di Luigi Orabona

 

Lezione 15

15.1-Aggettivi e Pronomi Indefiniti
15.2-Forme degli Aggettivi e Pronomi Indefiniti
15.3-Aggettivo Affermativo e Aggettivo Negativo
15.4-Forme dell'Aggettivo Affermativo e dell'Aggettivo Negativo

____________________________________

15.1-Aggettivi Indefiniti

Gli aggettivi indefiniti sono invariabili nel genere e rifiutano l’articolo. Anche il loro plurale si ottiene con l’aggiunta della vocale i alla loro forma singolare. Mentre gli aggettivi indefiniti agus, ek e na difettano del plurale, gi difetta del singolare, ma fa da plurale all'articolo indeterminativo gu. Gli unici pronomi maschili sono ad e mus; ma ad è anche aggettivo. L’accento cade sulla penultima vocale. Gli aggettivi indefiniti hanno forme semplici e composte, le quali non sono obbligatorie. Essi sono i seguenti:

agus=(un, una) qualche (non ha plurale;
gun=alcuno-a / gi=alcuni-e;
uen=(un, una) certo-a / ueni=certi-e;
eaf=(un, una) qualunque, qualsiasi, qualsivoglia / eafi=qualsivogliano;
ek=ogni, ciascuno-a (non ha plurale);
ad=altro-a, dell’altro-a / adi=altri-e / degli altri-e (aggettivo e pronome);
mus=l’uno / musi=gli uni (pronome);
an=tutto il, tutta la / ani=tutti i (gli), tutte le;
na=nessuno-a (non ha plurale);
em=molto-a / emi=molti-e;
me=poco-a / mei=pochi-e;
eul=troppo-a, parecchio-a / euli=troppi-e, parecchi-e;
aev=alquanto-a / aevi=alquanti-e;
az=tanto-a / azi=tanti-e;
adaz=altrettanto-a / adazi=altrettanti-e;
oab=tot (singolare) / oabi=tot (plurale);.

Il loro uso è il seguente:

agus racun=qualche cucchiaio, agus nucar=qualche forchetta;
gun mucom=alcun mestolo; gun bexoar=alcuna ciotola;
gi porvet=alcuni coltelli, gi sepel=alcune tovaglie;
eaf xepon=qualunque bicchiere, eafi sepeol=qualsiansi tovaglioli; eaf nopex=qualsiasi bottiglia, eafi palam=qualsivogliano posate;
ek malap=ogni piatto, ek raoxeb=ciascuna tazza;
uen ekuapir=un certo cuoco, ueni truz=certi cibi;
uen dobar=una certa fame, ueni gaked=certe pietanze;
ad lepes=un altro, adi olburiov=altri trincianti;
ad karfes=un’altra teglia, adi cert=altre pentole;
an feap=tutto il pane, ani xeponirl=tutti i bicchierini;
an doprem=tutta la minestra, ani okrux=tutte le caraffe;
na lekour=nessun dolce (dolciume), na memof=nessuna torta;
em salef=molto caffè, emi noeciom=molti gelati;
em lucem=molta crema, emi haen=molte carni;
me fuhed=poco brodo, mei pruog=pochi grissini;
me hanes=poca pasta, mei nacob=poche bistecche;
az xukas=tanto cioccolato, azi puler=tanti vini;
az feodam=tanta mozzarella, azi roluek=tante provole;
adaz capab=altrettanto zucchero, adazi maut=altrettanti fatti;
adaz safab=altrettanta fatica, adazi pastaz=altrettante fattorie;
eul dehuf=troppo sugo, euli ehez=troppi salumi;
eul relup=parecchio aceto, euli sofauz=parecchie spezie;
aev gemuk=alquanto formaggio, aevi koigurxat=alquanti antipasti;
aev nadem=alquanta margarina, aevi volb=alquante bibite;
oab babr=tot sale; oabi mucom=tot mestoli;
oab sobuat=tot salsa; oabi raoxeb=tot tazze.

