di Luigi Orabona

 

 

Il sesso

Non voglio più sentir parlare
d'insinuazioni e di balordaggini
che mi ripugnano a morte
e mai sprecherei per esse
un briciolo del mio tempo.

Ci sono tante cose importanti,
a cui interessarsi con passione,
dalle quali non è escluso il sesso
che alcuni emeriti bacchettoni
sono sempre pronti ad additare
come qualcosa di peccaminoso.

Eppure esso, lasciatemelo dire,
risulta a volte un vero toccasana
e riesce a sconfiggere per bene
talune passeggere depressioni
che colpiscono l'umana specie.

Qualcuno di ciò non è convinto
e s'inalbera solo a sentir parlare
di questo bisogno fisiopsichico,
il quale è l'unico a farci sentire
un inscindibile e perfetto binomio
di materialità e spiritualità.

Dovrebbe soprattutto egli sapere
che, al di là del suo lato volgare,
il sesso è una componente essenziale
di quella che è la psiche umana
che vi trova sommo appagamento.

Non intendo fare qui il panegirico
di una qualunque pratica sessuale;
ma voglio unicamente evidenziare
che ognuna risolve in una persona
quei problemi interiori che altrimenti
non troverebbero alcuna soluzione.