di Luigi Orabona

 

Lezione 21

21.1-Interiezioni
21.2-Espressioni con Congiunzioni Ottative
21.3-Corpi Militari
21.4-Scuole, Insegnanti e Studenti
21.5-Fasi Evolutive dell’Uomo
21.6-Richiesta del Nome e dell’Età
21.7-Richiesta dell’Ora e del Giorno
21.8-Richiesta della Data - Scrittura e Abbreviazione della Data
21.9-Richiesta di Salute

_____________________________________
21.1-Interiezioni

Le interiezioni o esclamazioni della Raubser, delle quali alcune hanno anche la forma pronominale, sono state raggruppate per lettera alfabetica. Esse sono le seguenti:

Abbasso=veo / abbasso lui=veoid /abbasso lei=veoin; ecc...
accidempoli=aot
accidenti, acciderba=ze / a. a te=zeif; a. a lei=zein; a. a lui=zeid; ecc...
accipicchia=coblag
addio=adu
ah, ahi=ueh (esprime dolore)
ahimè=uehib o surfib=povero me (esprime dolore)
alt=aut
altolà=zuaut
a morte=eisalb / a morte lui=eisalbid; ecc...
a presto=aimucez; al più presto possibile=paimucez
appunto (per l’appunto)=eut
arrì=arrì (detto a cavalli)
arrisentirci=ut nisoedipl (dopo telefonate)
arrivederci=ut niruopipl
attento-i=mak
avanti=vieni a.=keliust / venite a.=keliusti; venga a.=(se detto a uomo) kelidust, (se detto a donna) kelinust
ave=aet
basta=zart
beato=frus / beato-a me=frusib; beato-a te=frusif / beato lui=frusid; ecc...
chissà=oub
chivalà=ku-zu
ciao=pao
d’accordo=eimolas, molaus
deh=ouh
diamine=auk
dietrofront=leitruv
ecco=eoc / eccomi=eocib / eccoti=eocif / eccoci=eocipl; ecc...
eh=evu
ehi=heu
ehm=hesm
fermi là=sod-zu
front a destra=rexiag / (fag=destra, lato destro)
front a sinistra=rexiaf (gaf=sinistra, lato sinistro)
giustappunto=xertuz
grazie=(i miei ringraziamenti) aibi xaek / (i nostri ringraziamenti) aipli xaek
guai a=(nelle minacce) uzak / guai a te=uzakif; guai a voi=uzakirz; ecc...
hip=ip
ih=uh
macché=aekok
magari=vuo
mah=arp
menomale=aep / menomale per me (per mia fortuna)=aepib; menomale per te (per tua fortuna)=aepif; ecc...
nevvero=gan
oh=oh (esprime gioia)
oh, se...=vuo
ohé=er
ohi=ueh (esprime dolore)
oibò=up
oimè=uehib o surfib (povero me)
orsù=taltob
ovvia=ulpet
per=(nelle imprecazioni) uc
perbacco=bla
povero me=surfib; povero te=surfif; ecc...
precisamente=eut
prego=ird
purtroppo=pea / purtroppo per me (per mia sfortuna)=peaib / purtroppo per te (per tua sfortuna)=peaif; ecc...
salve (salvete)=aet
uf, uffa=uef
uh=ah
urrà=urrà
va bene=eimolas
via=out
viva=oev / viva te=oevif / viva lui=oevid; ecc...
volesse (voglia) il cielo=vuo / lo volesse (lo voglia) il cielo=vuoiv

21.2-Espressioni con Congiunzioni Ottative

Nella Raubser, alcune espressioni italiane formate da congiunzioni ottative si possono tradurre nel modo seguente:

