di Luigi Orabona

 

Lezione 23

23.1-Suffissi e Prefissi di Sostantivi di Persona
23.2-Affissi, Prefissi e Suffissi di Alimenti, di Vegetali e di Animali
23.3-Suffissi di Luogo, di Contenenza, di Quantità e Prefissi di Qualità
23.4-Suffissi di Linea, di Cose, di Nomi Collettivi e Alterati
23.5-Altri Prefissi e Suffissi di Sostantivi)

________________________________________

23.1-Affissi, Prefissi e Suffissi di Sostantivi di Persona

1) Suffissi di Persona



- Per ottenere da un nome di persona maschia il corrispondente nome femminile, si aggiunge ad esso il suffisso ien. Al plurale, tale nome prende il suffisso in ed è preceduto dall’articolo li. Il suffisso plurale della forma promiscua è il.



Le beos=il re, li beos=i re, le beosien=la regina, li beosin=le regine;

le foduer=il principe, li foduer=i principi, le foduerien=la principessa, li foduerin=le principesse;

le buket=lo zio, li buket=gli zii; le buketien=la zia, li buketin=le zie;

le gert=il marito, li gert=i mariti, le gertien=la moglie, li gertin=le mogli;

le broz=il nonno, li broz=i nonni, le brozien=la nonna, li brozin=le nonne, li brozil=i nonni (forma promiscua);

le bab=il babbo, li bab=i babbi, le babien=la mamma, li babin=le mamme;

le foram=il fratello, li foram=i fratelli, le foramien=la sorella, li foramin=le sorelle;

le marof=il cugino, li marof=i cugini, le marofien=la cugina, li marofin=le cugine, li marofil=i cugini (forma promiscua);

le brev=il padre, li brev=i padri, le brevien=la madre, li brevin=le madri;

le verb=il figlio, li verb=i figli, le verbien=la figlia, li verbin=le figlie, li verbil=i figli (forma promiscua).



- Per ottenere il maschile, il femminile e il promiscuo da un sostantivo primitivo non di persona, si aggiungono ad essi rispettivamente i suffissi ied, ien e iel al singolare e id, in e il al plurale. Nei nomi italiani, m. sta per maschio, f. sta per femmina e p. sta per promiscuo.



Da ustax=cronaca, abbiamo: le ustaxied=il cronista e li ustaxid=i cronisti m.; le ustaxien=la cronista, li ustaxin=le croniste f.; le ustaxiel=il cronista, li ustaxil=i cronisti p.;

da pugen=poesia, abbiamo: le pugenied=il poeta, li pugenid=i poeti m.; le pugenien=la poetessa, li pugenin=le poetesse; le pugeniel=il poeta, li pugenil=i poeti p.;

da ponos=critica, abbiamo: le ponosied=il critico, li ponosid=i critici m.; le ponosien=la critica, li ponosin=le critiche; le ponosiel=il critico, li ponosil=i critici p.;

da kablud=dramma, abbiamo: le kabludied=il drammaturgo, li kabludid=i drammaturghi m.; le kabludien=la drammaturga, li kabludin=le drammaturghe; le kabludiel=il drammaturgo, li kabludil=i drammaturghi p.;

da kuvrob=pubblicità, abbiamo: le kuvrobied=il pubblicista, li kuvrobid=i publicisti m., le kuvrobien=la publicista, li kuvrobin=le publiciste f., le kuvrobiel=il publicista, li kuvrobil=i publicisti p.;

da bar=bar, abbiamo: le baried=il barista, li barid=i baristi m., le barien=la barista, li barin=le bariste f.; le bariel=il barista, li baril=i baristi p.;

da paguz=città, abbiamo: le paguzied=il cittadino, li paguzid=i cittadini m., le paguzien=la cittadina, li paguzin=le cittadine; le paguziel=il cittadino, li paguzil=i cittadini p.;

da veod=telefono, abbiamo: le veodied=il telefonista, li veodid=i telefonisti m.; le veodien=la telefonista, li veodin=le telefoniste f., veodiel=il telefonista, li veodil=i telefonisti p..

- Quando si tratta di venditore, di lavoratore e di produttore del prodotto, i suffissi di persona maschile diventano rispettivamente ied, iad e iod, quelli di persona femminile diventano ien, ian e ion e quelli di genere promiscuo diventano iel, ial e iol. Quelli con gli affissi iad, iod, ian, ion, ial e iol sono invariabili nel genere.



Da veruz=birra, abbiamo: le veruzied=il venditore di birra, li veruzid=i venditori di birra m., le veruzien=la venditrice di birra, li veruzin=le venditrici di birra; le veruziel=il venditore di birra, li veruzil=i venditori di birra p.;

da panur=frutto, abbiamo: le panuried=il fruttivendolo, li panurid=i fruttivendoli m.; le panurien=la fruttivendola, li panurin=le fruttivendole; le panuriel=il fruttivendolo, li panuril=i fruttivendoli p.;

da feap=pane, abbiamo: le feapied=il venditore di pane, panettiere, li feapid=i panettieri m.; le feapien=la panettiera, li feapin=le panettiere; le feapiel=il panettiere, li feapil=i panettieri p.;

da noeciom=gelato, abbiamo: le noeciomied=il gelataio, il venditore di gelato, li noeciomid=i gelatai m.; le noeciomien=lagelataia, li noeciomin=le gelataie; le noeciomiel=il gelataio, li noeciomil=i gelatai p..



Da maluf=legno, abbiamo: le malufiad=chi lavora il legno, il falegname, li malufiad=i falegnami m.; le malufian=la falegname, li malufian=le falegnami f., le malufial=il falegname, li malufial=i falegnami p.;

da souf=ferro, abbiamo: le soufiad=fabbro (ferraio), chi lavora il ferro p., li soufiad=i fabbri ferrai m.; le soufian=colei che lavora il ferro, li soufian=quelle che lavorano il ferro; le soufial=fabbro (ferraio), li soufial=fabbri ferrai p.,

da ludap=calzatura, abbiamo: le ludapiad=chi aggiusta le scarpe, calzolaio, li ludapiad=calzolai m., le ludapian=la calzolaia, li ludapian=le calzolaie; le ludapial=il calzolaio, li ludapial=i calzolai p.;

da muaz=tubazione, abbiamo: le muaziad=l’idraulico, li muaziad=gl’idraulici m.; le muazian=l’idraulica, li muazian=le idrauliche; le muaziad=l’idraulico, li muaziad=gli idraulici p..



