Acrocoro dei Residuati Galattici = altopiano su cui finiscono i materiali astrali delle varie galassie che non vanno incontro ad un'evoluzione regolare.
Alé alé, pak-derm! = parole esoteriche, che il mago Zurlof pronuncia ogni volta, prima di dar luogo ad una sua magia.
Altopiano delle Stelle = altopiano dal quale, secondo la credenza popolare, nascono le stelle. In realtà, esso è un romitaggio dove vivono un gruppo di religiosi, che prendono l’appellativo di tài e che conoscono l'arte pirotecnica.
Àmenan = presso gli Edelcadi, la valle dell’oltretomba dove la luce e la serenità brillano eterne; mentre i pensieri di chi vi perviene possono unicamente bearsi del fulgore che proviene dalla Verità Assoluta.
Animalizzazione del divino Simulacro = seconda funzione religiosa appartenente al primo rito della notte di novilunio, che gli araneidi dedicano al loro dio Araneo, durante la quale il simulacro del dio Araneo si animalizza.
Antimostri = entità energetiche al comando del gerark di una circoscrizione spaziale nell’Impero del Tetraedro. Sono chiamati anche enti opponenti. Si distinguono in: antimostri stellari, che sono i Fander; antimostri galattici, che sono i Pekad; antimostri circoscrizionali, che sono i Vurk.
Antro della Pace = ampia caverna situata nella zona neutrale, dove i giovani pacifisti boiosini e normukesi si erano riuniti varie volte per discutere su come far cessare le millenarie guerre tra i loro due popoli dei Boios e dei Normuk.
Antro delle Brume Rosse = luogo dove il dio Sartipan si manifesta ogni volta al mago Ghirdo.
Appart = ambiente accogliente nella dimora di un gerark.
Appostat = rifugio creato dal dio Iveon nello spazio parakosmico. In esso si appostano lo stesso dio, la diva Kronel ed Iveonte per sorvegliare la Monotriad, mentre si trova nella sua dimora situata sul pianeta Oblungus.
Aquen =acqua misteriosa che sgorga nella grotta del dio Matarum, la quale non bagna le cose che vengono a contatto con essa; né spegne il fuoco, quando vi viene immerso.
Àquilup = mostro alato con la testa di lupo e il corpo di aquila, ma con quattro zampe.
Araneismo = religione degli araneidi.
Aranelde = sacerdotesse del dio Araneo.
Arco della Sacralità = arco che testimonia la potenza del dio Matarum e nessuno può attraversarlo, senza subire la vendetta mortale del dio. Il solo Iveonte lo attraversa e ne esce indenne, grazie alla sua spada e al suo anello.
Avvist = speciali organi sensori dell’oculum, che riescono ad eseguire il loro controllo millimetrico in ogni angolo dell’Impero del Tetraedro e dell'Impero del Tetraedro.

Bau = nome del cane del mago Ghirdo, quando era ragazzo.
Bocchille = bacche azzurrognole, che crescono nei boschi della Berieskania, dalle quali Nurdok ricava il colore per tingere l’invisibile Drago della Palude e renderlo visibile.
Bosco dei Gemiti = bosco in cui Senia era stata abbandonata dai suoi genitori e luogo sacro della setta delle Teste di Lupo.
Bùriul = mostro, nel quale si trasforma Lixez, l'umanuk di Bisna. Esso, oltre ad avere un corpo invulnerabile come i vostri mostri, possiede una particolare caratteristica. Ha un soffio che si mostra una burrasca, per cui solleva in aria persone, animali e cose di un certo peso.
Burkon = mostri circoscrizionali con potenza distruttiva di terzo grado, agli ordini di un kapius dell'Ottaedro, che ne ha a disposizione mille. Essi, che agiscono nell’ambito della circoscrizione spaziale del kapius, hanno una estensione in lunghezza di duemila metri e un diametro del corpo di cinquecento metri; mentre le loro braccia sono lunghe seicento metri. La loro velocità è cento volte maggiore di quella della luce, mentre la loro potenza distruttiva è di terzo grado e può distruggere una grande stella. La gittata massima del loro potenziale energetico è di cento milioni di chilometri.