Volesse (voglia) il cielo che piovesse (piova)!=Vuobe gotarixam!
Quanto vorrei (vorremmo) la pioggia!=Iop vuibenk (vuiplenk) le gotar!
Vorrei (vorremmo) tanto la pioggia!=Vuibenk (vuiplenk) iaz le gotar!
Vorrei (vorremmo) tanto che piovesse!=Vuibenk (vuiplenk) iaz be gotarixes!
Volesse (voglia) il cielo che ci fosse (sia) anche lei!=Vuobe orb en ic pusiam!
Quanto vorrei (vorremmo) anche la sua presenza!=Iop vuibenk (vuiplenk) orb ein feum!
Vorrei (vorremmo) tanto anche la sua presenza!=Vuibenk (vuiplenk) iaz orb ein feum!
Vorrei (vorremmo) tanto che ci fosse anche lei (che anche lei ci fosse)!=Vuibenk (vuiplenk) iaz be orb en ic pusiam!
Volesse (voglia) il cielo che egli si salvasse (si salvi)!=Vuo be ud is boertiam!
Vorrei (vorremmo) tanto che egli si salvasse!=Vuibenk (vuiplenk) iaz be ud is boerties!
Quanto vorrei (vorremmo) la sua salvezza!=Iop vuibenk (vuiplenk) uid boertias!
Vorrei (vorremmo) tanto la sua salvezza!=Vuibenk (vuiplenk) iaz uid boertias!
Magari (oh, se) fosse piovuto!=Vuo ebixes gotarit!
Avrei (avremmo) voluto tanto che fosse piovuto!=Ebibenk vuit (ebiplenk vuit) iaz be ebixes gotarit!
Quanto avrei (avremmo) voluto la pioggia!=Iop ebibenk vuit (ebiplenk vuit) le gotar!
Avrei (avremmo) voluto tanto la pioggia!=Ebibenk vuit (ebiplenk vuit) iaz le gotar!
(Che) almeno egli ci avvisasse!=Speriamo che egli ci avvisi!=Dusapiplust be ud gotesiam ipl!
Vorremmo che egli ci avvisasse!=Vuiplenk be ud gotesiam ipl!
Vorremmo essere avvisati da lui!=Vuiplenk sei gotesit baid!
Almeno egli mi avesse avvisato!=Avrei voluto che egli mi avesse avvisato!=Ebibenk vuit be ud ebies gotesit ib!
Avrei voluto essere avvisato da lui.=Ebibenk vuit sei gotesit baid!

21.3-Corpi Militari

I vocaboli dei principali corpi militari, nonché del personale e dei gradi di ciascuno, sono i seguenti:

1) Corpi Militari e Personale

Aviazione o Aeronautica=Ralpam / aviere=ralpamied;
Corpo dei Carabinieri=Nuhav / carabiniere=nuhavied;
Corpo Forestale=Rusoval / guardia forestale=rusovalied;
Croce Rossa=Boremek / crocerossina=boremekien;
Esercito=Drot / soldato=tord (vocabolo bifronte);
Guardia di Finanza=Guadaz / finanziere=guadazied;
Marina=Suvav / marinaio=suvavied;
Milizia Carceraria=Erokas / agente di custodia=erokasied;
Milizia Urbana=Paguzauz / vigile urbano=paguzaduz;
Polizia Stradale=Aretauz / poliziotto stradale=aretaduz;
Polizia=Hauz / poliziotto=hauzied;
Corpo dei Vigili del Fuoco=Robasap / vigile del fuoco=robasapied.

2) Gradi Militari

Generale=(in genere) bapem (bm);
generale di corpo d’armata=bibapem (bbm);
generale di divisione=fibapem (fbm);
generale di brigata=kibapem (kbm);
colonnello=fasod (fd);
tenente colonnello=goken (gn);
maggiore=karuf (kf);
capitano=lamen (ln);
tenente=maler (mr);
sottotenente=pehox (px);
maresciallo=rogag (rg);
maresciallo maggiore=rogag doret (rgd;
sergente=sesoh (sh);
sergente maggiore=sesoh doret (shd);
brigadiere=sodoun (sn);
appuntato=stual (sl);
caporale=tevoc (tc);
militare semplice=(di ogni corpo) veduz (vz);
ammiraglio=(in genere) hovas (hs);
ammiraglio di squadra=bihovas (bhs);
ammiraglio di divisione=fihovas (fhs);
contrammiraglio=kihovas (khs);
prefetto=potaur;
questore=ketep (kp);
commissario=petuk (pk);
ispettore=hokemir (hr).

