di Luigi Orabona

 

 

In cerca di...

In cerca di sogni perduti,
che avevano voluto compenetrarsi
con la dolce irrealtà delle cose
e si erano ritrovati a vivere
momenti d’ineffabile piacere,
dopo essersi tuffati ingordamente
nel loro mondo arcano e fatato.

In cerca di propositi svaniti,
che avevano avuto l’ardire
di elevarsi alle vette sublimi
di ciò che da sempre per tutti
risultava inesplorato ed ignoto,
ricevendone in cambio la gioia
di essere riusciti nell’intento.

In cerca di desideri sopiti
che avevano deciso di addentrarsi
in profonde ed amene emozioni
per rendere l’esistenza dello spirito
una fonte inesauribile di gaudio,
oltre che consentire al mio corpo
di provare sensazioni indicibili.

In cerca di ambiziosi progetti
rimasti cancellati dal tempo
che si erano dedicati senza sosta
a pascersi di ambiti successi,
da cui continuavano a provenire
alla mia anima irrequieta
una gioia intimamente avvertita.

In cerca di spente speranze
che si erano lanciate gagliarde
sulle tracce di nobili ideali,
dai quali riuscivano a procurarsi,
prima ancora di viverli realmente,
una soddisfazione che gratificava
la loro fremente voglia di essere.