Il pronome mus (l’uno) è correlativo di ad (l'altro). Per cui abbiamo:

mus ce ad=l’uno e l’altro, entrambi / musi ce adi=gli uni e gli altri;
musien ce adien=l’una e l’altra, entrambe / musin ce adin=le une e le altre;
musiev ce adiev=l’uno-a e l’altro-a / musiv ce adiv=gli uni (le une) e gli altri (le altre), entrambi-e (promiscuo.

Le loro forme reciproche sono le seguenti:

musiad=l’un l’altro-a / musiadi=gli uni (con) gli altri, le une (con) le altre;
musihad=l’uno-a all’atro-a (forma dativa); musihadi=gli uni (le une) agli altri (alle altre).

Fraseologia

L'uno lavora e l'altra studia.=Mus luriam ce adien luobiam.
Gli uni lavoravano e gli altri studiavano.=Musi luries ce adi luobies.
L'una parlava e l'altro gridava.=Musien kuzonies ce ad panosies.
Le une mangiano e le altre guardano.=Musin loviam ce adin gukepiam.
Essi si amano l'un l'altra.=Avr metiam musiad.
Le ore si susseguono (seguono le une alle altre).=Li fok pokiam musiv hai adiv.
L'uno lavora e l'altro studia.=Mus luriam ce ad luobiam.
Il premio è stato dato all’uno e all’altra.=Le luxos seiam seit noekit ha mus ce ha ad.
La casa era di entrambe.=Le moed seies du musien ce du adien (du musiad).
Andavo d’accordo con l’uno e con l’altro.=Ab molausies vo mus ce vo ad (vo musiad).
L’uno si fidava dell’altro.=Mus boemies du ad.
Le une simpatizzavano con gli altri.=Musin goarpies vo adi.
L’uno diede un bacio all’altra.=Mus noekiok gu gep ha adien.

-Nella Raubser, l'aggettivo indefinito italiano alcuno si traduce così:

Hai qualche libro da (che puoi) farmi leggere?=Ebifam agus bavel ke paifam buipeudi hib?
Non ho alcun libro da (che posso) farti leggere.=Ab uiv ebiam gun bavel ke paiam bui peudi hif.

15.2-Forme degli Aggettivi e Pronomi Indefiniti

1) Forma Personale

La forma personale degli aggettivi indefiniti si ottiene, aggiungendo ad essi i suffissi del genere. Per alcuni di loro tale forma corrisponde anche alla forma pronominale.

Agusied=qualche uomo, qualcuno;
gunied=alcun uomo / gid=alcuni uomini;
uenien=una certa donna / uenin=certe donne;
adiel=un’altra persona / adil=altre persone;
eafian=qualsiasi ragazza / meion=poche ragazze;
emiod=molti ragazzi; ekiad=ogni ragazzo;
eafiel=qualunque persona, chiunque;
musien=l’una / musin=le une;
musiav=l’uno, l’una (promiscuo) / musiavr=gli uni, le une;
adien=l’altra / adin=le altre;
adiav=l’uno, l’altra (promiscuo) / adiavr=gli uni, le altre.

La stessa cosa avviene con gli altri aggettivi indefiniti.

2) Forma Neutra

La forma neutra degli aggettivi indefiniti si ottiene, aggiungendo ad essi i suffissi neutri. Vediamone alcuni:

agusiev=qualche cosa;
guniev=alcuna cosa; giv=alcune cose; guniuv=alcuna roba;
agusiav=qualche fatto, avvenimento; giov=alcuni fatti, avvenimenti;
ueniev=una certa cosa; ueniv=certe cose; ueniuv=una certa roba;
ueniav=un certo fatto, avvenimento; ueniov=certi fatti, avvenimenti;
emiuv=molta roba / emiv=molte cose; emiov=molti fatti, avvenimenti;
aniv=tutte le cose; aniuv=tutta la roba;
aniav=tutto il fatto; aniov=tutti i fatti; ban=tutto (forma neutra irregolare);
naiev=nessuna cosa; nab=niente, nulla (forma neutra irregolare);
naiuv=nessuna roba; naiav=nessun fatto (avvenimento).