Volendo specificare anche il corpo militare di appartenenza, avremo:

hauz-maler=tenente di polizia.

Il personale femminile di tali corpi militari si ottiene con i suffissi ien e in; mentre la loro abbreviazione è data dalla prima e dall’ultima consonante.

21.4-Scuole, Insegnanti e Studenti

I nomi degli insegnanti maschi delle varie scuole si ottengono, aggiungendo una e tra il gruppo consonantico finale della scuola; mentre i corrispondenti nomi degli studenti o alunni risultano vocaboli bifronti dei rispettivi insegnanti. Per ottenere i nomi femminili e promiscui degli insegnanti e degli studenti, si aggiungono rispettivamente i suffissi del genere en ed el.

Lest=scuola: le seatir=l’insegnante (maschio) / li seatir=gli insegnanti; le seatiren=l'insegnante (femmina) / li seatiren=le insegnanti; le seatirel=l'insegnante (promiscuo) / li seatirel=gli insegnanti;
le luobir=lo studente (maschio) / li luobir=gli studenti; le luobiren=la studentessa / li luobiren=le studentesse; le luobirel=lo studente (promiscuo) / li luobirel=gli studenti.

Fupr=Università: le fuper=il docente universitario (maschio) / li fuper=i docenti; le fuperien=la docente universitaria / li fuperien=le docenti universitarie; le fuperiel=il docente universitario (promiscuo) / li fuperiel=i docenti universitari;
le repuf=lo studente universitario (maschio) / li repuf=gli studenti universitari; le repufien=la studentessa universitaria / li repufien=le studentesse universitarie; le repufiel=Lo studente universitario (promiscuo) / li repufiel=gli studenti universitari.

Letr=Scuola Media Superiore: le leter=l’insegnante di Scuola Media Superiore (maschio) / li leter=gli insegnanti di S.M.S.; le leterien=l'insegnante di S.M.S. (femmina) / li leterien=le insegnanti di S.M.S; le leteriel=l'insegnante di S.M.S. (promiscuo) / li leteriel=gli insegnanti di S.M.S.;
le retel=lo studente di Scuola Media Superiore (maschio) / li retel=gli studenti di S.M.S.; le retelien=la studentessa di S.M.S / li retelien=le studentesse di S.M.S.; le reteliel=lo studente di S.M.S. (promiscuo) / li reteliel=lo studente di S.M.S..

Makr=Scuola Media Inferiore: le maker=l’insegnante di Scuola Media Inferiore (maschio) / li maker=gli insegnanti di S.M.I.; le makerien=l'insegnante di S.M.I. (femmina) / li makerien=le insegnanti di S.M.I; le makeriel=l'insegnante di S.M.I. (promiscuo) / li makeriel=gli insegnanti di S.M.I.;
le rekam=lo studente di Scuola Media Inferiore (maschio) / li rekam=gli studenti di S.M.I.; le rekamien=la studentessa di S.M.I / li rekamien=le studentesse di S.M.I.; le rekamiel=lo studente di S.M.I. (promiscuo) / li rekamiel=lo studente di S.M.I..

Povr=Scuola Elementare: le pover=l’insegnante di Scuola Elementare (maschio) / li pover=gli insegnanti di S.E.; le poverien=l'insegnante di S.E. (femmina) / li poverien=le insegnanti di S.E.; le poveriel=l'insegnante di S.E. (promiscuo) / li poveriel=gli insegnanti di S.E.;
le revop=l’alunno di Scuola Elementare (maschio) / li revop=gli alunni di S.E.; le revopien=l’alunna di S.E. / li revopien=le alunne di S.E.; le revopiel=l’alunno di S.E. (promiscuo) / li revopiel=gli alunni di S.E..