Da ludap=calzatura, abbiamo: le ludapiod=calzolaio, colui che fabbrica le scarpe, li ludapiod=quelli che fabbricano le scarpe m.; le ludapion=colei che fabbrica le scarpe, li ludapion=quelle che fabbricano le scarpe; le ludapiol=colui che fabbrica le scarpe, calzolaio, li ludapiol=quelli che fabbricano le scarpe p.;

da ludot=lana, abbiamo: le ludotiod=colui che produce indumenti di lana, li ludotiod=coloro che producono indumenti di lana m.; le ludotion=colei che produce indumenti di lana, li ludotion=quelle che producono indumenti di lana; le ludotiol=colui che produce indumenti di lana, li ludotiol=quelli che producono indumenti di lana p.,

da lopeot=vestito, abbiamo: le lopeotiod=colui che produce vestiti, li lopeotiod=coloro che producono vestiti m.; le lopeotion=colei che produce vestiti, li lopeotion=quelle che producono vestiti; le lopeotiol=colui che produce vestiti, li lopeotiol=quelli che producono vestiti p.;

da xorez=bottone, abbiamo: le xoreziod=colui che produce bottoni, li xoreziod=coloro che producono bottoni m.; le xorezion=colei che produce bottoni, li xorezion=quelle che producono bottoni; le xoreziol=colui che produce bottoni, li xoreziol=quelli che producono bottoni p.;

da taohr=automobile, abbiamo: le taohriod=colui che produce automobili, li taohriod=coloro che producono automobili m.; le toahrion=colei che produce automobili, li taohrion=quelle che producono automobili; le tahoriol=colui che produce automobili, li taohriol=quelli che producono automobili p..

2) Prefissi di Sostantivi di Persone

Dei (da den=maschio): premesso ad un sostantivo di parentela, fa ricavare il derivato indicante la sua appartenenza alla parte paterna.

Broz=nonno / deibroz=nonno paterno;
buket=zio / deibuket=zio paterno;
marof=cugino / deimarof=cugino paterno;
bobem=parente / deibobem=parente per parte di padre;
fult=orfano / deifult=orfano di padre.

Nei (da ned=femmina): premesso ad un sostantivo di parentela, fa ricavare il derivato indicante la sua appartenenza alla parte materna.

Broz=nonno / neibroz=nonno materno;
buket=zio / neibuket=zio materno;
marof=cugino / neimarof=cugino materno;
bobem=parente / neibobem=parente per parte di madre;
zorb=nipote (di nonno) / neizorb=nipote materno;
fult=orfano / neifult=orfano di madre.

Xi (da xez=stesso): fa ricavare il derivato indicante l’appartenenza al sostantivo da cui deriva; ma esso richiede anche i suffissi del genere.

Paguz=città / xipaguzied=concittadino (maschile),
xipaguzien=concittadina / xipaguziel=concittadino (promiscuo);
horp=patria / xihorpied=compatriota (maschile),
xihorpien=compatriota (femminile),
xihorpiel=compatriota (promiscuo);
boak=sangue / xiboakied=consanguineo (maschile),
xiboakien=consanguinea / xiboakiel=consanguineo (promiscuo).

Bi (da bir=uno): premesso ad un sostantivo o ad un pronome o ad un suffisso del genere, fa ricavare la persona prima in assoluto per importanza o priorità, come appresso:

Doxek=tribù / bidoxek=capotribù;
baruof=classe / bibaruof=capoclasse;
rautal=martire / birautal=protomartire;
kesoup=medico / bikesoup=protomedico, archiatra o primario;
bolkism=razionalismo / bibolkism=precursore del razionalismo;
monop=boxe, pugilato / bimonop=campione o asso della boxe;
bianid=primo fra tutti / bianin=prima fra tutte / bianil=primo fa tutti (promiscuo)
bied=campione; bien=campionessa;
biud=uomo più importante / biun=donna più importante; biul=persona più autorevole;
biez=campione (animale maschio) / biex=campionessa (animale femmina)
bipaenit=primo-a arrivato-a

Zi (Prefisso da zia=zeta)
zibaruof=ultimo della classe;
zimonop=schiappa della boxe;
paenit=arrivato
zipaenit=ultimo-a arrivato-a;
zianid=ultimo fra tutti / zianin=ultima fra tutte / zianil=ultimo fra tutti (promiscuo); zied=ultimo, brocco, schiappa, sbercia / zien=ultima, brocca, schiappa, sbercia / ziel=ultimo, brocco, schiappa, sbercia (promiscuo)
ziud=uomo meno importante / ziun=donna meno importante; ziul=persona meno autorevole
ziez=ultimo, brocco, schiappa (rif. a maschi di animali);
ziex=ultima, brocca, schiappa (rif. a femmine di animali)

Spi (da spuot=che è il più alto in carica e che precede gli altri per importanza), premesso ad un sostantivo, fa ricavare la persona o la cosa superiore ad un'altra, come appresso:

tusaruc=diocesi / spitusaruc=arcidiocesi;
tusar=vescovo / spitusar=arcivescovo; f
evor=angelo / spifevor=arcangelo;
kazaf=duca / spikazaf=arciduca;
kazafiuc=ducato / spikazafiuc=arciducato.

Tri (da trueik=ex, di una volta, di un tempo): premesso ad un sostantivo, fa ricavare la persona che non ha più la carica o la qualità che esso rappresentava. Per cui il sostantivo diventa quello di una volta, ossia un ex.

Bied=campione / tribied=ex campione;
bien=campionessa / tribien=ex campionessa;
monopied=pugile / trimonopied=ex pugile;
surafir=combattente / trisurafir=ex combattente;
faut=capo / trifaut=ex capo;
durpir=comandante / tridurpir=ex comandante;
aib triseatir=il mio ex insegnante; oif trimoed=la tua ex casa.

Fri (da fraed=aspirazione): premesso ad un sostantivo, fa ricavare la persona che aspira ad esso.