La stessa cosa avviene con gli altri aggettivi indefiniti.

3) Forma Partitiva

La forma partitiva degli aggettivi indefiniti si ottiene, aggiungendo loro i pronomi personali complemento plurali. Eccone alcuni:

agusipl=qualcuno di noi; agusirz=qualcuno di voi;
agusidr=qualcuno di loro; nairz=nessuno di voi;
guipl=uno di noi / gipl=alcuni di noi;
eafipl=chiunque di noi / eafirz=chiunque di voi;
eafidr=chiunque di loro; emipl=molti di noi;
meirz=pochi di voi / emidr=molti di loro.

La stessa cosa avviene con gli altri aggettivi indefiniti.

4) Forme Avverbiali

Le forme avverbiali degli aggettivi indefiniti si ottengono:

a) premettendo ad essi la vocale i oppure il gruppo vocalico oi, come appresso:

iem=molto; ime=poco; iaz=tanto; ieul=troppo (parecchio);
iaev=alquanto; iadaz=altrettanto; iban=del tutto;
oiban=in tutto; inab=per niente; (g)ime=un poco di;

b) aggiungendo ad essi il suffisso ir (da hemar=gruppo, insieme di persone) oppure irb (da xeb=volta, circostanza), come appresso:

emir=in molti; meir=in pochi; azir=in tanti; eulir=in troppi;
emirb=(in) molti alla volta; meirb=(in) pochi alla volta;
eulirb=(in) troppi alla volta;

c) aggiungendo agli aggettivi indefiniti i suffissi ieb, ib o b (da xeb=volta, circostanza), come appresso:

agusieb=qualche volta; gunieb=alcuna volta;
gib=alcune volte; ekieb=ogni volta;
adieb=un’altra volta; adib=altre volte;
naieb=nessuna volta; anib=tutte le volte;
emib=molte volte; meib=poche volte;
azib=tante volte; eulib=troppe volte;
aevib=alquante volte; oabib=tot volte.

5) Forma Pronominale-aggettivale

La forma pronominale-aggettivale viene applicata ai soli aggettivi indefiniti an e na. Essa si ottiene, aggiungendo ad essi la loro prima lettera. Solo ana ha il plurale, che si forma mediante l’aggiunta della vocale i. Essi sono i seguenti:

ana=(pron.) tutto di tutto o di ogni cosa;
ana=(agg.) tutto di ogni / anai=(agg.) tutto di tutti;
nan=(pron.) niente di niente, niente di nesuna cosa; (agg.) niente di nessuno.

Fraseologia sugli Aggettivi Indefiniti

Sull’insalata c’era (ci stava) poco olio.=Me orol pusies misil kespan.
Io non ho alcuna cosa.=Ab uiv ebiam guniev (Ab ebiam naiev).
Io ho mangiato parecchio pane.=Ab ebiam lovit eul feap.
Tu hai letto molti libri.=Of ebiam peudit emi bavel.
Solo pochi uomini sono riusciti a salvarsi.=Erf meid ebiam onasit ut boertis.
Il nonno aveva bevuto molto.=Aib broz ebies volit iem.
Egli mi chiese un poco di aceto.=Ud koruviok gime relup hib.
Qualcuno dei ragazzi (qualche ragazzo) ha mentito.=Agusiad ebiam tamutit.
Ella non aveva studiato niente di niente.=En ebies luobit nan.
Tu sai dire tutto di ogni città.=Of nafiam lezi ana paguz.
Pochi di loro erano rimasti.=Meidr ebies poburit.
Molti (degli) uomini erano andati via.=Emid (emi mu lid) ebies kousit out.
Anche tu ereditasti qualche cosa.=Orb of dabaniok agusiev.
La mamma aveva comperato molta roba.=Aib babien ebies keubit emiuv.
Pochi fatti vengono ricordati da tutti.=Meiov seiam kucetit ba anil.

