di Luigi Orabona

 

Lezione 21

21.1-Tempo Cronologico e Vocaboli ad esso attinenti
21.2-Frazioni di Tempo con Preposizioni, Articoli ed Aggettivi Determinativi
21.3-Verbalizzazione dei Vocaboli di Tempo
21.4-Prefissi e Suffisso di Vocaboli relativi al Tempo Cronologico

______________________________

21.1-Tempo Cronologico e Vocaboli ad esso attinenti

1) Frazioni del Tempo Cronologico

I vocaboli delle Frazioni del Tempo Cronologico (Teod), che è l'inverso grafico del Tempo Meteorologico (Doet), dalla più piccola alla più grande, hanno come consonante iniziale quelle che rappresentano anche le prime nove cifre arabiche (V=0, B=1, F=2, K=3, L=4, M=5, P=6, R=7, S=8). Perciò maggiore è il valore della cifra e più grande è la frazione del Tempo Cronologico. Inoltre, le loro consonanti finali (g, p, k, s, m, l, r, c, h), nonché quelle di asob=momento (b) e di omef=istante (f), essendo differenti tra di loro, ci permetteranno di ottenere dei vocaboli la cui formazione apprenderemo al titolo 21.2.

Le Frazioni del Tempo Cronologico sono le seguenti:

vag
=secondo, bep=minuto, fok=ora, kus=giorno, lom=settimana, mel=mese, por=anno, ruc=secolo, sah=millennio.

2) Parti del Giorno

La Raubser assegna un nome anche al giorno inteso come ore di luce (nuat), che è diverso dal giorno che indica 24 ore (kus). Inoltre, assegna un nome a quella parte del giorno compresa tra le 9 e le 12, ossia motet, che in italiano potremmo chiamare premezzogiono. Tale parte viene a contrapporsi al pomeriggio (tetom). I vocaboli delle parti del giorno antimeridiane (alba, aurora, mattino e premezzogiorno) risultano inversi grafici di quelli delle loro parti omologhe postmeridiane (tramonto, crepuscolo, sera e pomeriggio). Così pure risultano inversi grafici i vocaboli di giorno e di notte, ma non quelli di mezzogiorno e mezzanotte.
I vocaboli delle Parti del Giorno sono i seguenti:

nuat=giorno (ore di luce) / taun=notte; mues=mattino / seum=sera;
daon=alba / noad=tramonto; pear=aurora / raep=crepuscolo;
motet=premezzogiorno; / tetom=pomeriggio;
funuat=mezzogiorno / futaun=mezzanotte (il prefisso fu sta per mezzo-a).

3) Stagioni, Equinozi e Solstizi

I vocaboli delle quattro Stagioni, a coppie, sono inversi grafici; mentre quelli degli Equinozi e dei Solstizi sono stati ottenuti dalle rispettive stagioni con i suffissi uv (da potuv=equinozio) e op (da vutop=solstizio). Essi sono i seguenti:

Dorez=primavera / zerod=autunno; roves=estate / sevor=inverno;
potuv=equinozio / dorezuv=equinozio di primavera / zeroduv=equinozio d’autunno;
vutop=solstizio / rovesop=solstizio d’estate / sevorop=solstizio d’inverno.

4) Giorni della Settimana

I vocaboli dei Giorni della Settimana hanno come consonante iniziale una cifra arabica (dall’1 al 7), che ne indica l’ordine nell’arco della Settimana. Essi sono i seguenti:

Bekal=lunedì, fules=martedì, kemup=mercoledì, lopar=giovedì, mores=venerdì, posut=sabato, ratev=domenica.

5) Mesi dell'Anno

Anche i vocaboli dei primi dieci Mesi dell’Anno hanno come consonante iniziale una cifra arabica (b=1, f=2, k=3, l=4, m=5, p=6, r=7, s=8, t=9, v=0=10), che ne indica l’ordine nell’arco dell’anno. Solo che la v non ha il valore di 0, ma prende quello di 10. Inoltre, la x sta per 11 e la z sta per 12. Essi sono i seguenti:

Baref=gennaio, fecok=febbraio, kodul=marzo, lugam=aprile, mahep=maggio, penor=giugno,
ropus=luglio, suxat=agosto, tazeb=settembre, vevox=ottobre, xobuz=novembre, zufab=dicembre.

