di Luigi Orabona

 

 

Passato profondo

Sono salpati i miei pensieri
per navigare mari senza tempo;
ora sono tempestati da marosi
sconvolti dalla tormenta dei ricordi.

Di ciò che rappresentò la mia vita
tutta dedita a lottare e a meditare,
rimangono solo scarsi brandelli
di un'esistenza incerta e sfumata.

Eppure mi è molto difficile credere
che non abbia essa mai avuto
dei momenti intenti a perseguire
inafferrabili sogni di gloria.

Ma essi dovevano essere intesi
come inappagabili desideri
che seguitavano ad agitarsi convulsi
nel reiterato trambusto quotidiano.

Forse gli anni, che ho sulle spalle,
sono davvero talmente numerosi
da rendermi sbiadito il ricordo
del mio profondo passato!