Càlliut = mammifero di cui si servivano i Kloustiani come animale di trasporto. Esso, per i suoi tratti somatici, poteva essere considerato un ibrido nato da un cammello e da una cavalla.
Campana della Verità = campana di vetro, che si trova nell'Antro delle Brume Rosse, nella quale il mago Ghirdo mette il cuore che egli crede di Iveonte, che invece risulterà essere di un cerbiatto.
Capsi = insetti artificiali creati dal dio Furor, i quali hanno il potere di mummificare con le loro punture qualsiasi essere animale, compreso l'uomo, dopo averlo fatto soffrire moltissimo.
Carro del Sacrificio = carro su cui i Tros trasportano i sei giovinetti di Lutriak per condurli sulla Collina della Morte e darli in pasto al mostro Zikul.
Castello Benedetto = castello, che era stato abitato dai Logunti, chiamato in seguito Castello Maledetto, per la condotta perversa assunta in seguito da tale popolo.
Castello Maledetto = castello, dov’era depositata la Spada dell’Invincibilità. Un tempo era chiamato Castello Benedetto.
Celebrazione della Fertilità = funzione religiosa appartenente al terzo rito della notte di novilunio, che gli araneidi dedicano al loro dio Araneo, durante la quale l'intera comunità religiosa si dà a fare sesso e s'invoca il dio Araneo di rendere fertili le donne appartenenti alla loro setta.
Celitina = sostanza, di cui si serve la Monotriad per nascondere una divinità dalle altre.
Centuan = comandante di una centuria presso i Tercipi.
Collina della Morte = la collina, sulla quale c’è una voragine, che ospita la dimora del mostro Zikul.
Conductor = presso i Berieski, titolo equivalente a governatore.
Creature del Male = mostri a servizio di Trauz, il dio dell’orgasmo mortale. Altro loro nome è Torchidi.
Cun = uno dei due velocissimi cavalli del carovaniere Aiburno, il padre di Luta. L’altro si chiamava Ran.

Decena = in Actina, giorno di festa dedicato al dio Matarum. Essa ricorreva dopo ogni nove giorni lavorativi.
Decimese = nella regione edelcadica, corrispondeva al mese di ottobre.
Deflorazione delle Vergini = seconda funzione religiosa appartenente al secondo rito della notte di novilunio, che gli araneidi dedicano al loro dio Araneo, durante la quale vengono deflorate dai satirei le sessantaquattro vergini adolescenti.
Deflores = nella religione di Ulipos, ciascuno dei tre uomini addetti alla deflorazione delle vergini adolescenti, durante il rito della Fecondazione.
Deìcela = pianta da cui si ricava un'essenza, la quale, cosparsa su una divinità materializzatasi, la rende impercettibile dalle altre divinità.
Dekonc = cella circondata da un campo di forza, che soltanto le divinità maggiori possono attraversare. Chi vi sta rinchiuso non ha alcuna possibilità di concentrarsi, poiché all’interno di essa circola un'energia, la quale è capace di frantumare i pensieri della coscienza e di renderli inutilizzabili ai fini della comunicazione.
Deòblion = costruzione particolare, che le Forze Oscure mettono a disposizione del mago Zurlof, all'interno del quale un Materiade può pervenire alla conoscenza del proprio passato, dopo averlo smarrito per cause ignote. È chiamato anche Tempio del Passato.
Dìsinteg = recipiente di vetro, che il dio Kustoz fa trovare nel villaggio degli Zeiv, nel quale vi stano rinchiusi i piccoli mostri Zukkut. Il dio se ne serve per punire gli Zeiv ribelli, gettandoli dentro di esso e facendoli disintegrare dai mostriciattoli.
Drago della Palude = drago che vive nella palude confinante con la regione berieska della Landez, il cui nome è Striakon. Viene snidato ed ucciso, grazie all'intervento di Nurdok.
Duodecimese = nella regione edelcadica, corrispondeva al mese di dicembre.