Se ai vocaboli dei Mesi dell'Anno aggiungiamo il suffiso el (da mel=mese), otteniamo il seguente derivato:

Barefel=mese di gennaio, fecokel=mese di febbraio, kodulel=mese di marzo, lugamel=mese di aprile,
mahepel=mese di maggio, penorel=mese di giugno, ropusel=mese di luglio, suxatel=mese di agosto,
tazebel=mese di settembre, vevoxel=mese di ottobre, xobuzel=mese di novembre, zufabel=mese di dicembre.

In pratica, avremo: Unil barefel=nel mese di gennaio; ecc...

6) Segni Zodiacali

I vocaboli dei Segni Zodiacali sono inversi grafici di quelli dei nomi dei mesi in cui essi hanno inizio. Inoltre, accanto ad ognuno, è riportato tra parentesi il suo nome scientifico.

Ariete=Ludok (Gaufuyt), Toro=Magul (Gibefot), Gemelli=Peham (Gauvamal),
Cancro=Ronep (Gyswok), Leone=Supor (Gylakwk), Vergine=Taxus (Oneepouf),
Bilancia=Bezat (Qikuwt), Scorpione=Xovev (Qaebekop), Sagittario=Zubox, (Qawsamol),
Capricorno=Bafuz(Qaeruos), Acquario=Ferab (Anobuaf), Pesci=Kocef (Unypwol).

7) Vocaboli Affini

Altri vocaboli riguardanti il Tempo Cronologico sono i seguenti:

Xux=età, gugas=stagione, doeg=calendario, geplak=oroscopo, host=data, babac=epatta, Poxof=Zodiaco,
poxouf=segno zodiacale, asob=momento, omef=istante, attimo; teodug=tempuscolo, kuslom=giorno della settimana,
kusmel=giorno del mese, ead=oggi, fux=ieri, xuf=domani, kifux=avantieri, l'altro ieri, pixuf=dopodomani.

21.2-Frazioni di Tempo con altre Parti del Discorso

Come già fatto notare sopra, le consonanti finali delle nove Frazioni del Tempo Cronologico (x, z, k, s, m, l, r, c, h) sono tutte differenti tra di loro. Inoltre, abbiamo le due consonanti finali (b, f) di altrettanti vocaboli relativi al Tempo Cronologico (asob=momento e omef=istante, attimo), che sono differenti da quelle dei nomi delle Frazioni di Tempo. Ebbene, grazie alla loro diversità, le dodici consonanti surriportate, tranne in pochi casi eccezionali, vengono aggiunte a talune preposizioni, agli articoli e ad alcuni aggettivi determinativi, formando dei vocaboli derivati con funzione di Avverbi di Tempo. Vediamo in che modo.

1) Se aggiungiamo tali consonanti identificative ad alcune Preposizioni Semplici mediante gli affissi iu, per il singolare, e io, per il plurale, esse danno luogo ai seguenti Avvebi di Tempo:

Da flo=tra, abbiamo:

floiug=tra un secondo / floiog=tra alcuni secondi; floiup=tra un minuto / floiop=tra alcuni minuti;
floiuk=tra un’ora / floiok=tra alcune ore; floius=tra un giorno / floios=tra alcuni giorni;
floium=tra una settimana / floiom=tra alcune settimane; floiul=tra un mese / floiol=tra alcuni mesi;
floiur=tra un anno / floior=tra alcuni anni; floiuc=tra un secolo / floioc=tra alcuni secoli;
floiuh=tra un millennio / floioh=tra alcuni millenni; floiub=tra un momento / floiob=tra alcuni momenti;
floiuf=tra un istante (attimo) / floiof=tra alcuni istanti (attimi).

Da spa=entro, prima della fine di, abbiamo:

spaiug=entro un secondo / spaiog=entro alcuni secondi; spaiup=entro un minuto / spaiop=entro alcuni minuti;
spaiuk=entro un’ora / spaiok=entro alcune ore; spaius=entro un giorno / spaios=entro alcuni giorni;
spaium=entro una settimana / spaiom=entro alcune settimane; spaiul=entro un mese / spaiol=entro alcuni mesi;
spaiur=entro un anno / spaior=entro alcuni anni; spaiuc=entro un secolo / spaioc=entro alcuni secoli;
spaiuh=entro un millennio / spaioh=entro alcuni millenni; spaiuf=entro un istante / spaiof=entro alcuni istanti.