Bied=campione / fribied=aspirante campione;
kesoup=medico / frikesoup=aspirante medico;
bimonop=campione di boxe,
fribimonop=aspirante al titolo mondiale di boxe.

Pri (da prusk=vice, vicario): premesso al sostantivo, fa ricavare il derivato indicante la persona che lo rappresenta, cioè il suo vice.

Beos=re / pribeos=viceré;
bivaluan=segretario / pribivaluan=vicesegretario;
peteod=presidente / pripeteod=vicepresidente;
petedir=preside / pripetedir=vicepreside;
nosteriel=direttore / prinosteriel=vicedirettore;
faut=capo / prifaut=vicecapo.

23.2-Affissi, Prefissi e Suffissi di Alimenti, Vegetali e Animali

1) Suffissi di Alimenti

Ioc (da umoc=macello): aggiunto ad un nome di animale o ad altro vocabolo, fa ricavare il derivato che ne indica la carne macellata.

Dulav=cavallo / dulavioc=carne equina;
kenev=pollo / kenevioc=carne di pollo;
xasad=coniglio / xasadioc=carne di coniglio;
sufokez=tacchino / sufokezioc=carne di tacchino;
zutos=trito / zutosioc=carne trita;
maiale=kafuez / kafuezioc=carne di maiale.

Uap (da ekuap=cucina): aggiunto ad un sostantivo o ad un’azione, fa ricavare il derivato che indica la carne cucinata mediante esso o ricorrendo ad esso.

Xotup=carbone / xotupuap=carbonata;
cabok=cervello / cabokuap=cervellata;
sarpor=bollitura / sarporuap=bollito, carne bollita;
fosup=lesso / fosupuap=lesso, carne lessa;
varaf=spezzato / varafuap=spezzatino.

Iom (da garom=vivanda): aggiunto ad un sostantivo o ad un’azione, fa ricavare il derivato che ne indica il relativo alimento.

Torcaf=sfoglia / torcafiom=sfogliata;
kegen=crosta / kegeniom=crostata;
pusov=frittura / pusoviom=frittura, ciò che è stato fritto;
noec=gelo / noeciom=gelato;
tevrop=taglio / tevropiom=tagliatella;
boak=sangue / boakiom=sanguinaccio;
rekuc=giunco / rekuciom=giuncata;
varam=mandorla / varamiom=mandorlato.

Iag (da morag=bevanda): aggiunto ad un sostantivo di frutto o di altro, fa ricavare il derivato che ne indica la relativa bevanda.

Kazer=arancia / kazeriag=aranciata;
hokam=limone / hokamiag=limonata;
obaf=gas / obafiag=gassosa;
mah=tè / mahiag=tè (bevanda);
hapos=spuma / haposiag=spumante;
upez=orzo / upeziag=orzata;
bunec=anice / buneciag=anisetta.

Iut (da nobut=succo): aggiunto ad un sostantivo di frutto, fa ricavare il derivato che ne indica il relativo succo.

Kazer=arancia / kazeriut=succo di arancia;
hokam=limone / hokamiut=succo di limone;
zorab=mela / zorabiut=succo di mela;
aradok=albicocca / aradokiut=succo di albicocca.

2) Suffissi di Vegetali

Eac (da ceac=luogo di coltivazione): aggiunto al nome di un prodotto agricolo, fa ricavare il derivato indicante il luogo dove esso viene prodotto. La stessa cosa vale anche per le piante e gli alberi che non danno frutti.

Kaxep=agrume / kaxepeac=agrumeto;
eboet=abete / eboeteac=abetaia;
verak=pesca / verakeac=pescheto;
lesuran=patata / lesuraneac=campo coltivato a patate;
caped=grano, frumento / capedeac=granaio.

Eut (da seut=raccolta), aggiunto al nome di prodotto agricolo, fa ricavare il derivato che ne indica la raccolta.

Panur=frutto / panureut=raccolta di frutta. Da cui abbiamo:
panureuti=raccogliere la frutta,
li panurelut=i raccoglitori di frutta,
panuredut=raccoglitore di frutta (m.),
panurenut=raccoglitrice di frutta, ecc…

Isp (da tusp=fiore): aggiunto al nome di un vegetale, fa ricavare il suo fiore.

Zoraeb=melo / zoraebisp=fiore del melo;
veraek=pesco / veraekisp=fiore del pesco;
kazeor=arancio / kazeorisp=fiore dell'arancio, zagara.

If (da maluf=legno): aggiunto al nome di un vegetale, fa ricavare il suo legno.

Tabeon=noce / tabeònif=legno di noce;
aradouk=albicocco / aradoukif=legno di albicocco;
aboun=pino / aboùnif=legno di pino;
rafeos=castagno / rafeòsif=legno di castagno;
ledefax=frassino / ledefàxif=legno di frassino;
sabep=pioppo / sabèpif=legno di pioppo;
aferat=quercia / aferàtif=legno di quercia;
radeluk=ebano / radelùkif=legno di ebano;
ferag=faggio / feràgif=legno di faggio.

Is (da tus=seme): aggiunto al nome di un vegetale, fa ricavare il suo seme.

Abuaf=finocchio / abuàfis=seme del finocchio;
okeoz=corbezzolo / okeòzis=seme del corbezzolo;
oreod=aglio / oreòdis=seme dell’aglio;
naraes=nespolo / naraèsis=seme del nespolo.

3) Affissi di Vegetali

A, E, O, U: aggiungendo all'ultima vocale del nome di un prodotto agricolo la vocale che segue in ordine alfabetico (e dopo a, o dopo e, u dopo o, a dopo la u) si ricava il nome del vegetale da cui esso deriva.

Amarena=(prodotto) horab, (vegetale) horaeb;
ananas=(prodotto) sures, (vegetale) sureos;
albicocca=(prodotto) aradok, (vegetale) aradouk;
carota=(prodotto) zabuk, (vegetale) zabuak.

Al contrario, se si conosce il nome del vegetale, per ricavare il suo prodotto alimentare è sufficiente eliminare la sua ultima vocale.

Horaeb=amareno / horab=amarena.

4) Suffissi di Animali

Ous (da tebous=verso di animale adulto): aggiunto al nome di animale fa ricavare il derivato indicante il suo verso. Esso è verbalizzabile.