Eccitazione carnale della Divinità = prima funzione religiosa appartenente al secondo rito della notte di novilunio, che gli araneidi dedicano al loro dio Araneo, durante la quale viene eccitato sessualmente il dio Araneo.
Enti opponenti = lo stesso che antimostri.
Esistentina = energia situata nella Nube Bianca, che può essere ritenuta una via di mezzo tra l'energia spirituale e quella materiale. Per renderla conciliante con la realtà di Kosmos, ogni divinità irrora la propria parte psichica con tale energia, prima di trasferirsi nella realtà cosmica.

Fander = antimostri stellari agli ordini di un gerark del Tetraedro, che ne ha a disposizione venti. Essi, che agiscono nell’ambito del sistema stellare del gerark, hanno un'estensione in lunghezza di trenta metri e un diametro del corpo di sette metri, mentre le loro braccia sono lunghe otto metri. La loro velocità è due volte maggiore di quella della luce, mentre la loro potenza distruttiva è di quarto grado e può distruggere un satellite come la nostra Luna. La gittata massima del loro potenziale energetico è di duemila chilometri.
Flotta della Riscossa = è la flotta astrale del dio Brust, che la conduce all’invasione dell’Impero del Tetraedro, a cominciare dalla Circoscrizione di Krop. Ma subisce una clamorosa disfatta dalla flotta del dio Iveon.
Fonte dell'Arcano = fiamma energetica che si trova sull'Acrocoro dei Residuati Galattici, appartenente alla catena montuosa Kripticon. Era stata originata dal dio Lidrio, perché riattivasse il materiale astrale finito in quel luogo.
Fonte dell'Assimilazione = cascata energetica che si trova in Tenebrun, che riprogramma l'essenza della divinità che l'attraversa e la rende adatta ad esistere in Kosmos.
Foresta del Terrore = foresta del pianeta Kloust, dalla quale erano provenuti i Tagmi.
Foresta della Paura = foresta in cui si erano insediati i Monki, una volta giunti sulla Terra.
Fortezza delle Decisioni = fortezza situata sul pianeta Pestuk, dove i gerark dell'Impero del Tetraedro s'incontravano e prendono le più importanti decisioni riguardanti il loro impero.
Fùreot = mostro, nel quale si trasforma Neddov, l'umanuk di Cirza. Esso, che è refrattario alle trafitture delle armi, può emettere dalla bocca una specie di vapore niveo capace di pietrificare esseri umani ed animali.

Gerark = titolo della divinità benefica, che è posta a capo di una delle quattro circoscrizioni spaziali del Tetraedro.
Grotta della Perenne Conservazione = grotta, in cui il mago Ghirdo conserva il cuore che crede sia del piccolo Iveonte e che invece dopo risulterà essere di un cerbiatto.

Ìmenon = reparto delle lupite, presso la setta delle Teste di Lupo.
Immedesimazione transluxaniana = era così definita una sorta di simbiosi che si attuava fra le due eccelse divinità Kron e Locus. Essa poteva attivarsi unicamente all'esterno di Luxan, poiché doveva permettere a entrambe di proiettarsi in Kosmos per perseguirvi determinati fini.
Immolazione dei Pargoletti = prima funzione religiosa appartenente al primo rito della notte di novilunio, che gli araneidi dedicano al loro dio Araneo, durante la quale vengono sacrificati otto fanciulli al dio Araneo, mediante sgozzamento.
Intensor = strumento sofisticato dei Tercipi che, apportando le dovute modifiche al concentrato ottenuto con il trasmigrat attraverso periodici interventi correttivi, lo rende assimilabile dall'organismo tercipino.
Interceptor = video circolare situato nel pilot, ossia nella cabina di pilotaggio di ogni Vurk, il quale rende il pilota in grado di visionare lo spazio cosmico fino ad una distanza di un miliardo di chilometri.

