di Luigi Orabona

 

 

Rivedermi fanciullo

È bello rivedermi fanciullo,
ritornare con trepida gioia
ai miei remoti tempi andati
e ripercorrere da uomo adulto
le mie numerose birichinate.

È bello rivedermi sorridente,
senza più il gran fardello
dei miei affanni quotidiani
e privo dei numerosi pensieri
che mi travagliano la mente.

È bello rivedermi ingenuo,
senza essere per breve tempo
né scaltro né malizioso,
e tornare a credere fiducioso
in un mondo tutto roseo.

È bello rivedermi protetto
dall'amore di mia madre,
mentre mi coccola e mi vizia
e con premura delicata
appaga tutti i miei capricci.

È bello rivedermi sognatore,
vivere di dolci speranze
e di mille candidi progetti,
convinto che la loro attuazione
questione solo di tempo!