostantivo da cui esso deriva.

rocup=vocabolo / rocupuaz=vocabolario; toltug=blasone / toltuguaz=blasonario; xopl=espressione linguistica / xopluaz=dizionario. Iob (da batob=affine): fa ricavare il derivato indicante la qualità del sostantivo da cui esso deriva, ma intesa in senso spregiativo.

Ezad=genio / ezadiob=genialoide; bexok=metallo / bexokiob=metalloide; edob=ellisse / edobiob=ellissoide; dulver=rombo / dulveriob=romboide; fruod=intelletto / fruodiob=intellettualoide.

Osk (da drosk=divorazione): fa ricavare il derivato indicante la divorazione del sostantivo da cui esso deriva.

Naek=erba / naekosk=erbivoro; suevov=insetto / suevovosk=insettivoro; an=tutto / anosk=onnivoro; sepok=liquido / sepokosk=idrovoro; detep=cereale / deteposk=granivoro.

Iek (da cek=generazione): fa ricavare il derivato indicante la produzione del sostantivo da cui esso deriva.

Sanef=fumo / sanefiek=fumogeno; ceon=calore / ceoniek=calorifero; lecef=lacrima / lecefiek=lacrimogeno; sabor=fiamma / saboriek=fiammifero; gurp=elettricità / gurpiek=generatore di elettricità.

Eaf (da neteaf=eliminazione): fa ricavare il derivato indicante l’eliminazione del sostantivo da cui esso deriva.

Lenup=febbre / lenupeaf=febbrifugo; kokoz=callo / kokozeaf=callifugo; sefulp=cattivo odore / sefulpeaf=eliminatore di cattivi odori.

Ouz (Da lepouz=atto): fa ricavare il derivato indicante l’azione del sostantivo da cui esso deriva.

Seb=scemo / sebouz=scemata; tamoek=spaccone / tamoekouz=spacconata; vendaf=canaglia / vendafouz=canagliata; nasus=spavaldo / nasusouz=spavalderia (contegno da spavaldo); kafuez=porco / kafuezouz=porcheria;

Iot (Da hrot=colpo): fa ricavare il derivato indicante il colpo dato con il sostantivo da cui esso deriva.

Mortef=mazza / mortefiot=mazzata; raf=piede / rafiot=pedata; porvet=coltello / porvetiot=coltellata; etub=dito / etubiot=ditata; fetrom=bastone / fetromiot=bastonata; zureg=unghia / zuregiot=unghiata; kalfot=secchio / kalfotiot=secchiata.

Eap (Da rateap=tassa): fa ricavare il derivato indicante la tassa pagata per l’uso del sostantivo da cui esso deriva.

Kafuas=àncora / kafuaseap=ancoraggio (tassa); kasev=spedizione / kaseveap=spese di spedizione; kotral=autostrada / kotraleap=pedaggio autostradale; feuvap=parcheggio / feuvapeap=tassa per il parcheggio.

Uak (Da duak=vita): fa ricavare il derivato indicante la vita condotta dal sostantivo da cui esso deriva.

Zaluos=accattone / zaluosuak=accattonaggio; loceot=vagabondo / loceotuak=vagabondaggio; lutak=cane / lutakuak=vita da cane;
mulen=ladro / mulenuak=vita da ladro; talposir=truffatore / talposiruak=vita da truffatore; bezum=santo / bezumuak=vita da santo.

Eox / (Da loteox=titolo nobiliare od onorifico): fa ricavare il derivato indicante il titolo nobiliare od onorifico del sostantivo da cui esso deriva. L'accento cade sulla terzultima vocale.

Papet=papa / papeteox=papato (titolo); rasut=cardinale / rasuteox=cardinalato; tusar=vescovo / tusareox=vescovado (titolo);
beos=re / beoseox=regno (sovranità); foduer=principe / foduereox=principato; kazaf=duca / kazafeox=ducato; bokader=rettore / bokadereox=rettorato; bapem=generale / bapemeox=generalato.

Uam (da poetuam=attività): aggiunto a un nome primitivo di persona, fa ricavare il derivato indicante la sua attività. Se il nome è derivato, il suffisso uam si aggiunge al nome da cui esso deriva.

Tolos=brigante / tolosuam=brigantaggio, attività del brigante; gurz=fabbro / gurzuam= attività del fabbro; socef=boia / socefuam=attività del boia; tomev=avvocato / tomevuam=attività dell'avvocato.
Kesoup=medico (da kesop=medicina) / kesopuam=attività del medico; nemalied=agricoltore (da nemal=agricoltura) / nemaluam=attività dell'agricoltore.