Kapius = titolo della divinità malefica, che è posta a capo di una delle sei circoscrizioni spaziali dell'Ottaedro.
Kèrrup = mostro, nel quale si trasforma Izzon, l'umanuk di Terdiba. Esso, che è dotato d'invulnerabilità, può emettere dagli occhi dei raggi che sono in grado di sfondare qualsiasi cosa, perfino le mura di una città.
Kèuatok = nome dato al suo castello dal mago Zurlof, che significa "la dimora di Keuà", ossia della madre. Esso è situato nell'isola di Tasmina.
Kòsmicon = presso l'abitazione di un gerark, locale a forma di una calotta sferica, che ospita l'oculum.
Kursutesimo = è la religione dei Tricerchiati, poiché adorano il dio Kursut.

Lucet = unità di misura usata dalle divinità, quando si trovano in Kosmos. Essa equivale al tempo impiegato dalla luce a percorrere una distanza di circa ottocento miliardi di chilometri e corrispondeva alla durata di tempo del nostro mese.
Lupenti = sacerdoti del Grande Lupo, presso la setta delle Teste di lupo.
Lupiadi = danzatrici presso la setta delle Teste di Lupo.
Lupìe = donne del ròmiton, presso la setta delle Teste di Lupo.
Lupite = donne dell'ìmenon, presso la setta delle Teste di Lupo.
Lusèstile = nella religione di Ulipos, le tre adolescenti vergini che vengono deflorate, durante il rito sacro della Fecondazione.
Lusestini = nella religione di Ulipos, i tre fanciulli che vengono immolati al dio Lusest, durante il rito della Rigenerazione.
Lùtroan = titolo di capo presso il villaggio di Lutriak.
Lutròsoan = titolo di capo presso il nuovo villaggio di Lutrosiak.

Mainanunessa = presso i Berieski, ogni sacerdotessa del dio Mainanun.
Matarùmidi = sacerdoti del dio Matarum. In ogni città edelcadica, esclusa Actina, ve ne sono una decina. Il loro compito è quello di officiare nel tempio dedicato al dio Matarum.
Materìadi = nome dato dagli dèi a tutti gli esseri viventi dell'universo forniti di coscienza e d'intelligenza. Quelli deimorfi, cioè somiglianti agli dèi, formano la specie umana e quella umanoide, detta anche androide.
Mèditos = cavità che si trova all'interno di un trispud.
Mostri = entità energetiche al comando del kapius di una circoscrizione spaziale nell’Impero dell'Ottaedro. Si distinguono in: mostri stellari, che sono i Vectus; mostri galattici, che sono i Samund; mostri circoscrizionali, che sono i Burkon.
Multiformità di apparenza = in Animur, facoltà che consente all'anima di apparire alle altre, come queste se la ricordano.

Novese = nella regione edelcadica, corrispondeva al mese di settembre.
Nube Bianca = nube che si trova nell'Empireo, che riprogramma l'essenza della divinità che l'attraversa e la rende adatta ad esistere in Kosmos. Essa fa anche recuperare alle divinità l’identità, di cui si è disfatta attraversando la Nube Nera.
Nube Nera = nube che si trova nell'Empireo, che riprogramma l'essenza della divinità che l'attraversa e la rende adatta ad esistere in Kosmos. Inoltre, fa perdere ad una divinità la sua identità e la rende invisibile alle altre.

Oblatori = nella religione di Ulipos, i tre uomini addetti allo scannamento dei fanciulli, durante il rito della Rigenerazione.
Occultina = energia, situata nella Nube Nera, che priva la divinità benefica dei propri dati identificativi, quando si trasferisce in Kosmos.
Òculum = sfera vitrea luminosa, con funzioni di controllo, di comando e di comunicazione. È situato nel kosmicon del gerark e del kapius.
Ombre Vaganti Maligne = in numero di tre, erano state create dal mago Tasuk per vendicarsi del torto subito dai suoi conterranei. Ogni notte, nel villaggio dei Ducesi ciascuna faceva morire una persona, spaventandola a morte.
Ònniap = erroneamente così chiamato il preparato liquoroso ottenuto dal mago Zurlof. Invece essa è soltanto l'essenza prodigiosa che casualmente è finita in esso, dopo essere sfuggita al controllo delle Forze Oscure con dimora in Landipur. Con poteri superiori a quelli della vagheggiata pietra filosofale o quintessenza delle cose, essa riesce a fargli ottenere qualunque cosa desideri.
Ordek = aggeggio grande quanto una penna stilografica. Da esso, viene fatto partire un raggio turchino, che raggiunge all’interno dell’oculum l’antimostro più vicino all’energia o alla divinità aliena, sollecitandolo ad intervenire immediatamente contro di essa.
Ottavese = nella regione edelcadica, corrispondeva al mese di agosto.