Laben=elefante / labènous=barrito / labenousi=barrire;
tanum=leone / tanùmous=ruggito / tanumousi=ruggire.

N.B. Il verso dell’animale adulto si ottiene anche con il vocabolo bifronte del nome, come appresso:

Laben=elefante / nebal=barrito / nebali=barrire;
tanum=leone / munat=ruggito / munati=ruggire;
tagop=gatto / pogat=miagolio / pogati=miagolare.

Uk (da bocuk=verso del piccolo di animale): aggiunto ad un animale, fa ricavare il derivato indicante il verso del suo piccolo.

Xetak=tigre / xetakuk=verso del tigrotto / xetakuki=verbo del verso del tigrotto;
talup=lupo / talupuk=verso del lupacchiotto / talupuki=verbo del verso del lupacchiotto.

Eot (da pafeot=pelliccia): aggiunto al nome di un animale, fa ricavare il derivato indicante la sua pelliccia.

Lutaev=volpe / lutaèveot=pelliccia di volpe;
tabuos=visone / tabuòseot=pelliccia di visone;
buotaz=zibellino / buotàzeot=pelliccia di zibellino;
rador=castoro / radòreot=pelliccia di castoro;
huleos=opossum / huleòseot=pelliccia di opossum.

23.3-Suffissi di Luogo, di Contenenza, di Quantità e Prefissi di Qualità

1) Suffissi di Luogo

C (da unc=luogo): aggiunto all’infinito presente di un verbo, fa ricavare il derivato indicante il suo luogo di azione.

Luobi=studiare / luobic=studio;
ekuapi=cucinare / ekuapic=cucina;
donuozi=curare / donuozic=casa di cura, clinica;
lexali=visitare / lexalic=ambulatorio;
raxupi=dormire / raxupic (anche lexaluc)=dormitorio.

Ic (da unc=luogo): aggiunto ad un sostantivo di persona, fa ricavare il derivato indicante il luogo in cui egli esercita la sua professione.

Tomev=avvocato / tomevic=studio legale;
mokel=notaio / mokelic=studio notarile;
kesoup=medico / kesoupic=studio medico, ambulatorio.

Iac (da dasac=bottega): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante il suo luogo di esposizione e di vendita.

Selcas=stoffa / selcasiac=bottega di stoffe;
ludap=calzatura / ludapiac=bottega di calzature;
ustez=ombrello / usteziac=bottega di ombrelli.

Ios (da cupos=negozio): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante il suo luogo di vendita.

Ludot=lana / ludotios=negozio di lana, laneria;
feap=pane / feapios=panetteria;
kleuz=colore / kleuzios=colorificio (negozio);
gurpuog=materiale elettrico / gurpuogios=negozio di tale materiale;
ehez=salume / ehezios=salumeria;
ludap=calzatura / ludapioc=negozio di calzature.

Auc (da sopauc=fabbrica): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante il suo luogo di .

Taohr=automobile / taohrauc=fabbrica di automobili;
ludap=calzatura / ludapauc=calzaturificio;
kleuz=colore / kleuzauc=colorificio (fabbrica);
gurpuog=materiale elettrico / gurpuogauc=fabbrica di tale materiale.

Iuc (da bromuc=territorio): aggiunto ad un nome di persona, fa ricavare il derivato indicante il territorio su cui essa ha l’autorità.

Beos=re / beosiuc=regno;
rasut=cardinale / rasutiuc=cardinalato;
foduer=principe / fodueriuc=principato;
botrek=parroco / botrekiuc=parrocchia.

Eoc (da breoc=estrazione): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante il luogo in cui esso si trova in natura.

Zefros=sabbia, arena / zefroseoc=arenile;
masak=sasso / masakeoc=sassaia;
funtal=ghiaia / funtaleoc=ghiaieto;
tukrat=oro / tukrateoc=miniera aurifera;
sezof=petrolio sezofeoc=pozzo petrolifero;
odubom=stagno / odubomeoc=cava di stagno.

Uac (da bruac=conservazione): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante il suo luogo di conservazione. Per ricavare le relative persone di genere promiscuo, maschile e femminile, si ricorre agli affissi del genere l, d e n.

Bavel=libro / bavèluac=biblioteca. Da cui abbiamo:
li bavèlulac=i bibliotecai (promiscuo),
le bavèludac=il bibliotecaio (m.) / le bavèlunac=la bibliotecaia.

Ouc (da kouc=palestra): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante il luogo in cui si pratica il suo sport.

Tahr=automobile da corsa / tahròuc=autodromo;
dud=bicicletta / dudouc=velodromo;
lutak=cane / lutakouc=cinodromo;
kesbat=boccia / kesbatouc=bocciodromo;
monop=boxe / monopouc=palestra di pugilato;
napas=nuoto / napasouc=piscina;
horul=pattino / horulouc=luogo dove si pratica il pattinaggio;
tocap=ballo / tocapouc=sala da ballo.

Aec (da raec=nido): aggiunto ad un sostantivo di uccello o di insetto o di piccolo rettile, fa ricavare il derivato indicante il suo nido.

Folfed=rondine / folfèdaec=nido di rondine;
fovev=uccello / fovevaec=nido di uccello;
sorupaz=formica / sorupazaec=formicaio o nido di formiche.

Uop (da basuop=tana): aggiunto ad un sostantivo di mammifero o di grosso rettile, fa ricavare il derivato indicante la sua tana o il suo covo.

Lutaev=volpe / lutaèvuop=tana di volpe;
xasad=coniglio / xasaduop=tana di coniglio;
luotam=orso / luotàmuop=tana di orso;
talup=lupo / talupuop=tana di lupo;
omeguk=vipera / omegukuop=covo di vipere.

2) Suffisso di Contenenza e Suffisso di Quantità

Uaf (da zuaf=contenenza): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante il recipiente che lo contiene.

Orol=olio / oròluaf=oliera;
kraul=ago / krauluaf=agoraio;
kespan=insalata / kespanuaf=insalatiera;
dapal=scarpa / dapaluaf=scarpiera;
mah=tè / mahuaf=teiera;
babr=sale / babruaf=saliera;
capab=zucchero / capabuaf=zuccheriera;
bavel=libro / baveluaf=libreria (di casa).