15.3-Aggettivo Affermativo e Aggettivo Negativo

L’aggettivo affermativo e l’aggettivo negativo, che sono inversi grafici, sono invariabili nel genere e hanno alcune forme. Inoltre, si usano solo in unione con un sostantivo. Essi sono i seguenti:

musad=l’uno-a e l’altro-a, entrambi-e / musadi=gli uni (le une) e gli altri (le altre);
vimusad=né l’uno-a né l’altro-a, nessuno-a dei due (delle due) / vimusadi=né gli uni né gli altri.

Il loro uso è il seguente:

musad drot=l’uno e l’altro esercito, entrambi gli eserciti; musad enes=l’una e l’altra piazza, entrambe le piazze; musadi kefap=gli uni e gli altri paesi / musadi paguz=le une e le altre città; vimusad lamen=né l’uno né l’altro capitano / vimusad bagor=né l’una né l’altra bandiera / vimusadi marof=né gli uni né gli altri cugini / vimusadi marofin=né le une né le altre cugine.

15.4-Forme dell’Aggettivo Affermativo e Negativo

1) Forma Dativa

La forma dativa dell’aggettivo affermativo e dell’aggettivo negativo si ricava, premettendo ad essi il prefisso hi. Essi sono i seguenti:

himusad=all’uno e all’altro, ad entrambi / himusadi=agli uni e agli altri;
hivimusad=né all’uno né all’altro / hivimusadi=né agli uni né agli altri.

In pratica avremo:

himusad verb=all’uno e all’altro figlio;
himusadi cekof=agli uni e agli altri genitori;
hivimusad lesur=né all’uno né all’altro amico;
hivimusadi neimarof=né agli uni né agli altri cugini paterni.

2) Forma Personale

La forma personale dell’aggettivo affermativo e dell’aggettivo negativo si ricava, aggiungendo ad essi i suffissi del genere. Essi sono i seguenti:

musadied=l’uno e l’altro uomo / musadid=gli uni e gli altri uomini;
musadiad=l’uno e l’altro ragazzo / musadiod=gli uni e gli altri ragazzi;
musadien=l’una e l’altra donna / musadin=le une e le altre donne;
musadian=l’una e l’altra ragazza / musadion=le une e le altre ragazze;
musadiel=l'una e l'altra persona / musadil=le une e le altre persone;
vimusadied=né l’uno né l’altro uomo / vimusadid=né gli uni né gli altri uomini;
vimusadiad=né l’uno né l’altro ragazzo / vimusadiod=né gli uni né gli altri ragazzi;
vimusadien=né l’una né l’altra donna / vimusadin=né le une né le altre donne;
vimusadian=né l’una né l’altra ragazza / vimusadion=né le une né le altre ragazze;
vimusadiel=né l'una né l'altra persona / vimusadil=né le une né le altre persone.

3) Forma Neutra

La forma neutra dell’aggettivo affermativo e dell’aggettivo negativo si ricava, aggiungendo ad essi i suffissi neutri. Essi sono i seguenti:

musadiev=l’una e l’altra cosa, entrambe le cose; musadiv=le une e le altre cose;
musadiuv=l’una e l’altra roba;
musadiav=l’uno e l’altro fatto (avvenimento), entrambi i fatti (avvenimenti); musadiov=gli uni e gli altri fatti (avvenimenti);
vimusadiev=né l’una né l’altra cosa; vimusadiv=né le une né le altre cose;
vimusadiuv=né l’una né l’altra roba;
vimusadiav=né l’uno né l’altro fatto (avvenimento); vimusadiov=né gli uni né gli altri fatti.

4) Forme Avverbiali

Le forme avverbiali dell’aggettivo affermativo e dell’aggettivo negativo si ricava con i suffissi ieb e ib. Dasumieb e dasumib si mettono sempre all’inizio frase. Essi sono i seguenti:

musadieb=l’una e l’altra volta / musadib=le une e le altre volte;
vimusadieb=né l’una né l’altra volta / vimusadib=né le une né le altre volte.

Ci imbrogliarono l’una e l’altra volta.=Udr moxuviok ipl musadieb.
Non ci salutarono né l'una né l'altra volta.=Vimusadieb udr xovuziok ipl.