Parut = una specie di piccolo scudo usato da Touk per parare le piccole armi da getto dei Kulten.
Passeg = nel mostro e nell’antimostro, reparto passeggeri, che può accogliere al massimo dieci divinità.
Pekad = antimostri galattici agli ordini di un gerark del Tetraedro, che ne ha a disposizione duecento. Essi, che agiscono nell’ambito della galassia del gerark, hanno un'estensione in lunghezza di trecento metri e un diametro del corpo di settanta metri, mentre le loro braccia sono lunghe ottanta metri. La loro velocità è venti volte maggiore di quella della luce, mentre la loro potenza distruttiva è di quarto grado e può distruggere un pianeta grande quanto Giove. La gittata massima del loro potenziale energetico è di due milioni di chilometri.
Pèlusom = mostro, nel quale si trasforma Otrun, l'umanuk di Stiaca. Esso, a parte l'invulnerabilità, può eiettare attraverso la propria pelle parecchie schegge cornee, che riescono a trafiggere le persone che gli sono di fronte, provocando loro una morte immediata.
Pervust = castello costruito nella Selva Sconsacrata dai divini protettori degli umanuk, perché costoro vi potessero andare a distrarsi e a discutere fra di loro.
Pignattello = gioco praticato dai Lutresi. Consiste nell’imbroccare con una castagna cinque pignatte di varia grandezza poste a sette metri di distanza dai tiratori.
Pilot = nel mostro e nell’antimostro, cabina di pilotaggio, nel quale possono prendere posto solo due piloti.
Pineta delle Ombre = pineta esistente sul pianeta Elmud, al centro della quale i Ceuti hanno dedicato un tempio al dio Pousum. In esso i neo sposi vanno a trascorrere la prima notte per compiacere ai desideri del loro dio.
Piovrèa = creatura mostruosa prodotta dalla Monotriad per farle nuocere al dio Iveon sul pianeta Skiot.
Plàneriv = unità di misura delle divinità, che indica il tempo impiegato da un pianeta ad orbitare intorno alla propria stella.
Plànerot = unità di misura divina, che esprime il tempo impiegato da un pianeta a girare intorno al suo asse.
Plasma galattico = una specie di umore invisibile, che circola liberamente all’interno delle galassie e si mostra refrattario all’azione nociva del tempo. Essa rafforza l’essenza immateriale della Monotriad.
Prestìgnoli = varietà di suffrutici eduli inventati da Tionteo, secondo il quale essi accrescono l’intuizione di chi li mangia. In questo modo, prende in giro Urgot, luogotenente di Obluz.
Prèvelot = strumento di cui si servono i Selfir per prelevare il sangue dal corpo dei Surpes.
Primese = nella regione edelcadica, corrispondeva al mese di gennaio. Gli altri mesi erano: secondese (febbraio), terzese (marzo), quartese (aprile), quintese (maggio), sestese (giugno), settimese (luglio), ottavese (agosto), nonese (settembre), decimese (ottobre), undecimese (novembre), duodecimese (dicembre).
Prìmiur = titolo di governatore presso i Bankur.

Quartese = nella regione edelcadica, corrispondeva al mese di aprile.
Quintese = nella regione edelcadica, corrispondeva al mese di maggio.

