di Luigi Orabona

 

 

Oramai si sapeva

Tu speravi dagli uomini
il riconoscimento dovuto
per gli altissimi tuoi pregi
e per esserti prodigato
sempre instancabilmente
in copiose opere zelanti,
il cui unico obiettivo
era quello di vedere i poveri
uscire dalla loro miseria
e di aiutare i sofferenti
a guarire dalla loro malattia.

Se tu sul serio ti attendevi
da questa società ingrata
benemerenze di tal genere,
devo farti allora presente
che, all'atto della nascita,
hai sbagliato a sceglierti
il mondo che ti si addiceva
perché il nostro è l'inverso
di quello che sognavi:
esso ignora i meritevoli
e con esagerazione incredibile
osanna a chi non lo merita.

Ma oramai si sapeva
che l'odierna umanità
ragiona proprio alla rovescia
perché a qualsiasi costo
vuole scorgere alti meriti
là dove non ci sono
e fa finta di non vederli
nel giusto posto in cui essi
rivelano la loro presenza,
siccome essa legge ogni cosa
in chiave di puro affarismo!