Da xu=per (tempo continuato), abbiamo:

xuiug=per un secondo / guiog=per alcuni secondi; xuiup=per un minuto / xuiop=per alcuni minuti;
xuiuk=per un’ora / xuiok=per alcune ore; xuius=per un giorno / xuios=per alcuni giorni;
xuium=per una settimana / xuiom=per alcune settimane; xuiul=per un mese / xuiol=per alcuni mesi;
xuiur=per un anno / xuior=per alcuni anni; xuiuc=per un secolo / xuioc=per alcuni secoli;
xuiuh=per un millennio / xuioh=per alcuni millenni; xuiub=per un momento / xuiob=per alcuni momenti;
xuiuf=per un istante (attimo) / xuiof=per alcuni istanti (attimi).

Da uap=fino a (tempo continuato), abbiamo:

uapiug
=fino ad un secondo / uapiog=fino ad alcuni secondi; uapiup=fino ad un minuto / uapiop=fino ad alcuni minuti;
uapiuk=fino ad un’ora / uapiok=fino ad alcune ore; uapius=fino ad un giorno / uapios=fino ad alcuni giorni;
uapium=fino ad una settimana / uapiom=fino ad alcune settimane; uapiul=fino ad un mese / uapiol=fino ad alcuni mesi;
uapiur=fino ad un anno / uapior=fino ad alcuni anni; uapiuc=fino ad un secolo / uapioc=fino ad alcuni secoli;
uapiuh=fino ad un millennio / uapioh=fino ad alcuni millenni.

Da da=da (tempo continuato), abbiamo:

daiug
=da un secondo / daiog=da alcuni secondi; daiup=da un minuto / daiop=da alcuni minuti;
daiuk=da un’ora / daiok=da alcune ore; daius=da un giorno / daios=da alcuni giorni;
daium=da una settimana / daiom=da alcune settimane; daiul=da un mese / daiol=da alcuni mesi;
daiur=da un anno / daior=da alcuni anni; daiuc=da un secolo / daioc=da alcuni secoli;
daiuh=da un millennio / daioh=da alcuni millenni; daiuf=da un istante / daiof=da alcuni istanti.

Da so=in (tempo determinato), abbiamo:

soiug
=in un secondo / soiog=in (nel tempo di) alcuni secondi; soiup=in un minuto / soiop=in alcuni minuti;
soiuk=in un’ora / soiok=in alcune ore; soius=in un giorno / soios=in alcuni giorni;
soium=in una settimana / soiom=in alcune settimane; soiul=in un mese / soiol=in alcuni mesi;
soiur=in un anno / soior=in alcuni anni; soiuc=in un secolo / soioc=in alcuni secoli;
soiuh=in un millennio / soioh=in alcuni millenni; soiub=in un momento /soiob=in alcuni momenti;
soiuf=in un istante (attimo) / soiof=in alcuni istanti (attimi).

Da eug=circa, abbiamo:

eugiug
=circa un secondo; eugiup=circa un minuto; eugiuk=circa un’ora; eugius=circa un giorno;
eugium=circa una settimana; eugiul=circa un mese; eugiur=circa un anno; eugiuc=circa un secolo;
eugiuh=circa un millennio.

Da deug=da circa, abbiamo:

deugiug
=da circa un secondo; deugiup=da circa un minuto; deugiuk=da circa un’ora; deugius=da circa un giorno;
deugium=da circa una settimana; deugiul=da circa un mese; deugiur=da circa un anno; deugiuc=da circa un secolo;
deugiuh=da circa un millennio.

Da pik=dopo, abbiamo:

pikiug
=dopo un secondo / pikiog=dopo alcuni secondi; pikiup=dopo un minuto / pikiop=dopo alcuni minuti;
pikiuk=dopo un’ora / pikiok=dopo alcune ore; pikius=dopo un giorno / pikios=dopo alcuni giorni;
pikium=dopo una settimana / pikiom=dopo alcune settimane; pikiul=dopo un mese / pikiol=dopo alcuni mesi;
pikiur=dopo un anno / pikior=dopo alcuni anni; pikiuc=dopo un secolo / pikioc=dopo alcuni secoli;
pikiuh=dopo un millennio / pikioh=dopo alcuni millenni; pikiub=dopo un momento / pikiob=dopo alcuni momenti;
pikiuf=dopo un istante (attimo) / pikiof=dopo alcuni istanti (attimi).