Ragni Immobilizzatori = nome di cento mostri inviati dalla Monotriad contro Iveonte per immobilizzarlo e farlo prigioniero; ma vengono tutti uccisi da lui con la collaborazione del suo anello.
Ran = uno dei due velocissimi cavalli del carovaniere Aiburno. L’altro si chiamava Cun.
Regirna = unità monetaria di Actina, che equivale a dieci euro.
Rèptiluk = essere mostruoso che mette a dura prova gli abitanti di Brenco; ma viene poi ucciso da Iveonte.
Retrattìlia = sul pianeta Tiskup, mostruosa creatura prodotta dalla Monotriad perché nuocesse al dio Iveon.
Rigener = una specie di parabola che serve ai progrediti Selfir per rigenerarsi, dopo che sono riusciti a trasformare il loro corpo materiale in un concentrato di energie, dotato di molte facoltà, tra le quali la telecinesi.
Rigetto inesistico = fenomeno che è subordinato a una condizione imprescindibile, grazie al quale per le divinità che decidono di annullarsi come essenze divine attive, gettandosi nell'Abisso dell'Oblio, esiste la possibilità diventare incompatibili con la realtà d’Inesist, per cui vengono ributtate dalla stessa nell'Empireo.
Rilevatore di bontà = dispositivo creato da Ullioz all'ingresso di Animur, che ha lo scopo di rilevare le anime buone e quelle cattive, facendole apparire di colore rispettivamente celestine o nere.
Ròmiton = reparto delle lupìe, presso la setta delle Teste di Lupo.
Ròspibur = sul pianeta Pulm, mostruosa creatura prodotta dalla Monotriad per farle arrecare del male al dio Iveon.
Rus = falcone di Korup, che, al comando del suo padrone, assaliva la persona indicata, strappandogli gli occhi e divorandoli. A dire la verità, il semidio faceva intervenire il suo rapace solamente contro le persone comuni e giammai contro i campioni.

Saltisàuri = mostri simili agli allosauri, che si presentano nella radura, dove Tionteo conversa con il dio Iveon. Essi vengono sterminati dalla divinità.
Sàltiuz = nell'isola di Tasmina, mostri inviati contro Iveonte dal mago Zurlof.
Samund = mostri galattici con potenza distruttiva di secondo grado, agli ordini di un kapius dell'Ottaedro, che ne ha a disposizione cento. Essi, che agiscono nell’ambito della galassia del kapius, hanno un'estensione in lunghezza di duecento metri e un diametro del corpo di cinquanta metri, mentre le loro braccia sono lunghe sessanta metri. La loro velocità è dieci volte maggiore di quella della luce, mentre la loro potenza distruttiva è di secondo grado e può distruggere un grande pianeta. La gittata massima del loro potenziale energetico è di un milione di chilometri.
Satirèi = presso la religione degli araneidi, sono i giovani preposti a deflorare le adolescenti vergini durante il rito omonimo.
Sàuduz = mostro, nel quale si trasforma Kosep, l'umanuk di Casunna. Esso, oltre ad essere invulnerabile, riesce a volare ad un'altezza non superiore ai cento metri e vomita fuoco dalle fauci, simile ad un drago.
Scissione ubiquitaria = in Animur, è la facoltà dell'anima di scindersi in altre sé stesse, identiche in ogni senso, e di svolgere così la propria esistenza in luoghi differenti.
Secondese = nella regione edelcadica, corrispondeva al mese di febbraio.
Selva Intricata = selva in cui si sono rifugiati i Cerdi, dopo la distruzione del loro villaggio da parte degli Ectonidi.
Selva Perversa = selva nella quale era stato costruito il castello Pervust dai divini protettori degli umanuk, perché costoro vi potessero andare a distrarsi e a discutere fra di loro.
Sestese = nella regione edelcadica, corrispondeva al mese di giugno.
Settimese = nella regione edelcadica, corrispondeva al mese di luglio.
Sìmbios = esseri dalle peculiarità dubbie rintracciabili sopra i meteoriti vaganti nello spazio del Parakosm. La loro natura non era né definibile né equiparabile a quella degli altri esseri esistenti. Infatti, una entità simbiosica non si lasciava decrittare in nessun modo, poiché non forniva dei criteri atti a decifrarla. Anche la Deivora all’origine era stata un Simbios.
Solenne Pellegrinaggio = quello che ogni giovane divinità benefica residente in Kosmos, prima di diventare dea adulta, deve intraprendere per Luxan per farvi l'atto di sottomissione e il giuramento all'eccelso Splendor. Esso c'è ogni cinque millenni.
Sorgente della Memoria = sorgente che si trova nel deoblion. Chi l’attraversa e se ne bagna recupera l’intera memoria o parte di essa. Iveonte ricorre ad essa per scoprire le proprie origini.
Sortìciep = è la dimora delle Sortici, dette anche Forze Oscure. Si trova in Landipur.
Spada dell'Invincibilità = spada invincibile, della quale Iveonte riesce ad impossessarsi nel Castello Maledetto. In realtà, essa rappresenta una divinità, ossia Kronel, che è la figlia di Kron, dio del tempo. La quale finisce per innamorarsi del suo eroe.
Spost = aggeggio manuale, usato dai sovrintendenti dei kosmicon per trasportare un mostro da un punto all’altro dell’impero. Una volta acceso, esso emette un raggio verde regolabile in lunghezza, che riesce a muoversi agevolmente all’interno dell’oculum per eseguire l’operazione accennata.
Strìakon = il drago che viveva nella palude confinante con la regione berieska della Landez. Era anche chiamato Drago della Palude. Era stato snidato ed ucciso ad opera di Nurdok.
Stud = schermo in ausilio all’oculum, dove viene messa a fuoco l’entità aliena rilevata nello spazio dell’impero, dopo averla zumata ed inquadrata in primo piano.
Sùperum = titolo d'imperatore presso i Berieski.

