di Luigi Orabona

 

Lezione 23

23.1-Avverbi di Tempo
23.2-Avverbi di Quantità
23.3-Avverbi Opinativi
23.4-Avverbi di Luogo
23.5-Avverbi di Modo
23.6-Avverbi di Modo inerenti a Posizioni del Corpo Umano
23.7-Suffisso Semantico e Prefissi Asemantici Avverbializzanti

_______________________________
23.1-Avverbi di Tempo

Gli Avverbi di Tempo possono essere Semplici e Composti. I primi sono costituiti dal solo avverbio, mentre i secondi si presentano in unione con altre parti del discorso. I vari Avverbi di Tempo Primitivi sono presentati in ordine alfabetico, ai quali seguono nello stesso paragrafo gli eventuali derivati. In caso di sinonimi, i derivati seguono l’Avverbio Primitivo più usato. Nel qual caso, c'è un rimando a tale avverbio. Per ogni derivato, tra parentesi, viene riportata la locuzione avverbiale alternativa. I derivati degli avverbi formati con prefissi asemantici o con termini non separabili non hanno tra parentesi la locuzione alternativa. A volte, al posto dell’avverbio primitivo, si trova il sostantivo da cui hanno origine uno o più avverbi derivati. In caso di locuzione avverbiale, come di colpo, bisogna cercare sempre il nome del sostantivo (nella fattispecie, colpo).

