di Luigi Orabona

 

Lezione 18

18.1-Aggettivo Relativo e le sue Forme
18.2-Pronomi Relativi
18.3-Forme Semplici dei Pronomi Relativi
18.4-Forme Composte dei Pronomi Relativi

_______________________________________

18.1-Aggettivo Relativo e le sue Forme

L’Aggettivo Relativo è uno solo, ossia Ken (il quale, la quale), il cui plurale è Keni (i quali, le quali). Esso ha anche una Forma Personale e una Forma Neutra. Vediamone l'uso:

ken voert=il quale compagno; ken seot=la quale bestia; keni darom=i quali coniugi; keni volb=le quali bibite.

1) Forma Personale

La Forma Personale dell’Aggettivo Relativo si ottiene, aggiungendo ad esso i suffissi del genere, come appresso:

keniel=la quale persona / kenil=le quali persone;
kenied=il quale uomo / kenid=i quali uomini; keniad=il quale ragazzo / keniod=i quali ragazzi;
kenien=la quale donna / kenin=le quali donne; / kenian=la quale ragazza / kenion=le quali ragazze.

2) Forma Neutra

La Forma Neutra dell’Aggettivo Relativo si ottiene, aggiungendo ad esso i suffissi neutri, come appresso:

keniev=la quale cosa / keniv=le quali cose;
keniuv=la quale roba / keniav=il qual fatto (avvenimento) / keniov=i quali fatti (avvenimenti).

Fraseologia

Fuori piove; la qual cosa lo rende nervoso.=Zin gotarixam; keniev colusiam id prost.
Il re è stato ucciso; il qual fatto suscita grande (=un grande) sgomento nei suoi sudditi.=Le beos diseiam trazient; keniav godiam gu dret lulas un uidi soeb.
Suo padre è morto e sua madre è ricoverata in ospedale; le quali cose lo addolorano moltissimo.=Uid brev dikudiam ec uid breven seiam lasomient unil halev; keniv peadiam id iemius.

18.2-Pronomi Relativi

I Pronomi Relativi della Raubser sono tre. Essi sono invariabili nel genere; mentre, per quanto riguarda il numero, soltanto Ku ha una forma plurale, che è Kui. Inoltre, tali pronomi hanno una Forma Prepositiva, cioè quella che permette loro di unirsi alle varie preposizioni. I soli pronomi realativi Ku e Ko hanno anche una Forma Partitiva; mentre il solo pronome relativo Ke ha una Forma Personale e una Forma Personale-rafforzativa. La loro Forma Prepositiva si ricava, premettendo la vocale i al loro inverso grafico. Essi sono i seguenti:

Ke=(soggetto e complemento) che, il (la) quale, i (le) quali. La sua Forma Prepositiva è Iek.

Ku=chi (soggetto e complemento singolare); pl.: Kui=chi. La sua Forma Prepositiva è Iuk.
Ko=che cosa (soggetto e complemento neutro). La sua Forma Prepositiva è Iok.

Tutti e tre i Pronomi Relativi hanno la Forma Genitiva, che si ottiene con l'affisso d (da du=di) messo dopo la vocale i, come di seguito:

idek=di cui, del quale, della quale, dei quali, delle quali; iduk=di chi; idok=di che cosa.

18.3-Forme Semplici dei Pronomi Relativi

1) Forma Partitiva

La Forma Partitiva dei Pronomi Relativi Ku e Ko si ottiene, aggiungendo ad essi i pronomi personali complemento plurali, come appresso:

Kuipl=chi (quale) di noi / Kuipli=chi (quali) di noi; kuirz=chi (quale) di voi / kuirzi=chi (quali) di voi; kuitr=chi (quale) di loro / kuitri=chi (quali) di loro;
koib=che cosa di me / koif=che cosa di te / koid=che cosa di lui / koin=che cosa di lei / koiv=che cosa di esso / koipl=che cosa di noi / koirz=che cosa di voi / koitr=che cosa di loro.

Fraseologia

Mi dici chi è venuto a chiamarmi?=Lezifam hib ku digoabiam ut nafezib?
Dimmi che cosa hai letto nel libro.=Leziust hib ko dipeuniam unil bavel.
Di chi sei figlio?=Iduk seifam verb?
Non sapevo chi lo avesse fatto.=Abiv dakies ku dimatiam iv.
Da chi ella è stata picchiata?=Baiuk en diseiam parzit?
Che cosa avete visto al cinema?=Ko erz diruopiam unil lafukic?
Di che cosa lo hanno essi privato?=Idok udr dikreiam id?
Con che cosa lo hai fatto?=Ertiok dimatifam iv?
Chi di noi è nato prima?=Kuipl diblasiam kip?