Talpòk = l'invulnerabile mostro, che Iveonte affronta e mette in fuga nel bosco di Dorinda per salvare la sua Lerinda. In realtà, esso è una mutazione del mago Ghirdo.
Tardìgnoli = suffrutici eduli inventati da Iveonte, secondo il quale essi ritardano l’intuizione in chi li mangiava. Li cita per offendere Urgot, il luogotenente di Obluz.
Tàtuos = strumento di cui si serve il Tricerchiato Ciron per tatuare sulla fronte degli appartenenti alla loro setta il loro emblema, che è il tricerchio indivisibile.
Taverna del Pipistrello = taverna actinese in cui vanno a riposarsi Iveonte, Francide ed Astoride.
Tempio del Passato = altro nome del deoblion.
Teomachìa = grande conflitto avvenuto in Kosmos tra le divinità positive, residenti nell'Impero del Tetraedro, e le divinità negative, residenti nell'Impero dell'Ottaedro. Grazie al divino Iveon, le divinità benefiche sconfiggono quelle malefiche, disfacendone l'impero.
Terzese = nella regione edelcadica, corrispondeva al mese di marzo.
Tolust = uno dei due gemelli mostri inviati contro Iveonte dal mago Zurlof. L'altro mostro è Zurbok.
Tòrchidi = detti anche Creature del Male, sono a servizio del dio Trauz sul pianeta Treun. Infieriscono contro gli abitanti di Cerpus. Vengono eliminati dal dio Iveon.
Trapixus = virus che si era reso responsabile della morte dei Selfir e si manifesta con una esplosione.
Trasmigrat = strumento sofisticato dei Tercipi, capace di trasferire in un'ampolla il corpo di un essere umano, trasformandolo durante il suo trasferimento in un concentrato organico vivente, che ha le stesse caratteristiche del corpo normale.
Tricerchio indivisibile = l’emblema dei Tricerchiati, che si fanno incidere sulla fronte.
Trispud = in Animur, costruzione a forma di cono e terminante con tre punte, il quale ha una cavità, detta meditos. Ogni anima ne ha uno a disposizione per condurvi la propria esistenza meditativa.
Tròsoan = titolo di capo, presso il villaggio di Trosiak.
Tùselon = Esso, la cui refrattarietà alle armi non va messa in dubbio, è dotato di un risucchio poderoso. Il quale non fa fatica ad attirare nella propria bocca i corpi di quegli esseri umani che si trovano ad una distanza da lui non superiore ai venti metri, triturandoli poi con le proprie zanne e divorandoli con grande ingordigia.
Tuttina = sostanza aeriforme prodotta dal loro stesso organismo, grazie alla quale gli esseri tercipini riuscivano a vivere in un qualsiasi ambiente dell'universo, perfino nello spazio cosmico. Inoltre, erano in grado di sopravvivere a temperature fino a più sessanta gradi e a meno venti gradi.