Addietro=ost (vedi Fa)
Adesso=ave (vedi Ora)
Allora=eva. Derivati: a. a., proprio a.=eut eva; a. come a.=eva om eva; ancora a.=oek eva; come a.=om eva; da a. in poi (in avanti)=deva ioec; da a.=deva; dopo (di) a.=pikeva; fin da a.=duap eva; fino a.=uap eva; già a.=oag eva; già da a.=oag deva; già prima di a.=oag kipeva; per a.=xu eva; prima di a.=kipeva; subito dopo di a.=sos pikeva.
Ancora=oek. Derivati: non a.=uiv oek; (di nuovo) neo; (finora, fino ad ora) uap ave; (più a lungo, di più) su em, su teod.
Anzitempo=kipud
Anzitutto
=kipan
Appena
=(proprio ora) eut ave; (proprio allora) eut eva; (appena possibile) fao.
Attimo: omef. (Vedi Istante)
Baleno: asur. Derivato: in un baleno=aiasur, teig asur.
Colpo: di c.=aihrot
Contemporaneamente
=kounest
Domani
=xuf. Derivati: a d.=asiuf (as xuf); da d.=daiuf (da xuf); da d. in poi (in avanti)=daufec (da xuf ioec); entro d.=spaiuf (spa xuf); fino a d.=uapiuf (uap xuf); già da d.=oag daiuf (oag da xuf); per d.=esiuf (es xuf); prima di d.=kipiuf (kip xuf).
Dopo=pik. Derivati: a d.=asik (as pik); da d.=daik (da pik); d. molto (tempo)=piemod (pik em teod, em teod pik); d. poco (tempo)=pimeod (pik me teod, me teod pik); fin d.=uapik; molto (tempo) d.=emik, emodik (em teod pik); poco (tempo) d.=meik, meodik (me teod pik); per d.=esik (es pik).
Dopodiché=pikeniev
Dopodomani
=pixuf. Derivati: a d.=aspiuf (as pixuf); da d.=dapiuf (da pixuf); da d. in poi (in avanti)=da pixuf ioec; entro d.=spapiuf (spa pixuf); fino a d.=uap piuf (uap pixuf); per d.=espiuf (es pixuf); già da d.=oad da pixuf; dopo d.=pipiuf (pik pixuf); prima di d.=kipiuf (kip pixuf)
Dunque=(poi) oec
Fa
=ost. Derivati: un secondo fa=giost; un minuto fa=piost; un’ora fa=kiost; un giorno fa=siost; una settimana fa=miost; un mese fa=liost; un anno fa=riost; un secolo fa=ciost; un millennio fa=hiost ; un momento fa=biost; un istante (attimo) fa=fiost.
Finalmente=xupuek
Fine
=fod. Derivati: alla f.=onfod (onil fod); dalla f.=dafod (dail fod); dopo la f.=pifod (pikil fod); sin dalla f.=duapod (duapil fod); fino alla f.=uapod (uapil fod); già dalla f.=oad dafod; prima della f.=kifod (kipil fod); proprio alla f.=eut onfod (eut onil fod); verso la f.=ankod (ankil fod).
Finora=uapav
Frattanto
=epzo
Frattempo
(nel)=epzo
Già
=oag
Giammai
=uxesu
Giorno
=(di 23 ore) kus, (ore di luce) nuat. Derivati: (in) ogni g.=ekius; a g.i, tra pochi g.=flomeis (floi me kus); al g. d’oggi=kusead; al primo g.=on borev kus; all’ultimo g.=on verob kus; da quei g.=da uori kus; da quel g.=da uor kus; da questo g.=da ous kus; da un g. all’altro=daig kus asil zex; da un g.=daius; dal primo g.=dail borev kus; di g. in g.=kusikus; di g.=honuat (ho seixam nuat); dopo un g.=pikius (pikig kus); durante il g.=arnuat (areil nuat), areius; fin da quel g.=duap uor kus; fin da questo g.=duap ous kus; fin dal primo g.=duap borev kus; fino a quel g.=uap uor kus; fino a questo g.=uap ous kus; fino all’ultimo g.=uap verob kus; fra un g. e l’altro=tixig kus ec zex; g. dopo g.=kus pik kus; g. per g., giornalmente=kusest; il (un) g. dopo=pikius; il (un) g. prima=kipius; il g. passato, lo scorso g., l'altro g.=pukus; il prossimo g.=zokus; in (nel tempo di) un g.=teius; in nessun g.=naius; in quale g.=ulius; in quali g.=ulios; in quel g.=uorius; in questo g.=ousius; in un g. qualsiasi=eafius (on eaf kus); per il g. dopo=espikius (esil kus pik); per il g. prima=eskipius (esil kus kip); per quel g.=esuorius (es uor kus); per questo g.=esousius (es ous kus); per tutto il g.=xu an kus; per un g.=xuius; tra alcuni g.=flo gi kus; tra molti g.=flo emi kus; tra un g.=floius; tra pochi g.=flo mei kus; tutti i g.i=anios; un g..=onig kus; (un tempo)=true; un g. fa=siost; alcuni g. fa=sist (gi kus ost); un g. o l’altro=onkusex; uno di quei g.=on guor kus; uno di questi g.=on gous kus.
Ieri=fux. Derivati: i. l’altro, l’altro i.=kifux; il g. prima di i.=kikifux (Per i derivati di ieri e l'altro ieri, vedi Domani)
Immediatamente=oaz
Indi
=oec
Indomani
(l’)=pokus
Infine
=onfod
Inizio
=dof. Derivati: all (sull)’i.=ondof (onil dof); dall’i.=dadof (dail dof); dall’i. alla fine=dofod; dopo l’i.=pidof (pikil dof); durante l’i.=ardof (areil dof); fin dall’i.=duapof (duapil dof); già all’i.=oag ondof; già dall’i.=oag dadof; prima dell’i.=kidof (kipil dof); proprio all’i.=eut ondof.