Iuf (da xeuf=quantità): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante la quantità di qualcosa in esso contenuta.

Far=mano / fariuf=il contenuto del cavo di una mano;
racun=cucchiaio / racuniuf=il contenuto di un cucchiaio, cucchiaiata;
mucom=mestolo / mucomiuf=il contenuto di un mestolo, mestolata;
raoxeb=tazza / raoxebiuf=il contenuto di una tazza;
kocof=tasca / kocofiuf=il contenuto di una tasca;
ostav=fazzoletto / ostaviuf=il contenuto di un fazzoletto;
targef=carriola / targefiuf=il contenuto di una carriola;
letroc=staio / letrociuf=il contenuto di uno staio.

3) Prefissi di Qualità

Pol (da poluk=finto): premesso al sostantivo, fa ricavare il derivato che ne indica un’analogia esteriore o una qualità apparente o una semplice somiglianza puramente estrinseca. Insomma, traduce l’italiano "pseudo".

Sobuv=nome / polsobuv=pseudonimo;
vuobem=membrana / polvuobem=pseudomembrana;
copenias=sensibilità / polcopenias=pseudestesia;
tecaz=testo / poltecaz=testo apocrifo, spurio;
lelap=documento / pollelap=documento apocrifo;
tarosiel=profeta / poltarosiel=pseudoprofeta.

kul (da kulop=autentico): premesso ad un sostantivo, fa ricavare il derivato che ne indica l’autenticità o l’originalità.

Kosez=dipinto / kulkosez=dipinto originale;
belod=firma / kulbelod=firma autentica;
krab=opera / kulkrab=opera autentica, non contraffatta;
sort=copia / kulsort=copia autentica.

Di (da dureb=gusto): premesso al sostantivo, fa ricavare il derivato che ne indica il gusto.

Hokam=limone / dihokam=gusto di limone / eidihokam=al gusto di limone;
lukap=pistacchio / dilukap=gusto di pistacchio / eidilukap=al gusto di pistacchio;
ralufen=nocciola / xiralufen=gusto di nocciola / eixiralufen=al gusto di nocciola;
xukas=cioccolato / dixukas=gusto di cioccolato / eidixukas=al gusto di cioccolato;
lucem=crema / dilucem=gusto di crema / eidilucem=al gusto di crema.

23.4-Suffissi di Linea, di Cose, di Nomi Collettivi e Alterati

1) Suffisso di Linea

Oub (da foub=linea): aggiunto ad un sostantivo o ad un aggettivo o ad un verbo, fa ricavare il derivato indicante la relativa linea geometrica.

Teguf=vertice / tegùfoub=(linea) verticale;
poesal=perpendicolare / poesaloub=(linea) perpendicolare;
sorav=parallelo / soravoub=(linea) parallela;
pluof=trasversale / pluofoub=(linea) trasversale;
laseop=orizzontale / laseopoub=(linea) orizzontale;
dolam=retto / dolamoub=(linea) retta;
malod=curvo / malodoub=(linea) curva.

2) Suffissi di Cose

Aur (da zomaur=oggetto): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante l'oggetto ad esso relativo. Quelli con derivati perdono la i.

Deos=orecchio / deosaur=orecchino;
raf=piede / rafaur=pedale;
arb=collo / arbaur=collana;
lauv=pancia / lauvaur=panciera;
salef=caffè / salefaur=caffettiera;
pour=occhio / pouraur=occhiale;
far=mano / faraur=manetta / farauri=ammanettare.

Oev (da zoev=cosa): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante il nome di cosa ad esso relativo.

Lupoz=gomma / lupozoev=gomma (per cancellare);
matas=gesso / matasoev=gessetto (per scrivere su lavagna);
celur=cera / celuroev=ceretta.

Uog (da nepuog=materiale): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante il materiale ad esso relativo.

Datev=edilizia / datevuog=materiale edile;
gurp=elettricità / gurpuog=materiale elettrico;
lest=scuola / lestuog=materiale scolastico.

3) Affissi di Cose

A, E, O, U: facendo seguire tali vocali come affissi all'ultima vocale di un sostantivo (e dopo a, o dopo e, u dopo o, a dopo u), fanno ottenere i sostantivi di cosa non contenitori, come i seguenti:

Nogur=abito / noguar=appendiabiti;
far=mano / faer=corrimano;
kaxep=agrume / kaxeop=spremiagrumi;
obaf=gas / obaef=accendigas.

4) Suffissi di Nomi Collettivi

Iar (Ar) (da hemar=gruppo, insieme di persone): aggiunto ad un sostantivo o ad un verbo, fa ricavare il derivato indicante il collettivo del sostantivo di persona.

Paguz=città / paguziar=cittadinanza (l’insieme dei cittadini);
lest=scuola / lestiar=scolaresca;
luobi=studiare / luobiar=studentesca;
seati=insegnare / seatiar=corpo docenti o insegnanti;
dugefi=abitare / dugefiar=l’insieme degli abitanti;
voert=compagno / voertiar=compagnia, insieme di compagni;
zoar=attore cinematografico /zoariar=cast degli attori;
daceuz=sacerdote / daceuziar=l’insieme dei sacerdoti.

Uax (da guax=accozzaglia): aggiunto ad un sostantivo di persona, fa ricavare il derivato indicante il suo collettivo spregiativo.

Hoelb=gente / hoelbuax=gentaglia;
veorf=plebe / veorfuax=plebaglia;
dafer=prete / daferuax=pretaglia;
salar=ragazzo / salaruax=ragazzaglia.

Ioz (da gexoz=branco): aggiunto ad un sostantivo di animale, fa ricavare il derivato indicante il suo collettivo.

Kenev=pollo / kenevioz=pollame;
seot=bestia / seotioz=bestiame;
lutak=cane / lutakioz=muta; talup=lupo / talupioz=branco di lupi;
cakap=montone / cakapioz=gregge;
dulav=cavallo / dulavioz=mandria di cavalli.

Aev (da gumaev=insieme di cose): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante il suo collettivo.

