di Luigi Orabona

 

 

La politica

Dovrebbe essere la politica
una fucina di assoluta democrazia,
nella quale chi vi prende parte
non dovrebbe per niente badare
ai propri interessi personali
oppure a quelli del suo partito;
al contrario, sarebbe suo obbligo
interessarsi ai tanti problemi
che mirano al solo benessere
dell'intera nostra collettività.

Invece, come tutti sappiamo,
in nessun caso ciò si avvera,
dal momento che, a quanto pare,
nell'uomo è radicato l'egoismo,
che ogni volta lo spinge ad agire
prediligendo la prevaricazione;
per cui non gl'importa di sapere
da che parte si trova la legalità,
siccome costituisce essa per lui
un aspetto soltanto marginale.

Ecco qual è l'unico motivo
per cui si fa di tutto per evitare
una reale e fattiva collaborazione
tra maggioranza e opposizione;
gli uni e gli altri parlamentari
seguitano a scagliarsi invettive
al fine di far colpo sul popolo,
convinti che essa è la sola strada
che permette loro di restare al potere
oppure di farvi un facile ritorno.