Innanzitutto=kipan, kipekiev
Intanto
=epzo
Istante
=omef. Derivati: i. dopo i.=omef pik omef; ad (in) ogni i.=ekiaf (on ek omef); all’ultimo i.=onil verob omef; dal primo i.=dail borev omef; fin dal primo i.=duapil borev omef; fino a un i. dopo=uap pikiuf; fino a un i. fa=uap fiost; fino a un i. prima=uap kipiuf; fino all’ultimo i.=uapil verob omef; fra un i. e l’altro=tixig omef ec zex; fra un i.=floiaf; in (nel tempo di) un i.=teiuf; in quegli i.=uoriof (on uori omef); in quell’i.=uoriaf (on uor omef); in quest’i.=ousiaf (on ous omef); l’i. dopo o successivo=pikiuf (le omef pik); l’i. prima o precedente=kipiuf (le omef kip); per un i.=xuiaf (xuil omef); proprio un i. dopo=eut pikiuf (eutig omef pik); proprio un i. fa=eut fiost (eutig omef ost); proprio un i. prima=eut kipiuf (eutig omef kip); tra pochi i.=flomeif (flo mei omef); tra un i.=floiaf (floig omef); un i. dopo, dopo un i.=pikiuf (pikig omef, gu omef pik)); un i. fa=fiost (gu omef ost); un i. prima=kipiuf (gu omef kip).
Lampo=tupov. Derivato: in un lampo=aitupov.
=zu; per lì=aefl
Lungo /
Derivati: a l.=iem, em teod; più a l.=suem, suteod; meno a l.=usem, usteod.
Luogo / Derivato: in primo l.=kipan, kipekiev
Mai
=uxet. Derivati: mai più=suxet (uxet su) quasi mai=uguxet (ug uxet)
Minuto=bep. Derivati: (in) ogni m.=ekiup; a m.i, tra pochi m.=flomeip (floi me bep); al primo m.=on borev bep; all’ultimo m.=on verob bep; da un m. all’altro=daig bep asil zex; da un m.=daiup; dal primo m.=dail borev bep; di m. in m.=bepibep; dopo un m.=pikiup (pikig bep); durante il m.=areiup (areil bep); fin dal primo m.=duap borev bep; fino all’ultimo m.=uap verob bep; fra un m. e l’altro=tixig bep ec zex; m. dopo m.=bep pik bep; il (un) m. dopo=pikiup; il (un) m. prima=kipiup; il prossimo m.=zobep; in (nel tempo di) un m.=teiup; in quel m.=uoriup; in questo m.=ousiup; per tutto il m.=xu an bep; per un m.=xuiup; tra alcuni m.=flo gi bep; tra molti m.=flo emi bep; tra un m.=floiup; un m. fa=liost;.
Molto=iem. Derivati: da m. (tempo)=daiem (da em teod); fra m. (tempo)=floiem (flo em teod); per molto (tempo)=xuiem (xu em teod).
Momento=asob. Derivati: in un m.=teig asob; al (per il, fino a questo) m.=uap ous asob; fino a quel m.=uap uor asob; ad (in) ogni m.=on ek asob; il m. dopo o successivo=pasob; un m. dopo, dopo un m.=pikasob (pikig asob); il m. prima o precedente=kasob; un m. prima= kipasob (kipig asob); un m. fa=biost; dal primo m.=dail borev asob; all’ultimo m.=onil verob asob; fin dal primo m.=duapil borev asob; fino all’ultimo m.=uapil verob asob; fino a un m. dopo=uap pasob; fino a un m. fa=uap biost ; fino a un m. prima=uap kasob; fra un m.=floig asob; in quel m.=on uor asob; in questo m.=on ous asob; in (nel tempo di) un m.=teig asob; per un m.=xuig asob; proprio un m. prima=eut kasob; proprio un m. dopo=eut pasob; proprio un m. fa=eut biost; a (tra pochi) m.=flo mei asob.
Nel contempo=epzo
Notte
=taun. Derivato: di n.=hotaun
Nuovamente, di nuovo
=neo
Oggi
=ead. Derivati: al giorno d’o., a tutt’o., o. come o., oggigiorno=eadkus; da o.=dead; da o. (in poi, in avanti)=deadec (da ead ioec); entro o.=spa ead; fino ad o.=uap ead; per o.=es ead; già da o.=oag dead; prima di o.=kiead; dopo di o.=piead.
Oltre=isu, suiteod
Ora
=(avv.) ave. Derivati: or o., proprio o.=eutav (eut ave); o. come o.=ave om ave; ancora o.=oekav (oek ave); come o.=omav (om ave); da o.=dave (da ave); da o. in poi (in avanti)=dave ioec; dopo (di) o.=pikav (pik ave); fin da o.=duapav (duap ave); fino o.=uapav (uap ave); già o.=oagav (oag ave); già da o.=oag dave; prima di o.=kipav (kip ave); già prima di o.=oag kipav; per o.=esav (es ave).