Rabr=Scuola Materna: le raber=l’insegnante di Scuola Materna / li raber=le insegnanti o maestre di S. M.;
le rebar=l’alunno di Scuola Materna (maschio) / li rebar=gli alunni di S.M. / le rebarien=l'alunna di S.M. / li rebarien=le alunne di S.M. / le rebariel=l'alunno di S.M. (promiscuo) / li rebariel=gli alunni di S.M..

Sotr=Asilo Nido; le soter=l’assistente di Asilo Nido / li soter=le assistenti di A.N.;
le retos=il bambino di Asilo Nido (maschio) / li retos=i bambini di A.N.; le retosien=la bambina di A.N. / li retosien=le bambine di A.N. / le retosiel=il bambino di A.N. (promiscuo) / li retosiel=i bambini di A.N..

21.5-Fasi Evolutive dell’Uomo

I vocaboli relativi alle fasi evolutive dell’uomo, che sono tutti sostantivi, esprimono il genere maschile. Per ottenere il genere femminile e promiscuo, occorre aggiungere ad essi i rispettivi suffissi del genere, che sono rispettivamente ien e iel. Per ottenere il loro aggettivo bisogna aggiungere il suffisso ik. Essi sono i seguenti:

Avup=feto (dal concepimento alla nascita);
bent=neonato (di pochi giorni);
cesb=infante (da un mese fino a 2 anni);
dont=bimbo, bambino, fanciullo (dai 3 ai 5 anni);
salar=ragazzo(dai 6 agli 11 anni);
fosb=adolescente, giovinetto (dai 12 ai 17 anni);
hoan=giovane (dai 18 ai 30 anni);
ralas=adulto (dai 18 anni fino alla morte);
musl=anziano (dai 61 agli 80 anni);
naoh=vecchio (dagli 81 anni fino alla morte).

Le bent=il neonato (maschio) / li bent=i neonati (maschi);
le bentien=la neonata / li bentien=le neonate;
le bentiel=il neonato (promiscuo / li bentiel=i neonati;
le salar=il ragazzo (maschio) / li salar=i ragazzi (maschi);
le salarien=la ragazza / li salarien=le ragazze;
le salariel=il ragazzo (promiscuo) / li salariel=i ragazzi; ecc…
hoanik=giovane (agg.) / hoanikas=giovinezza / hoani=ringiovanire, diventare giovane;
naohik=vecchio (agg.) / naohikas=vecchiezza / naohi=invecchiare, diventare vecchio;
muslik=anziano (agg.) / muslikas=anzianità / musli=diventare anziano;
ralasik=adulto (agg.) / ralasikas=l’essere adulto; ecc…

Egli è un giovane.=Ud seiam hoan. / Egli è giovane.=Ud seiam hoanik.
Ella è una giovane.=En seiam gu hoanien. / Ella è giovane.=En seiam hoanik.
Vedo molte persone vecchie.=Ab ruopiam emi hoel (emil) naohik.
I vecchi (promiscuo) sono saggi=Li naohiel seiam kugev.
Il povero ragazzo era cieco da un occhio.=Le surf salar seies sopaz urmig pour.
Le due fanciulle (adolescenti) cantavano meravigliosamente.=Li fic fosbien subelies rerafimest.

21.6-Richiesta del Nome e dell’Età

1) Richiesta del Nome

Come ti chiami? (solo nome)=Qual è il tuo nome?=Ul seiam oif sobuv?
Io mi chiamo Adam.=Il mio nome è Adam.=Aib sobuv seiam Adam.
Come ti chiami? (nome e cognome)=Qual è il tuo nome completo?=Ul seiam oif sobuv nemuf?
Io mi chiamo Adam Portone.=Esso è Adam Portone.=Seivam Adam Portone.
Qual è il tuo cognome?=Ul seiam oif vubos?
Il mio cognome è Portone.=Aib vubos seiam Portone.