Bunak=nave / bunàkaev=flotta;
rouzot=aeroplano / rouzotaev=squadriglia di aerei;
em=molto / emaev=moltitudine;
bortal=cristallo / bortalaev=cristalleria;
porvet=coltello / porvetaev=coltelleria;
befaf=scatola / befafaev=scatolame;
tobulur=argento / tobuluraev=argenteria.

Iug (da vamug=roba vecchia): aggiunto ad un aggettivo, fa ricavare il derivato indicante il suo collettivo spregiativo.

Vun=vecchio / vuniug=vecchiume, insieme di cose vecchie;
sabeof=lurido / sabeofiug=luridume, insieme di cose luride;
tulek=marcio / tulekiug=marciume, insieme di cose marce;
zutos=trito / zutosiug=tritume, insieme di cose trite.

Iat (da mortat=categoria): aggiunto ad un sostantivo di persona, fa ricavare il derivato indicante la sua categoria.

Seatir=insegnante / Seatiriat=Categoria degli insegnanti;
bonet=ricco / Bonetiat=Categoria dei ricchi;
lurir=lavoratore / Luririat=Categoria dei Lavoratori.

Uof (da baruof=classe): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante la sua classe.

Dufouz=nobile (sost.) / dufoùzuof=classe dei nobili;
krabil=operai / krabiluof=classe operaia;
nosterir=dirigente / nosteriruof=classe dirigente.

Iep (Ep) (da marsep=associazione): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante la sua associazione.

Seatir=insegnante / Seatirep=Associazione Insegnanti;
fuzeok=industriale (sost.) / Fuzeokiep=Associazione Industriali.

Iab (da narmab=federazione): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante la sua federazione.

Lesauk=esercente / Lesaukiab=Federazione Esercenti;
muneus=bracciante / Muneusiab=Federazione Braccianti.

Uad (da nobuad=corporazione): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante la sua corporazione.

Rekafil=mercanti / Rekafìluad=Corporazione dei Mercanti;
canuvil=professionisti / Canuviluad=Corporazione dei Professionisti.

5) Suffissi di Nomi Alterati

Irl (da hurl=minuto, fino): aggiunto ad un sostantivo o ad un aggettivo o ad un avverbio, fa ricavare il derivato indicante il relativo diminutivo o vezzeggiativo.

Zeor=vento / zeorirl=venticello;
dret=grande / dretirl=grandicello;
memof=torta / memofirl=tortina;
feleb=male / felebirl=maluccio;
terd=piccolo / terdirl=piccolino, piccoletto;
xepon=bicchiere / xeponirl=bicchierino;
ustez=ombrello / ustezirl=ombrellino.

Iog (da brog=grosso): aggiunto ad un sostantivo o ad un aggettivo o ad un avverbio, fa ricavare il derivato indicante il relativo accrescitivo.

dean=uomo / deaniog=omone;
belef=bene / belefiog=benone;
nopex=bottiglia / nopexiog=bottiglione;
lobuk=grasso / lobukiog=grassone;
seot=bestia / seotiog=bestione;
pour=occhio / pouriog=occhione;
kopuf=torre / kopufiog=torrione.

Iux (da zupux=disprezzo): aggiunto ad un sostantivo o ad un aggettivo o ad un avverbio, fa ricavare il derivato indicante il relativo dispregiativo.

fuel=carta / fueliux=cartaccia;
feleb=male / felebiux=malaccio;
bavel=libro / baveliux=libraccio;
far=mano / fariux=manaccia;
furan=figura / furaniux=figuraccia;
cozom=cappello / cozomiux=cappellaccio;
fuhed=brodo / fuhediux=brodaccio;
berux=lingua / beruxiux=linguaccia;
dean=uomo / deaniux=omaccio;
naed=donna / naediux=donnaccia;
nobak=coda / nobakiux=codazzo.

Ist (da telast=offesa): aggiunto ad un sostantivo di persona o di astrazione, fa ricavare il derivato indicante il relativo spregiativo.

Pugen=poesia / pugenist=poetastro, poetucolo;
kesoup=medicina / kesoupist=medicastro, mediconzolo;
hoan=giovane / hoanist=giovinastro;
kafol=furbo / kafolist=furbastro;
dozev=politica / dozevist=politicastro;
kenev=pollo / kenevist=pollastro (persona ingenua);
rocuf=filosofia / rocufist=filosofastro.

23.5-Altri Prefissi e Suffissi di Sostantivi

1) Prefissi di Sostantivi

Ai (prefisso asemantico): premesso a una Misura Lineare o a una Frazione di Tempo, precisa il luogo o il tempo in cui si svolge un'azione.

Mei boin=pochi chilometri / aimei boin=a pochi chilometri; fic bep=due minuti / aific bep=a due minuti; aimei boin kip aib moed=a pochi chilometri da (prima di) casa mia; aimei bep pik le fod=a pochi minuti dalla (dopo la) fine. (kip le fod=prima della fine)

Nui (da nuv=nuovo): premesso ad un sostantivo, acquista il significato del prefisso italiano neo.

Etacit=assunto / nuietacit=neoassunto;
ceakit=laureato / nuiceakit=neolaureato;
palerism=realismo / nuipalerism=neorealismo;
evlosism=classicismo / nuievlosism=neoclassicismo.

Nai (da nakub=supporto): fa ricavare il derivato indicante la sua affinità con il sostantivo da cui esso deriva.

Kesoup=medico / naikesoup=paramedico;
veduz=militare / naiveduz=paramilitare;
podos=movimento / naipodos=paracinesi;
repof=psicologia / nairepof=parapsicologia.

Pai (da parol=scarso): premesso ad un sostantivo, si ricava il derivato che ne indica una penuria o scarsità.

Zurt=nutrizione / paizurt=denutrizione;
pusert=pressione atmosferica / paipusert=bassa pressione;
dosert=pressione arteriosa / paidosert=ipotensione;
copenias=sensibilità / paicopenias=iposensibilità, scarsa sensibilità;
ertox=mezzo / paiertox=scarsità di mezzi.

Loi (da lorap=colmo): premesso ad un sostantivo, si ricava il derivato che ne indica un eccesso o un’abbondanza.