Ora=(sf) fok. Derivati: tra poche o.=flo mei fok; tra molte o.=flo emi fok; tra alcune o.=flo gi fok; alla prima o.=on borev fok; all’ultima o.=on verob fok; da quell’o.=da uor fok; da quest’o.=da ous fok; da un o.=daiuk; da un’o. all’altra=daig fok ad zex; dalla prima o.=dail borev fok; di o. in o.=fokifok; dopo un o.=pikiuk; durante l’o.=areiuk; fin da quell’o.=duap uor fok; fin da quest’o.=duap ous fok; fin dalla prima o.=duap borev fok; fino a quell’o.=uap uor fok; fino a quest’o.=uap ous fok; fino all’ultima o.=uap verob fok; fra un'o.=floiuk; o. dopo o.=fok pik fok; l’ (un’) o. dopo=pofok; l’ (un’) o. prima=kofok; l’o. passata=pufok; la prossima o.=zofok; in quale o.=uliak; in quali o.=on uliok; in (nel tempo di) un’o.=tefok; in nessun’o.=>naiak fok; l’altra, la scorsa o.=pufok; (in) ogni o.=ekiak; per l’o. dopo=es pofok; per l’o. prima=es kofok; per quell’o.=esiuk; per quest’o.=es ous fok; per un’o.=xuiuk; in quell’o.=uoriak; in quest’o.=ousiak; fra u’o. e l’altra=tixig fok ec zex; tutte le o.=on ani fok; per tutta l’o.=xu an fok; un’o. fa=kiost; in una qualsiasi o.= eafiak.
Or(a)mai=xou
Più
=(tempo) cu. Derivati: non più=cuiv
Poco
=ime. Derivati: a poco a poco=ael; da poco (tempo)=dame (da me teod); per poco (tempo)=xume (xu me teod); poco (tempo) fa=meiost (me teod ost).
Poi=oec
Poscia
=oec
Presto
=mucez. Derivati: a presto=as mucez; al più presto (possibile)=pamucez; molto presto=iem mucez; prestissimo=mucezius.
Prima=kip. Derivati: molto (tempo) p.=emkip, em teod kip; poco (tempo) p.=mekip, me teod kip; da p.=dakip; fin da p.=duapik; p. o poi=kipoec; prima di tutto=kipan
Principio
=vedi Inizio
Punto: (ad un certo p.)=akbo
Quando
=ho. Derivati: a q.=asho; da q.=daho; fino a q.=uapho; fin da q.=duapho; per q.=esho
Quindi
=oec
Raramente
, di rado=xogum, fexabest
Secondo
=vag. Derivati: tra pochi s.=flo mei vag; tra alcuni s.=floiog; al primo s.=on borev vag; on verob vag; da un s.=daig vag; da un s. all’altro=daig vag ad zex; dal primo s.=dail borev vag; di s. in s.=vagivag; dopo un s.=pikiug; fin dal primo s.=duap borev vag; fino all’ultimo s.=uap verob vag; fra un s.=floiug; s. dopo s.=vag pik vag; un s. dopo=povag; un s. prima=kovag; in (nel tempo di) un s.=teiug; per un s.=xuiug; fra un s. e l’altro=tixig vag ec zex; tutti i s.=aniog; un s. fa=giost.
Sèguito: (in s.)=oec
Sempre
=texu. Derivati: da s.=da texu; per s.=xu texu; quasi s.=ug texu.
Simultaneamente=koupest
Sovente
=mugox
Spesso
=mugox
Stanotte=oustaun; a s.=as oustaun
Stasera=ouseum; a s.=as ouseum;
Subito=sos
Talora=come Talvolta
Talvolta=(alcune volte) gib, (qualche volta) agusieb
Tanto
=iaz. Derivati: ogni t., di t. in t.=ekaz
Tardi
=zecum. Derivati: fino a tardi=uap zecum; molto tardi=iem zecum; più tardi=su zecum; meno tardi=us zecum; quasi tardi=ug zecum; tardissimo=zecumius
Talora
, Talvolta=(alcune volte) gib, (qualche volta) agusieb
Tempo
(cronologico)=teod. Derivati: appena in t.=vru aiteod; da molto (t.)=da iem (da em teod); da poco (t.)=da ime (da me teod); da t.=da teod; dopo molto(t.)=pik iem (pik em teod); dopo poco (t.)=pik ime (pik me teod); fino a poco (t.) fa=uap meiost, (uap me teodiost); fino a quanto (t.)=uap iop (uap op teod); fra molto (t.)=flo iem (flo em teod); fra poco (t.)=flo ime (flo em teod); in (per) t.=aiteod; in molto t.=aiem teod; in ogni t.=on ek teod; in poco (t.)=aime teod; in quale t.=on ul teod; in quanto t.=aiop teod; molto (t.) dopo=pik em teod; molto t. fa=em teodiost; molto (t.) prima=iem kip (em teod kip); per molto (t.)=xu iem (xu em teod); per poco (t.)=xu ime (xu me teod); per quanto (t.)=xu iop (xu op teod); poco (t.) dopo=ime pik (me teod pik); poco (t.) fa=ime ost (me teodiost); poco (t.) prima=ime kip (me teod kip); prima del t.=koteod; t. addietro=teodiost; t. fa=teodiost; un t.=(una volta) true.
(Altri derivati si possono ottenere anche dagli aggettivi indefiniti Az, Ol e Aev, allo stesso modo di Em e Me).
Termine=vedi Fine
Testé=ime ost
Tratto:
(a un, tutto a un t.)=upco
Tuttora
=oekav, oek ave
Ultimo
=verob. Derivati: in (per) ultimo, per ultima cosa=aiverobiev.
Ultimamente=verobest
Urgentemente
=lunevest
Volta
=xeb. Derivati: (a v., alcune v.) gib; (altre v.) audib; (di v. in v.) xebixeb; (in una v. sola, tutto in una volta) aibireb; (l’altra v.) zexieb; (le altre v.) zexib; (la stessa v.) xezieb; (le stesse v.) xezib; (molte v.) emib; (ogni v.) ekieb; (parecchie, troppe v.) eulib; (poche v.) meib; (qualche v.) agusieb; (quale v.) ulieb; (quali v.) ulib; (quante v.) opib; (rare v.) xogum; (tante v.) azib; (tutte le v.) anib; (all’improvviso) upco; (una v.=un tempo) true.