Da kip=prima, abbiamo:

kipiug
=un secondo prima / kipiog=alcuni secondi prima; kipiup=un minuto prima / kipiop=alcuni minuti prima;
kipiuk=un’ora prima / kipiok=alcune ore prima; kipius=un giorno prima / kipios=alcuni giorni prima;
kipium=una settimana prima / kipiom=alcune settimane prima; kipiul=un mese prima / kipiol=alcuni mesi prima;
kipiur=un anno prima / kipior=alcuni anni prima; kipiuc=un secolo prima / kipioc=alcuni secoli prima;
kipiuh=un millennio prima / kipioh=alcuni millenni prima; kipiub=un momento prima / kipiob=alcuni momenti prima;
kipiuf=un istante (attimo) prima / kipiof=alcuni istanti (attimi) prima.

Da are=durante, abbiamo:

areiug
=durante il secondo / areiog=durante i secondi; areiup=durante il minuto / areiop=durante i minuti;
areiuk=durante l’ora / areiok=durante le ore; areius=durante il giorno / areios=durante i giorni;
areium=durante la settimana / areiom=durante le settimane; areiul=durante il mese / areiol=durante i mesi;
areiur=durante l'anno / areior=durante gli anni; areiuc=durante il secolo / areioc=durante i secoli;
areiuh=durante il millennio / areioh=durante i millenni; areiob=durante i momenti; areiof=durante gli istanti (attimi).

2) Se premettiamo le stesse consonanti identificative ai suffissi Ist e Iost (da ost=fa, addietro), esse danno luogo al seguente Avvebio di Tempo:

giost=un secondo fa / gist=alcuni secondi fa; piost=un minuto fa / pist=alcuni minuti fa;
kiost=un’ora fa / kist=alcune ore fa; siost=un giorno fa / sist=alcuni giorni fa;
miost=una settimana fa / mist=alcune settimane fa; liost=un mese fa / list=alcuni mesi fa;
riost=un anno fa / rist=alcuni anni fa; ciost=un secolo fa / cist=alcuni secoli fa;
hiost=un millennio fa / hist=alcuni millenni fa; biost=un momento fa / bist=alcuni momenti fa;
fiost=un istante (attimo) fa / fist=alcuni istanti (attimi) fa.

3) Se le aggiungiamo agli Articoli le e gu mediante il gruppo vocalico ie, per il singolare, e mediante la vocale i, per il plurale, otteniamo degli Articoli Sostantivati, come i seguenti:

Da le=il, lo, la, abbiamo:

leieg=il secondo / leig=i secondi; leiep=il minuto / leip=i minuti;
leiek=l’ora / leik=le ore; leies=il giorno / leis=i giorni;
leiem=la settimana / leim=le settimane; leiel=il mese / leil=i mesi;
leier=l’anno / leir=gli anni; leiec=il secolo / leic=i secoli;
leieh=il millennio / leih=i millenni; leieb=il momento / leib=i momenti;
leief=l'istante (attimo) / leif=gli istanti (attimi).

Da gu=un, uno, una, abbiamo:

guieg=un secondo / guig=alcuni secondi; guiep=un minuto / guip=alcuni minuti;
guiek=un’ora / guik=alcune ore; guies=un giorno / guis=alcuni giorni;
guiem=una settimana / guim=alcune settimane; guiel=un mese / guil=alcuni mesi;
guier= un anno / guir=alcuni anni; guiec=un secolo / guic=alcuni secoli;
guieh=un millennio / guih=alcuni millenni; guieb=un momento / guib=alcuni momenti;
guief=un istante (attimo) / guif=alcuni istanti (attimi).