Undecimese = nella regione edelcadica, corrispondeva al mese di novembre.

Valle dei Sogni reali = è così chiamata perché in essa si può andare solamente durante il sonno, siccome non è possibile giungervi da svegli. Inoltre, in tale valle ogni fatto avviene realmente e non può essere considerato il prodotto di un sogno. In essa viene condotto il piccolo Iveonte mentre dorme da Sirmus, dove gli viene annunciato il suo glorioso futuro da Extrun.
Valle dei Torrenti Ridenti = valle lunare, nella quale scorrono dei torrenti, il cui rumoreggiare somiglia a fragorose risate. Il dio Buziur vi raduna le divinità della Luna e della Terra per annunciare loro che presto, ad opera sua, le divinità positive verranno messe in serie difficoltà.
Vallone delle Ombre perenni = Vallone delle Ombre Perenni =in pieno territorio tangalo, fondovalle circondato da tre massicci, i cui monti dalla cime torreggianti non vi facevano giungere i raggi solari per l'intero giorno. Vi si conduce Kodrun con un centinaio di uomini per liberare i bambini rapiti da una banda di Tangali.
Varco Intercosmico = il tunnel di comunicazione tra Kosmos e Parakosm.
Varfut = mostro, nel quale si trasforma Mastok, l'umanuk di Polca. Il suo corpo, oltre all'invulnerabilità, rende cieche tutte quelle persone che incautamente l'osservano per un tempo superiore ai cinque secondi.
Vectus = mostri stellari agli ordini di un kapius dell'Ottaedro, che ne ha a disposizione 10. Essi agiscono nell’ambito del sistema stellare del kapius. Hanno un'estensione in lunghezza di venti metri e un diametro del corpo di cinque metri; mentre le loro braccia sono lunghe sei metri. La loro velocità è uguale a quella della luce, mentre la loro potenza distruttiva è di primo grado e può distruggere un’intera montagna. La gittata massima del loro potenziale energetico è di mille chilometri.
Viaggio della Grande Vendetta = è quello che intraprende Korup per vendicare il padre Araneo e la setta degli araneidi. Esso prevede l’uccisione, da parte sua, di mille campioni nell’uso delle armi e nelle arti marziali.
Vurk = antimostri circoscrizionali agli ordini di un gerark del Tetraedro, che ne ha a disposizione duemila. Essi, che agiscono nell’ambito della circoscrizione spaziale del gerark, hanno un'estensione in lunghezza di tremila metri e un diametro del corpo di settecento metri, mentre le loro braccia sono lunghe ottocento metri. La loro velocità è duecento volte maggiore di quella della luce, mentre la loro potenza distruttiva è di quarto grado e può distruggere una stella mille volte più grande del nostro Sole. La gittata massima del loro potenziale energetico è di duecento milioni di chilometri.

Zìkul = mostro alato con sei teste, al quale vengono immolati ogni mese sei adolescenti lutresi. Viene ucciso da Iveonte.
Zukkut = mostriciattoli che il dio Kustoz tiene rinchiusi nel disinteg e che riescono a disintegrare il corpo di un essere animale. La divinità negativa li usa contro gli Zeiv.
Zurbok = uno dei due mostri gemelli inviati contro Iveonte dal mago Zurlof. L'altro mostro è Tolust.