23.2-Avverbi di Quantità

Abbastanza
=ouz
Affatto
=(per niente, niente a.) inab; (del tutto) iban;
Aggiunta: (in a.)=ipotas
Almeno
=ota
Alquanto
=iaev
Ancora
=aed
Appena
=vru; a. a.=vru
Assai=ouz
Circa
=eug
Completamente
=ian
Dovuto
. Derivati: (più del d.) lukex; (meno del d.) xekul
Incirca:
(all’i.)=eug
Inoltre
=poiuv
Insieme:
(nell’i.)=oibum
Insufficientemente
=vru, virumakest
Interamente
=oian
Massimo:
(al m.)=ato
Meno
=us; (di, in m.) ius; (non m.) vius
Minimo:
(come m.)=ota, iterod
Molto
=iem; (di m.) oiem; (moltissimo) iemius
Niente
=nab; (n. affatto, per n.) inab
Oltre
=isu
Parecchio
=ieul
Parte:
(in p.)=oimuag
Più
=su; (di p.)=isu; (p. o meno)=eug; (tutt’al p.) ato
Piuttosto
=ieul
Poco
=ime; (di, per p.) oime; (pochissimo) imeius
Pressappoco
=eug
Quantità
=xeuf; (in gran q.) xeuferd; (in piccola q.) xeufet; (in q. maggiore) isu, xeufod; in q. massima) xeufad; (in q. minima) xeufeat; in q. minore) ius, xeufeot
Quanto
=iop
Quasi
=eug
Sufficientemente
=ouz, rumakest
Sufficienza:
(a s.)=ouz, irumakias
Tanto
=iaz; (tantissimo) iazius
Totale:
(in t.)=ifuerk
Troppo
=ieul
Tutto
=ban; (del t.) iban; (in t.)=oiban; (tutt’al più) ato; (tutt’altro) inab
Volta
=xeb; (meno volte.)=usib; (più volte) suib

23.3-Avverbi Opinativi

Altroché
=ute
Appunto
=eut; (per l’a.) eut
Certamente
=ute, detapest
Certo
=ute; (di c.) ute
Davvero
=basedest
Dubbio:
(senza d.)=ute, zopated
Eccome
=ute
Esattamente
=docamipest
Forse
=etu
Indubbiamente
=ute, zopated
Magari
=vuo
No
=
Non
=uiv; (più non, non più) cuiv
Precisamente
=favopest
Probabilmente
=vaucest
Proprio
=eut
Senz’altro
=ute
=
Sicuramente
=ute, cuavest
Sicuro:
(di s.)=ute, cuavest
Veramente
=basedest