Zurt=nutrizione / loizurt=ipernutrizione;
dean=uomo / loidean=superuomo, superman;
ab=io / loiab=super-ego o super-io;
naed=donna / loinaed=superdonna;
flatipus=riscaldamento / loiflatipus=surriscaldamento;
coberipus=affollamento / loicoberipus=sopraffollamento.

Tri (da troeb=normale): premesso ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante la normalità del sostantivo da cui esso deriva.

Dosert=pressione arteriosa / tridosert=normotensione;
buxom=tipo / tribuxom=normotipo;
pab=peso / tripab=normopeso.

Pli (da ploeh=minuscolo): premesso ad un sostantivo, fa ricavare il derivato che lo rende minuscolo o piccolissimo.

Kosm=cosmo / plikosm=microcosmo;
orm=film / pliorm=microfilm;
sadok=onda / plisadok=microonda;
fudas=solco / plifudas=microsolco;
poman=calcolo (med.) / plipoman=microlito;
soruf=flora / plisoruf=microflora.

Hei (da heolp=maiuscolo): premesso ad un sostantivo, fa ricavare il derivato che lo rende enorme o grandissimo.

Kosm=cosmo / heikosm=macrocosmo;
dabep=colon / heidabep=megacolon;
funud=spora / heifunud=macrospora;
cufam=esofago / heicufam=megaesofago;
dalep=galassia / heidalep=megagalassia.

Fei (da feum=presenza): premesso a un sostantivo, fa ricavare il derivato che ne indica la presenza.

Vebas=acqua / feivebas=presenza d’acqua;
saomias=umidità / feisaomias=presenza di umidità;
mofeb=pericolo / feimofeb=presenza di pericolo.

Fui (da fucox=metà): premesso a un sostantivo, fa ricavare il derivato che ne indica la metà.

Lonak=circonferenza / fuilonak=semicirconferenza;
tatoaf=paralisi / fuitatoaf=emiplegia;
fosoban=globo terrestre / fuifosoban=emisfero;
raruel=circolo / fuiraruel=emiciclo;
kortur=asse / fuikortur=semiasse.

Gi (da getob=opposto), che fa ricavare l’opposto di un vocabolo primitivo che non sia un verbo o un aggettivo.

Fokuov=meridiano / gifokuov=antimeridiano;
nepug=materia / ginepug=antimateria;
olsak=ciclone / giolsak=anticiclone;
unc=luogo / giunc=antipode.
frav=ordine / gifrav=contrordine;
Krist=Cristo / Gikrist=Anticristo;
kosor=incendio / gikosor=antincendio;
deduk=ruggine / gideduk=antiruggine.

Boi (da bofac=propensione): premesso ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante una certa propensione verso di esso.

Suap=guerra / boisuap=propensione alla guerra;
lur=lavoro / boilur=simpatia per il lavoro;
ceus=sport / boiceus=promozione dello sport;
sokab=caccia / boisokab=difesa della caccia.

Coi (da cotolp=motore): premesso ad un sostantivo, fa ricavare il suo derivato.

Vem=ruota / coivem=ciclomotore;
vrek=sega / coivrek=motosega;
kanub=barca / coikanub=motobarca;
bunak=nave / coibunak=motonave.

Tao (da taohr=automobile, autovettura): premesso ad un sostantivo, fa ricavare il derivato che ha un’attinenza con l’automobile.

Cebuok=convoglio / taocebuok=autoconvoglio;
hosad=botte / taohosad=autobotte;
lest=scuola / taolest=autoscuola;
lunop=lavaggio / taolunop=autolavaggio.

Cai (da canuv=professione): premesso ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante la sua professione.

Tomev=avvocato / caitomev=professione dell’avvocato;
kesoup=medico / caikesoup=professione del medico;
dorefied=architetto / caidorefied=professione dell’architetto;
orpud=giudice / caiorpud=professione del giudice.

Vui (da vunac=mestiere): premesso ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante il suo mestiere.

Gurpied=elettricista / vuigurpied=mestiere dell’elettricista;
kucasir=muratore / vuikucasir=mestiere del muratore;
luletied=orologiaio / vuiluletied=mestiere dell’orologiaio;
favetir=imbianchino / vuifavetir=mestiere dell’imbianchino.

2) Suffissi di Sostantivi

Uar (da luar=lavorazione): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante la sua lavorazione. Per ricavare le relative persone di genere maschile, femminile e promiscuo, si ricorre agli affissi del genere d, n, l, che si frammettono fra la coppia di vocali del suffisso.

Maluf=legno / malufuar=lavorazione del legno, falegnameria. Da cui abbiamo: le malufudar=ll falegname (maschio) / le malufunar=il falegname (femmina) / le malufular=il falegname (promiscuo).

Uek (da buek=vendita): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante la sua vendita.

Panur=frutto / panuruek=vendita della frutta. Da cui abbiamo: le panurudek=il fruttivendolo (maschio) / li panurudek=i fruttivendoli; / le panurunek=la fruttivendola / li panurunek=le fruttivendole / le panurulek=il fruttivendolo (promiscuo) / li panurulek=i fruttivendoli.

Oem (da poem=produzione): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante la sua produzione.

Feap=pane / feàpoem=produzione del pane. Da cui abbiamo:
le feapodem=il produttore del pane, panettiere (maschio) / li feàpodem=i produttori del pane, panettieri / le feàpovem=la produttrice del pane, la panettiera / li feàponem=le produttrici del pane, le panettiere / le feàpolem=il produttore del pane, il panettiere (promiscuo) / li feàpolem=i produttori del pane, i panettieri.

Ual (da zual=uso): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante il suo uso.

Veod=telefono / veodual=uso del telefono. Da cui abbiamo:
Veod=telefono / veodual=uso del telefono. Da cui abbiamo: le veodulal=l’utente del telefono (promiscuo) / li veodulal=gli utenti del telefono (promiscuo) / le veodudal=l’utente del telefono (maschio) / li veodudal=gli utenti del telefono/ le veodunal=la utente del telefono / li veodunal=le utenti del telefono.

Uot (da dazuot=consumo): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il derivato indicante il suo consumo.

Veruz=birra / veruzuot=consumo di birra. Da cui abbiamo:
le veruzulot=il consumatore di birra (promiscuo) / li veruzulot=i consumatori di birra (promiscuo) / le veruzudot=il consumatore di birra / li veruzudot=i consumatori di birra / le veruzunot=la consumatrice di birra / li veruzunot=le consumatrici di birra.

