Lettera n. 56

Amica mia sincera,
ti sei vista crollare l’intero mondo addosso, quando lui ti ha perfidamente lasciata; anzi, ti sei sentita molto offesa e tradita, essendo convinta che il tuo orgoglio è stato ferito come non mai. Giustamente hai ritenuto oltremodo leso lo schietto amore che gli avevi donato, poiché non hai intravisto un valido motivo nella sua decisione spregiudicata e cinica.

Per un momento dentro di te è stato come se il cuore ti venisse spezzato da un dolore struggente e insanabile, come se l'animo ti venisse travolto da un'intima ambascia trafittiva e avvilente, come se la mente ti venisse ottenebrata dalla disperazione più cupa e più folle. Poi, messa al bando la scioccante esperienza, con tutta te stessa hai reagito duramente. Ma non hai reagito contro colui che aveva causato in te il dissesto psicologico; bensì contro l'intera popolazione maschile, includendo nella tua rabbia perfino quell'amore che ti aveva regalato tantissimi momenti indimenticabili e soavi.

Adesso continui a scagliarti ingiustamente pure contro chi non ha nessunissima colpa in tanto male insanabile che ti è stato arrecato, aggredendo alla cieca qualunque passione amorosa. Anzi, ti prendi insensatamente gioco di essa e, rinunciando a fare il buon uso della ragione, il più delle volte la offendi e la calpesti. Secondo me, è senz'altro errato il tuo modo di reagire perché, se il tuo amore genuino è stato deluso da lui, ora assolutamente non devi ritenerlo la sola persona che ancora seguita ad avere il monopolio della tua felicità.

Ti posso garantire che ci sono tante altre persone che non soltanto sono degne del tuo amore sincero, ma sono anche disposte a sanarlo di ogni ferita e a ricambiarlo con il loro, dimostrandoti a un tempo stima e grande generosità. Ecco perché, dal momento che qualche essere scapato e dissennato se n'è mostrato indegno e non l'ha trattato con il dovuto rispetto, ti esorto a dedicare senza esitazione il tuo amore a un altro corteggiatore, a patto che dimostri di meritarlo davvero. E chi più di me potrebbe mostrarsene degno?

Unicamente in questo modo, vedresti in tempi rapidi la passione ritornare a germogliare nel tuo cuore inaridito. Essa finirebbe per infondere nella tua negletta esistenza una vitalità nuova improntata all'ottimismo. Soprattutto ridarebbe slancio al tuo spirito, il quale riprenderebbe a volare con spensieratezza sulle ali dell'amore. Rinuncia al tuo livore, amica mia, e apri all’amore le porte del tuo cuore!

Il tuo miglior pretendente