23.4-
Avverbi di Luogo

Accanto
=xir
Addosso
=ozeb: (meno a.) us ozeb; (più a.) su ozeb
Aldilà
=(nell’a.) mil; (dall’a. all’aldiqua) milim
Aldiqua
=(nell’a.) lim; (dall’a. all’aldilà) limil
Aldisopra
=(nell’a.) dis
Aldisotto
=(nell’a.) sid
Alto
=(in a.) piv; (dall’a. in basso) pivip; (meno in a.) us piv; (più in a.) su piv
Altrove
=zexunc; (per a.) sto zexunc
Attorno
=rig
Avanti
=kil; (da a.) da kil; (meno a.) us kil; (più a.) su kil; (in, verso a.) esb kil
Base
=(alla b.) tih; (dalla b. alla cima) tihit
Basso
=(in b.) vip; (dal b. in alto) vipiv; (meno in b.) us vip; (più in b.) su vip
Centro
=(in, al c.) gir; (dal c. ai dintorni) girig; (meno al c.) us gir; (più al c.) su gir
Ci
=ic
Cima
=(in, sulla c.) hit; (dalla c.) dahit; (dalla c. alla base) hitih
Colà
=zu
Dabbasso
=vip
Davanti
=kil; (da d.) da kil; (da d. a dietro) kilik; (fin d.) uap kil; (per d.) sto kil
Dentro
=niz; (da d.) da niz; (da d. in fuori) nizin; (fin d.) uap niz; (meno d.) us niz; (più d.) su niz; (per d.) sto niz
Destra
=(a, sulla d.) fig; (da d. a sinistra) figif; (meno a d.) us fig; (più a d.) su fig
Dietro
=lik; (da d.) da lik; (da d. in avanti) likil; (meno d.) us lik; (per di d.) sto lik; (più d.) su lik; (verso d.) esb lik
Dinanzi
=kil (vedi Davanti)
Dintorni (nei d.)=rig; (dai d. al centro) rigir
Donde
=dazo
Dopo
=pik; (da d.) dapik; (fin d.) uapik
Dove
=za; (da d.) daza; (fin d.) uapza; (per d.) stoza; (verso d.) esb za
Dovunque
: (in ogni luogo) ekunc; (in qualsiasi luogo) eafunc; (da d.) dekunc, deafunc; (per d.) stekunc, steafunc
Esterno
=(all’e.) zin; (dall’e. all’interno) ziniz; (meno all’e.) us zin; (per l’e.) sto zin; (più all’e.) su zin
Fianco
=sboc; (al f.) eisboc; (ai f.)=isboc
Fine
=(alla f.) fid
Fondo
=(in, sul f.) nic; (a f.) asnic; (dal f. alla superficie) nicin; (meno in, a f.) us nic; (più in, a f.) su nic
Fronte
(di)=xir
Fuori
=zin; (da(l di) f.) da zin; (da f. in dentro) ziniz; (fino a f.) uap zin; (meno in f.) us zin; (per di f.) sto zin; (più in f.) su zin; (verso f.)=esb zin
Giù
=vip; (all’ingiù, verso giù) esb vip; (da giù) da vip; (da giù a su) vipiv; (fin giù) uap vip; (per giù) sto vip; (più (in) giù) su vip
Indietro
=lik; (all’i.) esblik
Inizio
=(all’i.) dif; (dall’i. alla fine) difid
Innanzi
=kil (Vedi Davanti)
Interno=(all’, nell’i.) niz; (dall’i. all’esterno) nizin
Intorno
=rig
=zu; (di là) dazu; (di là a qua) zuz; (di là dentro) dazuniz; (di là fuori) dazuzin; (fin là) uapzu; (là dentro) zuniz; (là fuori) zuzin; (per di là) stozu; (più in là) suzu
Laddove=zuza
Laggiù
=zuvip; (da, di l.) dazuvip; (da l. a quassù) dazuvip as uzvip; (fin l.) uap zuvip; (per laggiù) sto zuvip; (verso l.) esb zuvip
Lassù
=zupiv; (da, di l.) dazupiv; (da l. a quaggiù) dazupiv as uzvip; (fin l.) uap zupiv; (per l.) sto zupiv; (verso l.) esb zupiv
Lato
=(di l.) xir; (ai l.) ixir; (dal l.) daxir; (dai l.) daixir
=vedi
Mezzo
=(in, nel m.) tix; (proprio nel m.) eutix
Oltre
=og
Ovunque
=vedi Dovunque
Parte=umb; (in ogni p.) ekumb, (da ogni p.) dekump.
Prima=kip; (da p. a dopo) kipik
Qua
=uz; (di q.) dauz; (di qua a là) uzu; (fin qua) uapuz; (per di qua) stouz; (più in qua) suuz; (verso di qua) esbuz
Quaggiù
: uzvip; (da, di q.) da uzvip; (da q. a lassù) da uzvip as zupiv; (fin q.) uap uzvip; (per q.) sto uzvip
Quassù=uzpiv; (da, di q.) da uzvip; (da q. a laggiù) da uzvip as zupiv; (fin q.) uap uzpiv; (per q.)=sto uzpiv
Qui
=vedi Qua
Quivi
=zu
Sinistra
=(a, alla s.) gif; (da s. a destra) gifig; (meno a s.) usgif; (più a s.) sugif; (verso s.) esb gif
Sopra=mis; (da s.) damis; (da s. a sotto) misim; (fin s.) uapmis; (per s.) stomis; (più s.) sumis; (verso s.) esb mis
Sotto
=sim; (da, di s.) dasim; (da s. a sopra) simis; (fin s.) uapsim; (meno s.) ussim; (per s.) stosim; (più s.) susim; (verso s.) esb sim
Su
=mis; (da su) damis; (da su a giù) misim; (fin su) uapmis; (meno su) usmis; (più su) sumis; (verso su) esb mis
Superficie
=(in, alla s.): cin; (dalla s. al fondo) cinic; (fino alla s.) uapcin; (verso la s.) esb cin
Vi=ic
Via=out