Eak (da ceak=laurea): fa ricavare il derivato indicante la laurea in una determinata materia di studio.

Kesop=medicina / kesopeak=laurea in medicina. Da cui abbiamo:
le kesopelak=il laureato in medicina (promiscuo) / li kesopelak=i laureati in medicina (promiscuo) / le kesopedak=il laureato in medicina (maschio) / li kesopedak=i laureati in medicina (maschi) / le kesopenak=la laureata in medicina / li kesopenak=le laureate in medicina.

Oab (da xoab=dipendenza): fa ricavare il derivato indicante la dipendenza dal sostantivo da cui esso deriva.

Rev=televisione / revoab=teledipendenza. Da cui abbiamo:
le revolab=il teledipendente (promiscuo) / li revolab=i teledipendenti (promiscuo) / le revodab=il teledipendente (maschio) / li revodab=i teledipendenti (maschi) / le revonab=la teledipendente / le revonab=le teledipendenti.

Eus (da ceus=sport): fa ricavare il derivato indicante lo sport del sostantivo da cui esso deriva.

Dud=bicicletta / dudeus=ciclismo. Da cui abbiamo:
le dudelus=il ciclista (promiscuo) / li dudelus=i ciclisti (promiscuo) / le dudedus=il ciclista (maschio) / li dudedus=i ciclisti (maschi) / le dudenus=la ciclista / li dudenus=le cicliste.

Altri derivati dello stesso tipo sono:

dulav=cavallo / dulaveus=equitazione; cobok=motocicletta / cobokeus=motociclismo; tahr=automobile da corsa / trahreus=automobilismo.

Uaz (da roguaz=sistemazione): fa ricavare il derivato indicante la sistemazione del sostantivo da cui esso deriva.

Rocup=vocabolo / rocupuaz=vocabolario;
toltug=blasone / toltuguaz=blasonario;
xopl=espressione linguistica / xopluaz=dizionario.

Iob (da batob=affine): fa ricavare il derivato indicante la qualità del sostantivo da cui esso deriva, ma intesa in senso spregiativo.

Ezad=genio / ezadiob=genialoide;
bexok=metallo / bexokiob=metalloide;
edob=ellisse / edobiob=ellissoide;
dulver=rombo / dulveriob=romboide;
fruod=intelletto / fruodiob=intellettualoide.

Osk (da drosk=divorazione): fa ricavare il derivato indicante la divorazione del sostantivo da cui esso deriva.

Naek=erba / naekosk=erbivoro;
suevov=insetto / suevovosk=insettivoro;
an=tutto / anosk=onnivoro;
sepok=liquido / sepokosk=idrovoro;
detep=cereale / deteposk=granivoro.

Iek (da cek=generazione): fa ricavare il derivato indicante la del sostantivo da cui esso deriva.

Sanef=fumo / sanefiek=fumogeno;
ceon=calore / ceoniek=calorifero;
lecef=lacrima / lecefiek=lacrimogeno;
sabor=fiamma / saboriek=fiammifero;
gurp=elettricità / gurpiek=generatore di elettricità.

Eaf (da neteaf=eliminazione): fa ricavare il derivato indicante l’eliminazione del sostantivo da cui esso deriva.

Lenup=febbre / lenupeaf=febbrifugo;
kokoz=callo / kokozeaf=callifugo;
sefulp=cattivo odore / sefulpeaf=eliminatore di cattivi odori.

Ouz (da lepouz=atto): fa ricavare il derivato indicante l’azione del sostantivo da cui esso deriva.

Seb=scemo / sebouz=scemata;
tamoek=spaccone / tamoekouz=spacconata;
vendaf=canaglia / vendafouz=canagliata;
nasus=spavaldo / nasusouz=spavalderia;
kafuez=porco / kafuezouz=porcheria, porcata.

Iot (da hrot=colpo): fa ricavare il derivato indicante il colpo dato con il sostantivo da cui esso deriva.

Mortef=mazza / mortefiot=mazzata;
raf=piede / rafiot=pedata;
etub=dito / etubiot=ditata;
porvet=coltello / porvetiot=coltellata;
fetrom=bastone / fetromiot=bastonata;
zureg=unghia / zuregiot=unghiata;
kalfot=secchio / kalfotiot=secchiata.

Eap (da rateap=tassa): fa ricavare il derivato indicante la tassa pagata per l’uso del sostantivo da cui esso deriva.

Kafuas=àncora / kafuaseap=ancoraggio (tassa);
kasev=spedizione / kaseveap=spese di spedizione;
kotral=autostrada / kotraleap=pedaggio autostradale;
feuvap=parcheggio / feuvapeap=tassa per il parcheggio.

Uak (da duak=vita): fa ricavare il derivato indicante la vita condotta dal sostantivo da cui esso deriva.

Zaluos=accattone / zaluosuak=accattonaggio;
loceot=vagabondo / loceotuak=vagabondaggio;
lutak=cane / lutakuak=vita da cane;
mulen=ladro / mulenuak=vita da ladro;
talposir=truffatore / talposiruak=vita da truffatore;
bezum=santo / bezumuak=vita da santo.

Eox (da loteox=titolo nobiliare od onorifico): fa ricavare il derivato indicante il titolo nobiliare od onorifico e la carica del sostantivo da cui esso deriva. L'accento cade sulla terzultima vocale.

Papet=papa / papeteox=papato (titolo);
rasut=cardinale / rasuteox=cardinalato;
tusar=vescovo / tusareox=vescovado (titolo);
beos=re / beoseox=regno (sovranità);
foduer=principe / foduereox=principato;
kazaf=duca / kazafeox=ducato;
cafer=rettore / cafereox=rettorato;
bapem=generale / bapemeox=generalato.

Uan (da baopuan=attività): aggiunto a un nome primitivo di persona, fa ricavare il derivato indicante la sua attività, che non è né un mestiere né una professione.

Tolos=brigante / tolosuan=brigantaggio, attività del brigante;
socef=boia / socefuan=attività del boia (anche: baopuan duil socef);
mulen=ladro / mulenuan=attività del ladro.