4) Se le aggiungiamo mediante i gruppi vocalici ia, per il singolare, e io, per il plurale, ad alcuni Aggettivi Determinativi nei soli casi possibili, esse danno luogo ai seguenti Avverbi di Tempo:

Da ous=questo, abbiamo:

ousiap=in questo minuto / ousiop=in questi minuti; ousiak=in quest’ora / ousiok=in queste ore;
ousias=(in) questo giorno / ousios=in questi giorni; ousiam=(in) questa settimana / ousiom=in queste settimane;
ousial=(in) questo mese / ousiol=in questi mesi; ousiar=(in) quest’anno / ousior=in questi anni;
ousiac=in questo secolo / ousioc=in questi secoli; ousiah=in questo millennio / ousioh=in questi millenni;
ousiab=in questo momento / ousiob=in questi momenti; ousiaf=in questo istante / ousiof=in questi istanti.

Da uor=quello, abbiamo:

uoriap=in quel minuto / uoriop=in quei minuti; uoriak=in quell’ora / uoriok=in quelle ore;
uorias=(in) quel giorno / uorios=in quei giorni; uoriam=(in) quella settimana / uoriom=in quelle settimane;
uorial=(in) quel mese / uoriol=in quei mesi; uoriar=(in) quell’anno / uorior=in quegli anni;
uoriac=in quel secolo / uorioc=in quei secoli; uoriah=in quel millennio / uorioh=in quei millenni;
uoriab=in quel momento / uoriob=in quei momenti; uoriaf=in quell'istante / uoriof=in quegli istanti.

Da xez=stesso, abbiamo:

xeziap
=nello stesso minuto / xeziop=negli stessi minuti; xeziak=nella stessa ora / xeziok=nelle stesse ore;
xezias=nello stesso giorno / xezios=negli stessi giorni; xeziam=nella stessa settimana / xeziom=nelle stesse settimane;
xezial=nello stesso mese / xeziol=negli stessi mesi; xeziar=nello stesso anno / xezior=negli stessi anni;
xeziac=nello stesso secolo / xezioc=negli stessi secoli; xeziah=nello stesso millennio / xezioh=negli stessi millenni;
xeziab=nello stesso momento / xeziob=negli stessi momenti; xeziaf=nello stesso istante / xeziof=negli stessi istanti.

Da zex=altro (dimostrativo), abbiamo:

zexiap
=nell’altro minuto / zexiop=negli altri minuti; zexiak=nell’altra ora / zexiok=nelle altre ore;
zexias=nell’altro giorno / zexios=negli altri giorni; zexiam=nell’altra settimana / zexiom=nelle altre settimane;
zexial=nell’altro mese / zexiol=negli altri mesi; zexiar=nell’altro anno / zexior=negli altri anni;
zexiac=nell’altro secolo / zexioc=negli altri secoli; zexiah=nell’altro millennio / zexioh=negli altri millenni.

Da agus=qualche, abbiamo:

agusiak
=(in) qualche ora / giok=(in) alcune ore; agusias=(in) qualche giorno / gios=(in) alcuni giorni;
agusiam=(in) qualche settimana / giom=(in) alcune settimane; agusial=(in) qualche mese / giol=(in) alcuni mesi;
agusiar=(in) qualche anno / gior=(in) alcuni anni; agusiaf=(in) qualche istante / giof=(in) alcuni istanti.

Da ek=ogni, abbiamo:

ekiax
=(in) ogni secondo; ekiap=(in) ogni minuto; ekiak=(in) ogni ora; ekias=(in) ogni giorno;
ekiam=(in) ogni settimana; ekial=(in) ogni mese; ekiar=(in) ogni anno; ekiac=(in) ogni secolo;
ekiah=(in) ogni millennio; ekiab=(in) ogni momento; ekiaf=(in) ogni istante.

Da eaf=qualsiasi, abbiamo:

eafiax
=(in) qualsiasi secondo; eafiap=(in) qualsiasi minuto;
eafiak=in qualsiasi ora; eafias=in qualsiasi giorno;
eafiam=in qualsiasi settimana; eafial=in qualsiasi mese;
eafiar=in qualsiasi anno; eafiab=in qualsiasi momento;
eafiaf=in qualsiasi istante.

Da an=tutto), abbiamo:

aniap=in tutto il minuto / aniop=in tutti i minuti;
aniak=in tutta l'ora / aniok=in tutte le ore;
anias=in tutto il giorno / anios=in tutti i giorni;
aniam=in tutta la settimana / aniom=in tutte le settimane;
anial=in tutto il mese / aniol=in tutti i mesi;
aniar=in tutto l'anno / anior=in tutti gli anni.