23.5-Avverbi di Modo

Adagio=utoz
Agevolmente
=coah
Ancora
=(di nuovo) neo
Altrimenti
=aklus
Appena
=vru; (a. a., a stento) haoc
Apposta
=rulex, elfosest
Bene
=belef
Caso
(per)=eiruam, ruamest
Come
=om; (c. prima)=omkip
Compagnia
(in)=ivoz; (senza c.)=zov
Comunque
=(in ogni modo) orgumek; (in qualsiasi modo) orgumaf
Conto
=(ognuno per proprio c.)=zov
Così
=egok
Costo
(ad ogni costo)=epuzek; (a qualsiasi costo) epuzaf Deliberatamente=rulex, alposiatest
Disparte
(in)=uosok
Distanza
(a)=sti
Diversamente
=taral
Effetto
=(con e.)=galex; (senza e.) xelag
Esame
=(al primo e.) enoc
Eventualmente
=lumaosest
Fatica
=(a, con f.) haoc; (senza f.) coah
Fila
=(in f.) eikaur; (in f. indiana) kaurex
Forte
=(velocemente) pevax; (ad alta voce) pevosev
Fortuna
(per)=aep
Fronte
=(a f. alta) perex; (a f. bassa) verex
Impronta (all’)=henoc
Improvvisamente
=upco, habufest
Improvviso
(all’)=upco, habufest
Indarno
=xelag
Insieme
=voz
Intenzionalmente
=rulex, funolikest
Intenzione
=(con i.) rulex; (senza i.) xelur
Inutilmente
=xelag
Invano
=xelag
Lentamente
=xavep, krodest
Male
=feleb
Malvolentieri
=muvuvouz
Maniera
=vedi Modo
Massimo
=(al m.) eidoret
Meglio
=bulef; (alla m.) eibulef, (al m.) ibulef
Meta= (senza m.) zoesbes
Modo
=(allo stesso m.) orgixez; (in quel m.) orguor; (in questo m.) orgous; (in qualsiasi m.) orgeaf; (a m. mio) orgaib (La stessa cosa vale per gli altri aggettivi determinativi)
Motivo=(senza m.) zoedoz
Nuovamente
=neo
Nuovo
(di)=neo
Peggio
=felub; (alla p.)=eifelub
Piano
=(lentamente) xavep; (sottovoce) veposev
Proficuamente
=galex, cezorest
Proposito
(di)=rulex, eixabab
Purtroppo
=pea
Scopo
=(raggiungendo lo s.) galex; (senza raggiungere lo s.) xelag
Sforzo=(senza il minimo s.) coah
Stento
(a)=haoc
Solamente
=erf
Solo
=erf; (da s.) zov
Soltanto
=erf
Soprattutto
=elcob
Sottovoce
=veposev
Talmente
=eg
Tempo
=(senza perdere t.)=obaof
Urgentemente
=lunevest
Urgenza
(con la massima)=obaof
Velocemente=pevax, dorkest
Vista
(a prima vista)=henoc
Voce=(a bassa v.) veposev; (ad alta v.) pevosev
Voglia
(con)=vuvouz, orgil vuvoz
Volentieri
=vuvouz
Volere
(senza)=xelur
Volontariamente
=rulex, vuavikest
Zonzo
(a)=zadop

23.6-Avverbi di Modo inerenti a Posizioni del Corpo Umano

Braccio=munes; (con le braccia allungate ai fianchi) xamunes; (con le braccia allungate in avanti) kemunes; (con le braccia allungate verso dietro) lemunes; (con le braccia allungate verso l’alto) pemunes; (con le braccia conserte) munesurkot; (con le braccia incrociate sul petto) munestauv; (con le braccia e le mani aperte (come quando si prega o si accoglie qualcuno) munesfar.
Bocca=refos: (bocconi) refosut.
Capo=kabon; (a capofitto) kabonep; (col capo chino) vekabon; con il capo flesso a destra) kabonag; (con il capo flesso a sinistra) kabonaf; (con il capo flesso all’indietro) kabonek; con il capo flesso in avanti) kabonel; (con il capo rivolto a destra) fakabon; (con il capo rivolto a sinistra) gakabon
Carponi=vabec
Cavalcioni=dulavut
Cavalluccio (a)=dulavec
Ciondoloni=rosudut
Coccoloni=voneofut
Corpo=vaul; (con il corpo piegato a destra) favaul; (con il corpo piegato a sinistra) gavaul; con il corpo piegato all’indietro) levaul; con il corpo piegato in avanti) kevaul; corpo a corpo) vaulvaul
Disteso=dofasint; (disteso per terra) dofablet; disteso su un fianco e con il capo appoggiato sopra un braccio) dofaxar.
Fianco=sboc: (disteso su un fianco) sbocuv
Dito=etub; (con il dito o con le dita in bocca) reposetub; con le dita intrecciate dietro la nuca) etublabed; (con le dita intrecciate sulla pancia) etublauv
Dondoloni=ruasbut
Gamba=sefam; (con le gambe divaricate) sefamouk
Gattoni (gatton gattoni) tagoput
Ginocchio=pagom; (con le ginocchia a terra e il bacino appoggiato sopra i polpacci) zugox
Ginocchioni=pagomut
Mano=far; (a mano armata) purofar; (con le mani a terra e le gambe in alto) vunag; (con le mani che coprono le orecchie) fardeos; con le mani congiunte dietro la schiena) farvuat; (con le mani congiunte) farloup; (con le mani e i piedi legati) vamuc; (con le mani in alto) farpev; (con le mani in testa) farkabon; (con le mani legate avanti) farsoek; (con le mani legate dietro la schiena) farsoel; (con le mani nei capelli) farvref; (con le mani nei fianchi) farxar; (con le mani nelle mani) farfar; (con le mani sul viso) fardebal; (con le mani sulle spalle) farbur; (con una mano sotto il gomito dell’altro braccio e con la mano di questo reggente il mento) hueseg
Palmo=cah; (con il palmo in fuori) zecah; (con il palmo in dentro) necah; (con il palmo in giù) zucah; (con il palmo in su) bucah
Pancia=lauv; (con la pancia in dentro) nelauv; (con la pancia in fuori) zelauv; con la pancia in giù, prono) velauv; (con la pancia in su, supino) pelauv
Penzoloni=rofubut
Petto=tauv; (con il petto in dentro) netauv; (con il petto in fuori) zetauv
Piede=raf; (a piedi) eiraf; (a piedi scalzi o nudi) rafugoz; (con un piede sollevato da terra) zotuvraf; (in piedi) oiraf; (in punta di o sulla punta dei piedi) pomuvraf
Pollice=fetubac; (con il pollice in giù) vefetubac; (con il pollice in su) pefetubac; (con i pollici che toccano le estremità delle orecchie e le rimanenti dita che si agitano) drosetur
Posizione=heut; (in posizione di attenti) heumak; (in posizione di partenza) heuneap; (in posizione di riposo) heurul
Prono=velauv
Quatto quatto (quatton quattoni)=mabukut
Schiena=vuat; (con la schiena e le braccia a terra e le gambe in alto) ruxux
Seduto=gurtit; (seduto per terra) ruozom; (seduto per terra, con le gambe piegate e incrociate e le mani incrociate sul petto) skavuc; (seduto per terra, con le gambe piegate e con le braccia e la testa sopra le ginocchia) skavet
Supino=pelauv; (supino, con il capo appoggiato sopra le dita intrecciate e le gambe flesse) seasoc; (supino e con il capo appoggiato sopra le dita intrecciate) seasux
Testa=kabon; (a testa alta) pekabon; (a testa bassa) vekabon; (a testa in giù) kabonep; (con la testa e le mani a terra e le gambe in alto) sbaen