2) Forma Neutra

La Forma Neutra del Pronome Relativo Ke si ottiene, aggiungendo ad esso i suffisi neutri, come appresso:

Keiev=la cosa che / keiv=le cose che; keiuv=la roba che; keiav=il fatto (l’avvenimento) che / keiov=i fatti (gli avvenimenti) che.

3) Forma Personale

La Forma Personale del Pronome Relativo Ke si ottiene, aggiungendo ad esso i suffisi del genere, come sottoriportato. Essa è ammessa, quando nella frase il Pronome Relativo (soggetto o complemento) e le persone a cui si accompagna sono in relazione tra di loro; ma non è ammessa, quando il pronome relativo è riferito al soggetto della frase.

Keied=l’uomo che, colui che / keid=gli uomini che, coloro che / keiad=il ragazzo che / keiod=i ragazzi che;
keien=la donna che, colei che / kein=le donne che, coloro che / keian=la ragazza che / keion=le ragazze che;
keiel=la persona che / keil=le persone che, coloro che / keiol=i ragazzi che (promiscuo).

18.4-Forme Composte dei Pronomi Relativi

4) Forma Dativo-personale

La Forma Dativo-personale del Pronome Relativo Ke si ottiene, premettendo il prefisso hi alla sua Forma Personale.

Hikeied=all’uomo che / hikeid=agli uomini che / hikeiad=al ragazzo che / hikeiod=ai ragazzi che;
hikeien=alla donna che / hikein=alle donne che / hikeian=alla ragazza che / hikeion=alle ragazze che;
hikeiel=alla persona che / hikeil=alle persone che / hikeiol=ai ragazzi che.

1) Forma Rafforzativo-personale

La Forma Rafforzativo-personale del pronome relativo Ke si ottiene, premettendo alla Forma Personale il prefisso xi, come appresso:

Xikeied=lo stesso uomo che / xikeid=gli stessi uomini che;
xikeien=la stessa donna che / xikein=le stesse donne che;
xikeiel=la stessa persona che / xikeil=le stesse persone che; ecc….

2) Forma Rafforzativo-neutra

La Forma Rafforzativo-neutra del pronome relativo Ke si ottiene, premettendo alla Forma Neutra il prefisso xi, come appresso:

Xikeiev=la stessa cosa che / xikeiv=le stesse cose che; xikeiuv=la stessa roba che;
xikeiav=lo stesso fatto (avvenimento) che / xikeiov=gli stessi fatti (avvenimenti) che.

Fraseologia sui Pronomi Relativi

I miei alunni sono i ragazzi che tu vedi.=Aibi tearbep seiam keiod ruopifam.
Non conoscevo l’uomo che mi aveva salutato.=Abiv fuozies keied dixovuzies ib.
Non conosco le donne che mi hanno sorriso.=Abiv fuoziam kein dibofoliam hib.
Sono stato salvato dalla persona che (da chi) tu conosci.=Ab diseiam boertient ba keiel (baiuk) fuozifam.
Diedi un pugno all’uomo che mi aveva insultato.=Ab noekiok gu peg hikeied dimevulies ib.
Il vecchio, di cui conosci il figlio, è caduto.=Le naoh, dik of fuoziam le verb, dilefudiam.
Chi è la persona che è stata uccisa?=Ku seiam kel diseiam trazient?
Chi erano quelli che (le persone che) aspettavano fuori?=Kui seies keil vabolies zin?
L’uomo, che ci ha salutati, è un mio amico.=Lied, ke dixovuziam ipl, seiam gu aib lesur.
La donna, che tu soccorresti, era mia madre.=Lien, ke of banutiok, seies aib breven.
Il libro, che egli ha scelto, è molto interessante.=Le bavel, ke ud dilecuniam, seiam iem nusotiz.
La persona, con la quale hai parlato, è mio zio.=Liel, voiek of dilariam, seiam aib buket.
Il ragazzo, a cui desti uno schiaffo, era un mio cugino.=Liad, haiek of noekiok gu lufod, seies gu aib marof.
La ragazza, che egli ti ha presentata, è molto preparata.=Lian, ke ud dicamariam hif, seiam iem sorbenient.
I ragazzi, che tu vedi, sono miei alunni (ossia, alcuni).=Liol, ke of ruopiam, seiam gi aib tearbep.
I ragazzi, che tu vedi, sono i miei alunni (ossia, tutti).=Liol, ke of ruopiam, seiam aibi tearbep.