Lettera n. 29

Mio degno amore,
scusami, se ho tentato di dimenticarti; ma per fortuna, il mio tentativo non è andato in porto. Vuoi conoscere il motivo che mi ha spinto a tanto? Ebbene, non trovo difficoltà a raccontarti ogni cosa e ad elencarti tutte le sgradevoli sensazioni che mi sono provenute dal solo pensiero di aver messo in atto il mio insensato progetto.

Era da un mese che avevo perso ogni stima e ogni fiducia verso di te (a torto, naturalmente), per fatti che non sto qui a citarti. In conseguenza di ciò, avevo deciso di farti uscire per sempre dalla mia vita, essendo stato deluso dal tuo comportamento. Nello stesso tempo, ero convinto che tale mia decisione vi avrebbe creato un vuoto incolmabile, oltre che suscitarvi una sofferenza senza pari. Inoltre, vi avrebbe fatto dilagare una monotonia accasciante, la quale non avrebbe esitato a distruggere e ad annientare la mia personalità.

Comunque, non voglio nasconderti che è stato esattamente così, non appena ho pensato di aver già dato attuazione al mio folle divisamento, poiché all'improvviso ho cominciato ad avvertire in me una infinità di sensazioni terribili e raggelanti. Poco dopo neppure i patemi d'animo e gli affanni si sono voluti astenere dall'abbattersi sul mio io esistenziale, fino a sconvolgermi quella che alcuni istanti prima era da considerarsi una vita felicemente serena. E ciò non era mai successo!

Davanti agli occhi miei, l'armonico universo immediatamente è iniziato a trasformarsi in un ammasso informe, buio e catastrofico. Anzi, alla fine ho assistito alla caduta delle sue stelle, che si sono messe a crollarmi addosso vertiginose e apocalittiche, quasi volessero annientarmi nel corpo e nello spirito. Né ho potuto dispensarmi dall'orrore che andavo avvertendo dentro di me, intanto che la mia realtà sprofondava in un baratro. Il quale arrecava alla mia anima depressa e spaurita un delirio che si presentava del tutto privo di un roseo futuro!

Ecco, amore mio, a cosa ho assistito, al solo pensiero di averti lasciata! Un proposito, oltretutto, scaturito da accuse immaginarie e destituite di ogni fondamento. Ma, fortunatamente, l’armonia ha continuato a rimanere tra noi due!

Il tuo amore