Da na=nessuno, abbiamo:

naiap
=in nessun minuto; naiak=in nessun’ora; naias=in nessun giorno;
naiam=in nessuna settimana; naial=in nessun mese; naiar=in nessun anno;
naiac=in nessun secolo; naiah=in nessun millennio; naiab=in nessun momento;
naiaf=in nessun istante.

Da em=molto, abbiamo:

emiox
=per molti secondi; emiop=per molti minuti; emiok=per molte ore;
emios=per molti giorni; emiom=per molte settimane; emiol=per molti mesi;
emior=per molti anni; emioc=per molti secoli; emioh=per molti millenni.

Da me=poco, abbiamo:

meiox
=per pochi secondi; meiop=per pochi minuti; meiok=per poche ore;
meios=per pochi giorni; meiom=per poche settimane; meiol=per pochi mesi;
meior=per pochi anni; meioc=per pochi secoli; meioh=per pochi millenni;
meiof=per pochi istanti.

Da ul=quale, abbiamo:

uliak=in quale ora / uliok=in quali ore;
ulias=in quale giorno / ulios=in quali giorni;
uliam=in quale settimana / uliom=in quali settimane;
ulial=in quale mese / uliol=in quali mesi;
uliar=in quale anno / ulior=in quali anni;
uliac=in quale secolo / ulioc=in quali secoli;
uliah=in quale millennio / ulioh=in quali millenni.

Da op=quanto, abbiamo:

opiog=per quanti secondi; opiop=per quanti minuti;
opiok=per quante ore; opios=per quanti giorni;
opiom=per quante settimane; opiol=per quanti mesi;
opior=per quanti anni; opioc=per quanti secoli;
opioh=per quanti millenni.

21.3-Verbalizzazione dei Vocaboli di Tempo

1) I vocaboli indicanti il Tempo Cronologico e le sue Suddivisioni possono essere verbalizzati con il seguente significato:

teod=tempo / teodi=trascorrere il tempo;
taun=notte / tauni=pernottare, trascorrere la notte;
fok=ora / foki=trascorrere l'ora, un'ora;
roves=estate / rovesi=trascorrere l’estate;
kus=giorno / kusi=soggiornare;
sevor=inverno / sevori=trascorrere l’inverno, svernare;
nuat=giorno (ore di luce) / nuati=trascorrere la giornata;
ropus=luglio / ropusi=trascorrere il mese di luglio;
mues=mattino / muesi=trascorrere la mattinata;
ratev=domenica / ratevi=trascorrere la domenica;
seum=sera / seumi=trascorrere la serata;
lom=settimana / lami=trascorrere la settimana.

2) Se in italiano il vocabolo Teod e le sue Suddivisioni si accompagnano ad un aggettivo, questo viene tradotto in forma avverbiale:

Trascorremmo tutto il tempo a letto=Trascorremmo il tempo interamente a letto.=Apl teodiam leavest unil dozar.
Essi hanno trascorso una stupenda estate all’estero.=Essi hanno trascorso stupendamente l’estate all’estero.=Utr dirovesiam nurbusizest unil zand.
Voi trascorreste molte domeniche al mare.=Voi trascorreste la domenica molte volte al mare.=Erz ratevit emib bimil kepur.

- Le suddette verbalizzazioni vengono usate anche impersonalmente, con il seguente significato:

dibepixam=è trascorso un minuto;
sevorixot=trascorse l’inverno;
difokixam=è trascorsa un’ora;
rucixur=trascorrerà un secolo;
teodixur iem=trascorrerà molto tempo.

A ogni modo, è ammesso anche il ricorso al verbo purozi (trascorrere), specialmente quando uno dei suddetti vocaboli si accompagna all’articolo gu o a qualche aggettivo privo della forma avverbiale, perché nel qual caso diventa obbligatorio ricorrere a tale verbo.