2) Richiesta dell’Età

Quanti anni hai?=Opi por ebifam?
Io ho venti anni.=Ebibam faic por.
Qual è la tua età?=Ul seiam oif xux?
Io ho trent’anni.=Ab ebiam kaid por.
A che età morì tuo nonno?=On ul xux oif broz salbiok?
Mio nonno morì a ottant’anni.=Aib broz salbiok on saix por.
Egli morì, quando aveva ottant'anni.=Ud salbiok, ho ebies saix por.

21.7-Richiesta dell’Ora e del Giorno

1) Richiesta dell’Ora

Che ora è?=Ul fok seiam? / Mi dici le ore?=Lezifam li fok hib?
Sono (esse sono) le sette.=Seivram li riv. / Sono le diciassette e trenta.=Seivram li bairiv ec kaid.
Sono le tredici meno dieci.=Sono le dodici e cinquanta.=Seivram li baific ec maih.
È l’una e mezza.=Sono l’una e trenta.=Seivram le bir ec kaid.
Sono le ore sedici, venti minuti e quaranta secondi.=Sono le ore sedici, più venti minuti e quaranta secondi.=Seivram li fok baipin, su faic bep ec laig vax.

2) Richiesta del Giorno

Che giorno (della settimana) è oggi?=Ul kusilom seiam ead?
Oggi è lunedì.=Ead seiam bekal.
Che giorno (del mese) è oggi?=Ul kusimel seiam ead?
Oggi è il diciotto.=Ead seiam le baisix.

21.8-Richiesta della Data e sua Scrittura abbreviata

1) Richiesta della Data

Che data è oggi?=Qual è la data odierna?=Ul seiam le host eadik?
Mi dici la data di oggi?=Lezifam hib le host eadik?
Oggi è il primo (di) agosto millenovecentonovanta.=Ead seiam le bir du suxat biriek-tietaiz.
Quando morì tua madre?=Oif brevien ho salbiok?
Ella morì il venticinque luglio millenovecentosessanta.=En salbiok le faimih du ropus biriek-tiepain.

2) Scrittura della Data e sua Abbreviazione

La scrittura della data è la seguente:

Lunedì, 4 marzo 1978=Bekal, 4 kodul 1978.

La sua abbreviazione si ottiene in questo modo:

1) lettera iniziale maiuscola del giorno; 2) numero in cifre del giorno; 3) lettera iniziale del mese; 4) le ultime due cifre dell’anno.

Bekal, 4 kodul 1978=B4k78.

21.9-Richiesta di Salute

Nella Raubser, la richiesta di salute avviene in questo modo:

Come stai?=Om pusifam?
Sto bene.=Pusibam belef.
Come stai?=Qual è il tuo stato di salute?=Ul seiam oif kuaplut?
Sto bene.=Esso è buono.=Seivam blef.
Stai bene?=Pusifam belef?
Sì, sto bene. Grazie!=Sì, sto bene. I miei ringraziamenti!=Iù, pusibam belef. Aibi xaek!
Stai bene?=Pusifam belef?
Il tuo stato di salute è buono?=Oif kuaplut seiam blef?
Sì, sto bene. Grazie (ti ringrazio)!=Iù, pusibam belef. Xaekibam if!
Sì, è buono. Grazie (I miei ringraziamenti)!=Iù, seivam blef. Aibi xaek!
State bene?=Pusirzam belef?
Sì, stiamo benissimo. Grazie! (Ti ringraziamo!)=Iù, pusiplam belefius. Xaekiplam if!
State bene?=Il vostro stato di salute è buono?=Eirz kuaplut seiam blef?
Esso è ottimo. Grazie! (I nostri ringraziamenti)!=Seivam bolef. Aipli xaek!