I modi d’uso più comuni degli Avverbi di Modo inerenti al corpo umano sono due:

1) Facendoli precedere da un verbo appropriato (specialmente quelli formati mediante prefissi e suffissi):

Pusi sefamouk=essere o stare con le gambe divaricate;
Femuri farsoek=camminare con le mani legate dietro la schiena;
Feloki kemunes=correre con le braccia allungate in avanti.

2) Verbalizzandoli direttamente, con il seguente significato:

Ruozomi=stare seduto per terra;
Pelauvi=stare supino;
Gavauli=stare con il corpo piegato a sinistra.

23.7-Suffisso Semantico e Prefissi Asemantici Avverbializzanti

Ut (Da heut=posizione): aggiunto ad un sostantivo, fa ricavare il relativo Avverbio di Modo indicante una posizione del corpo umano o un tipo di movimento.

Pagom=ginocchio / pagomut=ginocchioni;
rosud=ciondolamento / rosudut=ciondoloni;
voneof=accoccolamento / voneofut=coccoloni;
rofub=penzola¬mento / rofubut=penzoloni;
dulav=cavallo / dulavut=cavalcioni.

Ei: premesso ad un avverbio o ad un aggettivo o ad un sostantivo, lo trasforma nel relativo Avverbio di Modo. Perciò da esso si ricavano Avverbi di Modo.

Bulef=meglio / bulef=alla meglio; raf=piede / eiraf=a piedi;
felub=peggio / felub=alla peggio;
habuf=improvviso / habuf=all’improvviso, improvvisamente;
funol=intenzione / funol=con intenzione, intenzionalmente;
xabab=proposito / xabab=di proposito.

Oi: premesso ad un aggettivo o ad un sostantivo o ad un avverbio, lo trasforma nel relativo Avverbio di Quantità. Perciò da esso si ricavano Avverbi di Quantità.

Ban=tutto / oiban=in tutto; mub=parte / mub=in parte;
fuerk=totale / fuerk=in totale, nell’insieme;
mubuk=particolare / mubuk=in particolare;
kubum=generale / kubum=in generale.

Ui: premesso ad un pronome neutro o ad un sostantivo, lo trasforma nel relativo avverbio con valore causale o finale. Perciò esso fa ricavare Avverbi con Valore Causale e Finale.

Keniev= la qual cosa / uikeniev=per la qual cosa;
norafias=negligenza / uinorafias=per negligenza;
tekamias=distrazione / uitekamias=per distrazione;
bosev=educazione / bosev=per educazione.