21.4-Prefissi e Suffisso di Vocaboli relativi al Tempo Cronologico

Anche dai Vocaboli di Tempo (frazioni di tempo, stagioni, mesi, giorni della settimana, parti del giorno) si possono ricavare molti derivati, mediante i seguenti prefissi e suffissi:

1) Prefissi

Pu (Da puroz=scorso, trascorso, altro): fa ricavare il derivato indicante la frazione di tempo (o altro vocabolo di tempo) già trascorsa.

Por=anno / pupor (puiul)=lo scorso anno;
lom=settimana / pulom (puium)=l’altra (la scorsa) settimana;
roves=estate / puroves=l’estate scorsa;
bekal=lunedì pubekal=lo scorso lunedì
lugam=aprile / pulugam=lo scorso aprile;
taun=notte / putaun=la scorsa notte.

Zo (Da zorup=prossimo, venturo): fa ricavare il derivato indicante la frazione di tempo (o altro vocabolo di tempo) che sta per giungere.

Mel=mese / zomel (zoiul)=il mese venturo (prossimo);
fules=martedì / zofules=martedi prossimo;
dorez=primavera / zodorez=la primavera prossima;
kodul=marzo / zokodul=marzo prossimo;
taun=notte / zotaun=la prossima notte.

Ko (Da kop=parte precedente): fa ricavare il derivato indicante la frazione di tempo (o altro vocabolo di tempo) precedente. Esso è verbalizzabile.

Lom=settimana / kolom (koim)=la settimana prima (precedente) / kolomi=anticipare alla settimana prima;
taun=notte / kotaun=la notte precedente / kotauni=anticipare alla notte prima;
mores=venerdì / komores=il venerdì prima / komoresi=anticipare al venerdì precedente.

Po (Da pok=parte seguente): fa ricavare il derivato indicante la frazione di tempo (o altro vocabolo di tempo) seguente o successivo. Esso è verbalizzabile.

Kus=giorno / pokus (poil)=il giorno dopo (successivo) / pokusi=rimandare o rinviare al giorno dopo;
posut=sabato / poposut=il sabato dopo (successivo) / poposuti=rimandare o rinviare al sabato dopo (successivo);
gugas=stagione / pogugas=la successiva stagione / pogugasi=rimandare o rinviare alla successiva stagione.

Xi (Da xez=stesso, medesimo): fa ricavare il derivato indicante la stessa frazione di tempo (o lo stesso vocabolo di tempo).

Fok=ora / xifok (xiak)=(nel) la stessa ora;
taun=notte / xitaun=(nel) la stessa notte;
tetom=pomeriggio / xitetom=(nel) lo stesso pomeriggio.

Ho (Da ho=quando): fa ricavare il derivato indicante in quale parte di tempo avviene un’azione.

Ratev=domenica / horatev=di (quando è) domenica;
roves=estate / horoves=d'(quando è) estate;
suxat=agosto / hosuxat=in (quando è) agosto.

Ar (Da are=durante): fa ricavare il derivato indicante la parte di tempo durante la quale avviene un’azione.

Por=anno / arpor (ariur)=durante l'anno;
nuat=giorno (ore di luce) / arnuat=durante il giorno (ore di luce);
tetom=pomeriggio / artetom=durante il pomeriggio;
sevor=inverno / arsevor=durante l’inverno.

Te (Da teod=tempo): fa ricavare il derivato indicante in quanto tempo si compie un’azione.

Tetom=pomeriggio / tetetom=in un pomeriggio;
omef=istante / teomef (teiuf)=in un (nel tempo di un) istante;
taun=notte / tetaun=in una notte;
vag=secondo / tevag (teiug)=in un secondo.

Fli (Da flo=tra): fa ricavare il derivato indicante fra quanto tempo si compirà un’azione. Esso si usa, quando la frazione di tempo è preceduta da altra parte del discorso e si unisce ad essa.

bep=minuto / flific bep=tra due minuti;
omef=istante / flimei omef=tra pochi istanti;
fok=ora / flikid fok=fra tre ore.

2) Suffisso

Eod (Da teod=tempo cronologico): fa ricavare il derivato indicante lo spazio di tempo di una parte del giorno.

Mues=mattino / mueseod=mattinata;
seum=sera / seumeod=serata;
nuat=giorno (ore di luce) / nuateod=giornata;
taun=notte / tauneod=nottata;
tetom=pomeriggio / tetomeod=tempo di un pomeriggio (pomeriggiata?).